Home > Ultima ora turismo > Spiagge sempre più a misura di turista in Riviera: ecco tutte le novità

Spiagge sempre più a misura di turista in Riviera: ecco tutte le novità

Stabilimenti sempre più ecosostenibili, spiagge a misura di quattrozampe, arenili accessibili ai disabili. E ancora Hydro e Kitefoil, yoga sulla sabbia, chiringuiti e concerti all’alba. Dai Lidi ferraresi scendendo fino a Cattolica, passando per i Lidi ravennati, Rimini e Riccione, le spiagge romagnole da sempre dettano mode e tendenze con grande attenzione alle esigenze del turista e sguardo costante all’innovazione. Sono le spiagge che propongono servizi per tutti i gusti con un occhio di riguardo a chi ha esigenze ‘speciali’, 110 km di costa dove la qualità e il comfort si sposano con una forte spinta ecologica. Sempre più eco-sostenibile e all’insegna di slogan come: plastic-free e no-smoking, la Riviera si conferma leader per il lancio dei nuovi sport di spiaggia e di mare. Benessere e divertimento sono sempre assicurati.
La filosofia green ed eco-friendly delle spiagge emiliano romagnole
Sempre di più le spiagge della Riviera romagnola propongono uno stile di vacanza che si ispira al green e all’ecologia. Innovazione e costante rinnovo sono le parole d’ordine degli stabilimenti balneari che hanno investito su spazi verdi in spiaggia nel rispetto dell’ambiente e della natura, sostituendo il cemento con materiali sostenibili. Fotovoltaico, pannelli solari e illuminazione a risparmio energetico sono sempre più diffusi nelle spiagge della Riviera. Tutte attuano la raccolta differenziata dei rifiuti con un sistema organizzato di aree ecologiche e tutti gli stabilimenti sono diventati, per ordinanza regionale, ‘plastic free’, cioè è vietata la distribuzione di plastica usa e getta. Un altro comportamento virtuoso della Riviera romagnola è il divieto di fumo sulla battigia, per garantire il benessere dei non fumatori e allo stesso tempo ridurre la presenza di mozziconi. Diversi poi sono i progetti eco-friendly che si snodano lungo la costa: di Legambiente è il progetto “Ecospiagge per tutti”, riconoscimento che raggruppa 35 stabilimenti lungo la costa che devono mettere in atto una serie di comportamenti, come l’educazione ecologica ai turisti, il risparmio idrico, la differenziazione dei rifiuti. In questi stabilimenti sono usati prodotti ecosostenibili, l’illuminazione è a risparmio energetico e l’accesso in spiaggia deve essere attrezzato per chi ha problemi di mobilità http://www.ecospiagge.it/.
“Green Booking” è invece il progetto patrocinato dai Comuni di Cervia, Ravenna, Bellaria Igea Marina, Rimini, Riccione, Misano Adriatico e Cattolica, nei cui hotel, se si prenota una vacanza, si contribuisce a piantare un albero. Sono 850 gli alberi piantumati fino a ora. L’intento è quello di rendere sempre più eco e verde la Riviera, ma anche di sensibilizzare gli ospiti sui temi del turismo sostenibile (https://www.info-alberghi.com/greenbooking/).
 
In Riviera un occhio di riguardo alle disabilità
Anche per l’estate 2021 a Punta Marina, nel ravennate, riapre uno spazio speciale per persone disabili o affette da malattie come Sla, Sma, Sclerosi Multipla, Distrofia Muscolare. Si tratta del tratto libero di spiaggia tra gli stabilimenti Chicco Beach e Susanna, attrezzata e gestita dall’Associazione “Insieme a Te”, patrocinata dall’Amministrazione Comunale di Ravenna. Questo stabilimento balneare speciale è dotato di dispositivi all’avanguardia per l’accesso alla spiaggia e al mare e di particolari accorgimenti indispensabili, come gli attacchi elettrici per i respiratori, ausili per entrare in acqua, sedie e lettini speciali, barelle basculanti. Inoltre l’associazione gestisce quattro appartamenti attrezzati, per trascorrere serenamente una o più settimane nella quiete di Punta Marina (https://www.insiemeate.org/).
