Home > Cronaca > Sorelle morte a Riccione, aperto fascicolo senza indagati. Esclusi gli esami tossicologici

Sorelle morte a Riccione, aperto fascicolo senza indagati. Esclusi gli esami tossicologici

Al momento l’indagine aperta dalla magistratura di Rimini sull’investimento di Giulia e Alessia Pisanu in stazione a Riccione è a `modello 45´, fascicolo che non prevede notizie di reato, né quindi indagati. Sono anche esclusi per motivi tecnici esami tossicologici sui resti delle due ragazze. Probabile invece un esame del Dna per accertare compiutamente l’identità delle due sorelle visto che il riconoscimento ieri da parte del padre, arrivato a Rimini, accompagnato dal fratello, non può considerarsi definitivo.

Intanto spunta la testimonianza di un ragazzo di 24 anni che aveva accompagnato le due ragazze in stazione in auto. Durante il tragitto in macchina non aveva notato nulla di particolarmente anomalo. La sorella maggiore, Giulia,   gli aveva raccontato di essere particolarmente provata perché aveva lavorato tutto il giorno prima di partire con la sorella per andare a ballare a Riccione. Durante il tragitto, dalla discoteca alla stazione, era stata invece Alessia, la più giovane, a chiedere in prestito il cellulare per poter fare una telefonata al padre. Il suo era scarico e alla sorella avevano rubato borsa e telefonino. Le stesse ragazze erano quindi riusciti a telefonare al genitore per dirgli che sarebbero presto tornate a casa.

(Ansa)

Ultimi Articoli

Scroll Up