Home > Primo piano > Sorpresa al Ponte di Tiberio, nell’invaso l’emozionante video installazione di Eron

Sorpresa al Ponte di Tiberio, nell’invaso l’emozionante video installazione di Eron

Musica evocativa e scenografia suggestiva, quella dell’invaso del Ponte di Tiberio lato parco. Teatro di un’emozionante video installazione firmata da Eron nell’ambito della 36° edizione del Festival Internazionale Cartoon Club 2020. Parliamo di un video proiettato su una getto d’acqua nebulizzato. Un’opera ben visibile da tutta la nuova piazza sull’acqua riminese ma anche dal Ponte appena pedonalizzato fino a settembre. Negli scorsi giorni, in tanti sono rimasti sorpresi già dalle prove affollando a tratti i marciapiedi del ponte per godersi lo spettacolo. Ieri l’opera è stata inaugurata e fino a domenica resterà alle porte del Parco Marecchia, tutti i giorni dalle 21.30 alle 23.

Nei dettagli, l’installazione dà vita alla magnetica visione di una barchetta giocattolo di plastica e chi si troverà a passeggiare di sera sul ponte di Tiberio vedrà la grande e colorata barca giocattolo galleggiare letteralmente sull’acqua dell’invaso, per poi sprofondare con il passare dei minuti in una lenta agonia fino a scomparire del tutto. “Profondo” è infatti il titolo del’opera che  vuole portare l’attenzione sul sempre attuale dramma delle persone che naufragano nel tentativo di cercare un angolo di serenità nella propria vita. 

Un’opera concettuale di grande poesia e forza espressiva che si completa con una composizione musicale originale scritta appositamente da Andrea Felli con la partecipazione del violoncellista Alberto Casadei, realizzata grazie a Farmhouse Studio

Cartoon Club da sempre rivolge attenzione ai temi sociali. A partire da ottobre, nella seconda fase del programma del Festival, proporrà proiezioni di cortometraggi di autori che in tutto il mondo hanno posto il proprio sguardo e la propria arte al servizio di un argomento così importante.

 Eron (Rimini 1973), è un artista italiano considerato tra i più dotati e virtuosi interpreti dell’arte figurativa e della pittura contemporanea internazionale (Enciclopedia Italiana Treccani) ed è uno dei più noti esponenti del graffitismo italiano e della street art a cavallo fra XX e XXI secolo. Le opere di Eron toccano spesso  temi politici e sociali attraverso una ricerca pittorica che unisce potenza, delicatezza, poesia e armonia visiva. I dipinti murali di Eron sono presenti in Italia, Danimarca,  Germania, Norvegia, Portogallo, Francia. Le sue opere sono state esposte in gallerie e musei di tutto il mondo tra cui Chelsea Art Museum New York, Biennale di Venezia, Saatchi Gallery Londra, Galleria Patricia Armocida Milano, PAC Padiglione Arte Contemporanea di Milano, MACRO – Museo d’Arte Contemporanea Roma, Horizon One Gallery, Museo d’Arte Moderna di El Cairo Egypt, Civic Centre Ozumba Mbdiwe, Lagos, Nigeria, Palazzo delle Esposizioni, Roma, Museum for Urban Contemporary Art Berlino, Italian Cultural Institute New York.

 

 

Ultimi Articoli

Scroll Up