Home > Economia > Sole 24ore. Qualità della vita 2018, vince Milano, Rimini 20esima

Sole 24ore. Qualità della vita 2018, vince Milano, Rimini 20esima

Milano vince la 29ª edizione della Qualità della vita. Un risultato inedito nell’indagine annuale del Sole 24 Ore. La provincia di Milano  si piazza ben sette volte su 42 nei primi tre posti per le performance conseguite negli indicatori del benessere e conquista così lo scettro di provincia più vivibile d’Italia, dopo averlo sfiorato per quattro volte, fermandosi al secondo posto nel 2003 e 2004 e poi nel 2015 e nel 2016.

Come ogni anno l’indagine del Sole 24 Ore scatta una fotografia delle città italiane, scegliendo di inquadrare la questione della vivibilità urbana tramite 42 parametri per ciascuna provincia (107 in tutto), suddivisi in sei macro aree tematiche (Ricchezza e consumi, Affari e lavoro, Ambiente e servizi, Giustizia e sicurezza, Demografia e società, Cultura e tempo libero), riferiti all’ultimo anno appena trascorso.

Al secondo ed al terzo posto si piazzano Bolzano, in risalita dalla quarta posizione del 2017, e Aosta, in discesa di una posizione dallo scorso anno.
In coda alla graduatoria, invece, si ritrova Vibo Valentia.

Rimini si colloca al 20esimo posto. Ha scalato sette posizioni rispetto al 2017. Nell’area «Cultura e tempo libero» a conquistare il primato sono Rimini , Firenze e Roma.

La migliore delle emiliano romagnole è Bologna che si piazza al 7° posto assoluto tra le province italiane e guadagna ben 7 posizioni rispetto alla gradutoria generale 2017.
Segue Ravenna al 11° posto e la migliore tra le province romagnole guadagna ben 12 posizioni in un anno.
Al terzo posto “regionale”c’è Modena : al 15°posto ma con una ripresa di 11 posizioni.
Subito dietro c’è Reggio Emilia al 18° posto ma perde due posizioni nella classifica generale nazionale rispetto al 2017.
Rimini è al 20°posto assoluto e riprende 7 posizioni nell’analisi generale sulla qualità della vita.
Forlì Cesena è al 25°posto e perde 7 posizioni.
Sotto la top 25 le emiliano romagnole sono Parma al 29° posto e perde 7 posizioni come scade Piacenza che si piazza al 40° posto perdendo altre 5 posizioni.
Ferrara è la peggiore in regione e si posiziona verso la metà classifica nazionale al 47° posto perdendo altre due posizioni rispetto al 2017.

La graduatoria completa

Scroll Up