Home > Ultima ora cronaca > Il sindaco Gnassi discute con due vigilesse. Ora rischia la denuncia

Il sindaco Gnassi discute con due vigilesse. Ora rischia la denuncia

Due agenti della polizia Municipale controllano un artista di strada che stava facendo il suo spettacolo (realizza sculture di sabbia) nel centro storico di Rimini (tra via Gambalunga e Corso d’Augusto). In quel momento passa il sindaco Andrea Gnassi e rimprovera le due vigilesse che invece di occuparsi del traffico di furgoni e furgoncini che  “scorrazzano” per Corso d’Augusto stanno occupandosi di un artista per strada.

Le due agenti della Polizia Municipale di Rimini, evidentemente non avendo gradito l’intervento di Gnassi, scrivono una relazione su quanto accaduto. Il comandante del corpo di Polizia Municipale, Rossi, non può fare altro che inviare tutto in Procura. Sarà il magistrato che dovrà decidere se il Sindaco ha oltrepassato i suoi confini e i suoi compiti oppure se si tratta di una delle polemiche – con relativi apprezzamenti non sempre educati, da parte dei cittadini– che avvengono quando i vigili urbani intervengono i determinate situazioni.

Contenuto sponsorizzato

Il sindaco, fanno sapere da Palazzo Garampi, è molto sereno. Il suo intervento non era di censura rispetto a quello che stavano facendo le due vigilesse ma di segnalazione di una situazione di pericolo per i pedoni che passeggiavano in centro storico per la presenza di numerosi automezzi. Inoltre il sindaco ha contribuito a disinnescare una situazione diventata imbarazzante per la presenza di molti cittadini che simpatizzavano per l’artista di strada.

Scroll Up