Home > Economia > SGR, bollette: incontro infuocato tra clienti e vertici (VIDEO)

SGR, bollette: incontro infuocato tra clienti e vertici (VIDEO)

Sgr da una parte, con l’ad Bruno Tani a fare gli onori di casa, i membri del gruppo Facebook “Ubriachi di gas” dall’altra, presenti circa in 250 in rappresentanza – hanno ribadito – “di migliaia di cittadini”.

Nell’aula energia del Centro Congressi di Via Chiabrera è andato in scena nel pomeriggio di oggi, 8 marzo, l’incontro promosso dai vertici dell’azienda per rispondere alle domande numerosi clienti infuriati per le bollette recapitate a casa nelle ultime settimane, lievitate nelle ultime settimane – c’è chi dice di dover mettere mani al portafogli per cifre che si aggirano intorno al migliaio di euro – .

Il 35% è dovuto alle imposte, spesa per la materia prima 44%, trasporto e gestione contatore 16%.  – ha spiegato all’inizio Tani – Per quanto riguarda il 44%, è compresa la nostra attività. Non incassiamo tutta la torta, tratteniamo circa il 6%. Ne deriva che più basse sono le bollette, più basse sono le tasse e più agevolato il nostro lavoro“.

L’incontro è durato per buona parte del pomeriggio ed è iniziato puntualmente alle tre. E’ stato scandito da toni accesi, in particolare, dal gran vociare della platea che a più riprese ha interrotto gli interventi dei vertici di Sgr ma anche degli stessi rappresentanti dei clienti.

Dal classico “non ci ridarete mai indietro i soldi“, alle minacce di abbandonare il gestore. Il leit motiv ricorrente è stata una continua invocazione alla trasparenza “vogliamo sapere dove sono finiti i nostri soldi“. Parole ribadite a gran voce dalla rappresentante del gruppo “Ubriachi di gas” Mirella Guzzo.

A prendere all’incontro è stato anche Graziano Urbianti di Federconsumatori.  “Riteniamo che su questa vicenda si stiano scaricando le difficoltà sociali ed economiche di famiglie e di pensionati sopratutto quelli basso reddito. Per queste ragioni la rateizzazione delle bollette la consapevolezza degli strumenti a sostegno delle fasce più deboli vedi Bonus Gas possano insieme ad altre azioni aiutare a calmierare il disagio.Come Federconsumatori è a disposizione dei propri iscritti e degli utenti presso tutte le proprie sedi provinciali”. Federconsumatori ha inoltre chiesto è ottenuto un incontro con i vertici di Sgr. 

A finire sotto accusa in particolare sono stati i nuovi contatori installati recentemente nelle abitazioni. Per molti i responsabili alla base delle bollette “lievitate” alle stelle. Per questo al momento l’unica soluzione proposta è stata quella di un controllo a campione sui nuovi macchinari. Sul tavolo anche la possibilità di ripristinare l’autolettura del contatore  – quelli nuovi sono pensati per trasmetterlo in automatico, mentre per quello meccanico era necessario il passaggio dei “letturini” che non cadeva alla fine del mese portando alla redazione di stime basate sul profilo dei consumi del singolo utente –  e l’opzione di dilazionare i pagamenti ripristinando le bollette “mese per mese”. A riguardo dovrebbe essere avviato un summit tra i vertici aziendali e i rappresentanti di “Ubriachi di gas”. 

La video intervista a Mirella Guzzo.

 

Scroll Up