In Riviera, la maggior parte degli operatori balneari sono organizzati per accogliere persone affette da disabilità e forniscono strumenti ad hoc per i clienti come, ad esempio, la sedia “job” per accedere al mare. Molti bagni inoltre hanno cercato di abbattere le barriere architettoniche con cabine più larghe e passerelle per agevolare il passaggio delle carrozzine fino all’ombrellone, oppure fino al mare. Sulle spiagge di Cervia è attivo il servizio ‘Bagnino per amico’ che mette a disposizione il fisioterapista gratuito che assiste la persona disabile sia sulla spiaggia che per fare il bagno nel mare. Il servizio è gratuito sia per il cliente che per lo stabilimento balneare ed è finanziato e organizzato dalla Cooperativa bagnini di Cervia (in collaborazione con il Centro Fisioequipe). Per informazioni: https://spiaggecervia.it/:
Autism Friendly Beach è invece un progetto ideato e promosso dall’associazione Rimini Autismo Onlus, con l’intento di offrire alle famiglie di persone affette da autismo la possibilità di vivere serenamente la propria vacanza in Riviera. La Cooperativa Millepiedi mette a disposizione un team di educatori professionali per il supporto alle famiglie (www.riminiautismo.it)
Le spiagge emiliano romagnole sempre più ‘pet friendly’
Per chi ama viaggiare con il proprio cane, l’Emilia Romagna è una delle destinazioni più accoglienti. Dal 2002 la Regione Emilia Romagna ha avviato un percorso per l’ospitalità degli animali in spiaggia. Oltre alle spiagge libere dove i cani sono permessi, sono sempre di più gli stabilimenti balneari attrezzati per accogliere gli amici pelosi con percorsi dedicati ai cani, aree di sgambamento, ombrelloni, docce e piccole piscine per cani, corsi di addestramento gratuiti e dog menu. In quasi tutte le località, poi, la balneazione dei cani è ammessa dalle ore 06.00 alle 7.30 del mattino e dalle 19.00 fino al tramonto.
Il Comune di Ravenna ha deciso l’ingresso libero agli animali in diversi tratti di spiaggia libera: a Marina di Ravenna, nel tratto di 80 metri adiacente al lato nord dello stabilimento balneare Ruvido; a Casalborsetti, nel tratto di spiaggia libera della lunghezza di circa 70 metri a sud dello stabilimento balneare Overbeach; a Marina Romea nel tratto di spiaggia libera di 100 metri circa, tra i campeggi Reno e Romea; a Lido Adriano, nel tratto di 80 metri circa a nord dello stabilimento balneare Oasi; a Lido di Classe nel tratto di spiaggia libera, a nord della scogliera, trasversale alla foce del fiume Savio; a Lido di Savio nel tratto di spiaggia libera della lunghezza di 40 metri a sud della scogliera, trasversale alla foce del fiume Savio. A Cattolica i cani possono accedere alla battigia ed entrare all’Altamarea Beach Village, mentre ai Lidi di Comacchio i tratti di spiaggia libera di Lido di Spina, Lido degli Estensi, Lido di Volano e Porto Garibaldi accolgono gli animali domestici.
