Home > Ultima ora > Soldi dalla Regione per cultura in Valmarecchia

Soldi dalla Regione per cultura in Valmarecchia

La Regione Emilia-Romagna finanzia con 16 mila euro il progetto “Arti per il contemporaneo, arti per il territorio”, presentato dai Comuni di Bellaria Igea Marina, Poggio Torriana, Santarcangelo e Verucchio.

Nell’ambito della legge regionale n. 37 del 1994 in materia di promozione culturale, la Giunta regionale ha dunque premiato la partnership tra le quattro Amministrazioni comunali, che hanno scelto di presentare unitariamente un progetto fortemente integrato sulle arti contemporanee, per destinare spazi che abitualmente ospitano esposizioni permanenti o altre attività a spettacoli, mostre, concerti e altri eventi legati al contemporaneo sui diversi territori comunali.

Nello specifico, il progetto “Arti per il contemporaneo, arti per il territorio” ha lo scopo di realizzare una rete territoriale fra i quattro Comuni di Santarcangelo (capofila), Bellaria Igea Marina, Poggio Torriana e Verucchio al fine di comporre un’offerta culturale capace di produrre un percorso integrato sulle arti contemporanee, valorizzando contenitori culturali storici attraverso un dialogo con il contemporaneo artistico: Palazzo Cenci (sede del Musas) a Santarcangelo, il Parco culturale di Casa Panzini di Bellaria, il Centro Sociale di Poggio Torriana e il Museo Archeologico di Verucchio sito nell’antico Convento di Sant’Agostino.

Il primo risultato atteso è l’avvio di una stretta collaborazione fra le quattro Amministrazioni comunali su progetti culturali, il secondo la risposta di un pubblico territorialmente esteso e interessato a percorrere itinerari integrati, il terzo l’ottimizzazione dei processi organizzativi.

Il progetto, in parte già sviluppatosi e in corso fino alla fine del 2016, comprende incontri con le compagnie e gli artisti, dibattiti con il pubblico, conferenze d’approfondimento e il coinvolgimento delle scuole del territorio.

La spesa complessiva per la realizzazione del progetto è pari a 37 mila euro a carico delle Amministrazioni comunali, coperta per quasi metà dell’importo dal contributo regionale di 16mila euro.

 

Scroll Up