Home > Economia > Il sindaco di Olbia contro la proroga di 15 anni delle concessioni demaniali:”il ministro sbaglia”

Il sindaco di Olbia contro la proroga di 15 anni delle concessioni demaniali:”il ministro sbaglia”

Secondo il sindaco di Olbia Settimo Nizzi (di Forza Italia), questa norma sarebbe illegittima. “A oggi è un casino, nel senso che la norma prevista prevede che si debba andare a bando. Il governo nazionale ha fatto una modifica illegittima perché non ha rispettato la norma europea. Sarà difficile che qualcuno si possa assumere la responsabilità di fare atti per i quali possono essere chiamati a rifondere l’erario. Il demanio non può diventare privato, non si può dare per un periodo indefinito senza una gara pubblica”, ha detto Nizzi a Radio Internazionale.

Insomma, lo spauracchio delle infrazioni contro l’Italia sembrerebbe frenare il Comune di Olbia, che sembra attendere direttive chiare dallo Stato.

Infatti secondo il sindaco di Olbia “la spiaggia è un bene demaniale ovvero di tutti i cittadini europei, perciò deve essere salvaguardato da chi, lavorandoci per oltre 15 anni, lo renderebbe di fatto privato. La legge del governo è illegittima e inapplicabile, ci porterà solo a nuove sanzioni”. Il sindaco mette in guardia anche i dirigenti che saranno chiamati a prorogare le concessioni: “i tecnici dei Comuni saranno responsabili di un’eventuale infrazione europea, per la quale dovranno pagare non solo lo Stato italiano, le Regioni e i Comuni, ma anche i dirigenti che firmano le proroghe in contrasto con la sentenza della Corte di giustizia europea, e che un domani potrebbero essere chiamati a rifondere l’erario”.

Nella foto di copertina il sindaco di Olbia

Scroll Up