E non mancano stabilimenti balneari “su misura”, come il Bagno 82 “Rimini Dog no problem” di Rimini, dove i proprietari hanno realizzato uno stabilimento dedicato esclusivamente agli amici a 4 zampe e l’accesso è consentito solo ai cani con i loro i padroni. Sono 52 i box attrezzati e circa 50 gli ombrelloni ideati per il cane. Non mancano fontane e docce per mantenere freschi i nostri amici a quattro zampe. A Riccione c’è la brandina con il parasole per gli amici pelosi. Si chiama “Lillimia” ed è un vero e proprio lettino adatto agli animali domestici. Si può prenotare al Golden Beach, sul Lungomare della Repubblica, e al Bagno Giulia, sul Lungomare della Libertà, stabilimenti balneari che offrono agli amici a 4 zampe anche altri servizi, come gli arenili dedicati e le aree di sgambamento. A Lido degli Estensi c’è il Maremoto Bau Beach, grande spiaggia attrezzata per accogliere gli amici a 4 zampe di ogni dimensione. Compreso nel prezzo dell’ombreggio anche l’ingresso con i cani; inoltre sono inclusi il dog kit, la doccetta riservata, l’area sgambamento, l’agility Dog e le fontanelle l’acqua fresca. È consentito l’ingresso a bar e ristorante ed è presente anche un menu dog food.
La tecnologia a servizio delle spiagge romagnole
Attente alle proposte tecnologiche le spiagge romagnole sposano una nuova concezione dello stabilimento balneare, diventando sempre più smart, dinamiche e attente alle esigenze dei propri fruitori. La Riviera romagnola è stata la prima in Italia ad offrire 110 km di costa coperti dal wi-fi gratuito, messo a disposizione sia dalle associazioni dei bagnini che dai singoli stabilimenti balneari. Decine poi sono le piattaforme per la prenotazione online dei servizi di spiaggia, dall’ombrellone al pranzo. Tra queste www.spiagge.it, progettata da venti stabilimenti di Rimini, nata da un’idea di due riminesi, che permette di gestire tutti i servizi accessori alla spiaggia: per le prenotazioni online, per il ristorante o per ordinare al bar comodamente dall’ombrellone. Ma anche altri servizi hanno iniziato a fare il loro ingresso negli stabilimenti balneari come nel caso del Bagno Conchiglia 186 di Cervia che quest’anno sfoggia gli ombrelloni che si aprono in maniera automatica grazie al sole (https://www.facebook.com/bagno.conchiglia).
La Riviera romagnola capitale degli sport sulla sabbia
Teqball, Teqvoly, Touchtennis sono i nuovi sport di spiaggia, ma nei 110 km di costa non c’è stabilimento balneare che non sia attrezzato con impianti e campi sportivi, dal Paddle all’ormai conosciutissimo beach volley passando per le tradizionali bocce.
Il Teqball, di moda già dall’anno scorso, è sbarcato in quasi tutti gli stabilimenti balneari della Riviera Romagnola. Gioco perfetto per la spiaggia, consiste in uno scambio di palla intorno a un tavolo curvo dotato di una rete compatta per garantire che la palla rimbalzi sempre, assicurando un gioco continuo e dinamico, ma soprattutto adatto a chiunque. Diversi i tornei in Romagna, con il Bagno Fantini di Cervia che il 4 luglio ospita il Campionato Italiano. Evoluzione del Teqball è poi il Teqvoly: lo stesso tavolo incontra anche il gioco del volley adatto a tutti gli appassionati beach volley. Il Teqvolley permette di praticare le stesse movenze della pallavolo, ma in poco spazio. La vera novità 2021 è il Touchtennis, via di mezzo fra tennis e paddle, che si sta velocemente diffondendo nel mondo. Il Bagno Fantini di Cervia si è già attrezzato e lo propone come sport dell’anno. Ideale per tenersi in forma, si pratica su fondo duro, ma in un campo di dimensioni più ridotte rispetto al tennis, con racchetta più piccola e palline brevettate che “viaggiano” meno velocemente, con lo scopo di facilitare un maggior numero di scambi. http://www.fantiniclub.com
Al Bagno Coco Beach 106B a Marebello (Rn) c’è il Calcio Biliardo, che si gioca con i piedi, anziché con le stecche, con i palloni numerati al posto delle biglie, ma si disputa su un campo che riproduce un vero tavolo da biliardo, con tanto di panno verde e buche laterali e le regole sono le stesse del biliardo americano (https://www.facebook.com/Cocobeach106b).
