Home > Ultima ora economia e lavoro > Spedire pallet, come farlo senza errori

Spedire pallet, come farlo senza errori

I.P.

Spedire un pallet può essere la soluzione migliore per effettuare l’invio di prodotti di grandi dimensioni o pesanti in giro per il mondo. Il motivo di tale preferenza è piuttosto semplice: utilizzare un pallet permette infatti di assicurarsi che la propria merce viaggi in modo stabile e protetto, evitando così dei potenziali danni ai propri prodotti, sia che la spedizione sia per motivi personali, sia che invece sia per scopi aziendali.

Ma come spedire pallet senza errori? Come non commettere sbagli che potrebbero comportare costi aggiuntivi, problemi di invio della merce o, addirittura, l’impossibilità di effettuare la spedizione?

Come imballare in modo corretto

La prima cosa da fare è impegnarsi a imballare i pallet in modo corretto. Fortunatamente, tutta l’assistenza necessaria sarà fornita dallo stesso spedizioniere, al quale sarà dunque possibile rivolgersi per comprendere in che modo comporre nel migliore dei modi il bancale, al fine di garantire la massima resistenza e stabilità del carico, la migliore protezione della merce e, nel contempo, evitare che il bancale risulti incompatibile con la policy dello spedizioniere. 

In linea di massima, i prodotti devono essere collocati e impilati in modo perpendicolare alla superficie del pallet, evitando forme piramidali o facendo sporgere i prodotti dal bancale. Si può inoltre migliorare la protezione attraverso l’uso di parabordi orizzontali e verticali, il posizionamento dei fogli di cartone, l’uso di casse in legno o, ancora, reggiature e fasciature con pellicole termoretraibili. 

Cosa non si può spedire su pallet 

In base alla destinazione della propria spedizione, se nel proprio pacco sono presenti degli oggetti vietati e proibiti, il corriere potrebbe decidere di rimuoverlo e impedire in questo modo la spedizione.

Per poter verificare quali siano i prodotti non oggetto di spedizione è naturalmente consigliabile contattare il corriere, al fine di rendersi conto di quali siano i prodotti incompatibili con la spedizione. 

In generale, non sono inviabili su pallet prodotti come:

  • – liquidi infiammabili come profumi, adesivi chimici, benzina, solventi, resine, liquidi per sigarette elettroniche, smalti;
  • – gas compressi come bombole e gas da campeggio;
  • – armi da fuoco, esplosivi, materiali pericolosi o combustibili;
  • – antichità, valori bollati, opere d’arte e altri oggetti preziosi;
  • – piante, animali vivi e animali morti, beni deperibili;
  • – sostanze tossiche come pesticidi, prodotti chimici agricoli;
  • – materiali radioattivi di ogni tipologia, forma e dimensione;
  • – campioni biologici umani;
  • – denaro, titoli finanziari, oro, assegni.

In ogni caso, per poterne sapere di più è fondamentale verificare le condizioni di spedizione con il proprio corriere di riferimento. Solamente in questo modo sarà infatti possibile comprendere quali sono le soluzioni più dedicate che l’operatore è in grado di offrire a tutta la propria clientela, in riferimento allo specifico materiale da spedire, e allo specifico luogo di destinazione.

Ricordiamo infatti che lo spedizioniere non è “semplicemente” l’operatore che può trasportare da un luogo all’altro un pallet, ma un vero e proprio consulente per le proprie esigenze di mobilità della merce, da contattare ogni qual volta si desideri perfezionare l’efficacia delle proprie strategia di spostamento merci.

Ultimi Articoli

Scroll Up