Home > Eventi Cultura e Spettacoli > Sogliano, la voce di Lelia Serra per “Le donne di Pedretti”

Sogliano, la voce di Lelia Serra per “Le donne di Pedretti”

“Insieme contro la violenza” invita a teatro. Nuovo appuntamento del calendario di iniziative previste dal progetto Insieme contro la violenza II – Verso una cultura della parità di genere, promosso dall’Unione Rubicone Mare con il coordinamento del Centro Famiglie Asp Rubicone e il sostegno della Regione Emilia-Romagna.

Saranno le parole di un autore dalla “voce” unica come Nino Pedretti – tra i grandi cantori romagnoli – al centro della lettura scenica dell’attrice Lelia Serra, in programma sabato 12 ottobre (ore 20.30, ingresso gratuito) al Teatro Turroni di Sogliano al Rubicone. Le donne di Pedretti, il titolo dello spettacolo, con le canzoni di Paola Sabbatani e la chitarra di Daniele Santimone. “Nel panorama dei poeti e scrittori santarcangiolesi ho una viva passione per Nino Pedretti – spiega Lelia Serra – Ho sempre trovato nei suoi testi un’immagine, una storia, un verso che mi rincuorava, che mi era “utile” e voglio pensare che possa essere altrettanto “utile” attraversare le sue pagine con uno sguardo attento al suo mondo al femminile”.

Lo spettacolo si basa sulla lettura di alcuni racconti di Pedretti, raccolti nei lavori in prosa, scritti in italiano, Grammatiche e L’Astronomo e dedicati a figure femminili. Dalla suora alla prostituta, passando per la cartomante, sono diversi i personaggi “ritratti” con sensibilità e in maniera non conformistica. Ad accompagnare le letture di Lelia Serra, la voce di Paola Sabbatani e la chitarra di Daniele Santimone, con una scelta di brani di autrici come Laura Betti e Gabriella Ferri.

Nino Pedretti è stato uno degli animatori del cosiddetto E’ circal de’ giudéizi – il circolo del giudizio -,  quel sodalizio di giovani intellettuali che si formò nel dopoguerra a Santarcangelo di Romagna di cui facevano parte insieme a lui Tonino GuerraRaffaello BaldiniGianni FucciFlavio Nicolini e Rina Macrelli. Nino Pedretti, classe 1923, ha 53 anni quando pubblica la sua prima raccolta di poesie in dialetto, Al vousi, ed è subito un successo. Scomparso prematuramente nel 1981, a 57 anni, le sue opere, i suoi versi, sono un lascito ineguagliabile alla poesia dialettale. Come ebbe a dire Carlo Bo, “Pedretti è uno dei rari poeti per necessità in un tempo ricco di poeti per convenienza o per casuale coincidenza”.

Lelia Serra, attrice, autrice si è occupata a lungo di teatro ragazzi (Franco Passatore, teatro del Sole, teatro delle Briciole, T.P.O) ed ha collaborato per vent’anni con il Groupe ZUR ( Angers, FR). Ha realizzato allestimenti con Bruno Stori, Giulio Molnar, Francesca Bettini, Maurizio Cardillo, Lucia Vasini. Si occupa di formazione e di lettura ad alta voce curando, da qualche anno, il laboratorio di lettura espressiva per la Biblioteca Gambalunga di Rimini e allestendo reading.

Paola Sabbatani, dopo molti anni di lavoro con il Teatro Due Mondi di Faenza, intraprende un percorso individuale di pratica e insegnamento di musica e canto popolare che la porta a esibirsi, con varie formazioni, in Italia e in Europa.

Daniele Santimone, dopo gli studi a Boston nel prestigioso Berklee College of Music, dà avvio a una ininterrotta serie di collaborazioni con grandi musicisti italiani e internazionali, realizzando tournée mondiali e numerose incisioni, alle quali affianca una intensa attività di insegnamento in ambito accademico.

Scroll Up