L’imbarazzo della scelta per gli appassionati di sport d’acqua
Kitesurf, Hidrofoil, Kitefoil Flyboard, Surf, Windsurf, wakeboard, ma anche Sup (Stand Up Paddle)  e immersioni. Il mare della Riviera romagnola offre un ampio ventaglio di sport d’acqua per soddisfare le esigenze dei turisti appassionato. Ogni tratto di costa propone corsi di Wind e Kite surf e ovunque si possono trovare le attrezzature per sfiorare l’acqua pagaiando con la tavola Sup. Corsi decisamente originali sono quelli che sul Sup prevedono esercizi di yoga, pilates, streching o ginnastica funzionale, rivolti a chi vuole migliorare e potenziare la propria forma fisica, con particolare attenzione ai muscoli stabilizzatori.
L’Hydrofoil è l’evoluzione degli sport d’acqua del momento, una tavola con una grande pinna in carbonio che funge da deriva permette di planare sull’acqua tanto da rendere l’idea che il rider voli, mentre agganciati a un kite si può praticare il Kitefoil. Un grosso centro che organizza corsi e noleggia attrezzatura è a Porto Corsini, l’Adriatico Wind Club, che dispone di 15.000 mq. di spiaggia ed una kitebeach dedicata (www.adriaticowindclub.com).
Molto divertente e adatto per chi ha una certa dose di coraggio, è invece il volo con Flyboard che si può provare al Centro Nautico di Bellariva di Rimini. Grazie a questa particolare tavoletta si può decollare e tuffarsi nell’acqua. Info: Tel. 335/374641 e http://centronauticobellariva.it/flyboard-3/. Altra proposta dell’estate è il wakeboard, sport da tavola di recente diffusione che nasce dalla fusione tra lo sci nautico e lo snowboard.
Da provare al centro nautico a Rivazzurra e al Bagno 8 a Marina Centro Rimini. Per fare un giro su una bicicletta acquatica a Rimini le IdroBike si trovano al Bagno 26 di Marina Centro o di fronte al Bagno 106B a Marebello – Coco Beach. Sempre presso il centro nautico Bellariva, da quest’anno è possibile prenotare suggestive uscite all’alba con il Sup, mentre all’Est Coast Nautic Fun di Lido San Giuliano (RN) si può affittare il sup da 5 persone lungo 8 metri. Una vera e propria sala giochi in acqua, 12 metri di gonfiabili, si trova invece al Blu Beach Center di Rimini.
Nel mare romagnolo si possono fare anche immersioni subacquee, alla ricerca dei microcosmi sottomarini. Diversi sono i siti che si possono esplorare come tralicci, carghi e navi affondate e adagiate sul fondo del mare. Un’avventura sottomarina si può fare ad esempio alle Piramidi di Miramare, blocchi di cemento al largo di Rimini, “casa” di un’infinità di specie marine. Il relitto più conosciuto tra quelli che giacciono sui fondali della Riviera , invece, è il Paguro, così chiamato dal nome della piattaforma petrolifera che nel 1965 esplose e sprofondò nelle acque al largo di Lido Adriano. Un’immersione in quest’area di 6.000 metri quadrati garantisce ai sub lo spettacolo emozionante dell’incontro con varie specie della fauna marina, anche in notturna. Un altro sito di immersione è poi l’Isola delle Rose, piattaforma artificiale di 400 mq costruita nel 1968 al largo della costa riminese, che si autoproclamò Stato indipendente e fu affondata dallo Stato poco tempo dopo (per informazioni: https://diveplanet.org/).
 
In Riviera si pratica Yoga guardando il mare
All’insegna del benessere sempre più spiagge offrono corsi di yoga e meditazione, pratiche che trovano nel rapporto con il mare una dimensione speciale. Un ricco programma di eventi legati alla pratica dello yoga vengono organizzati sulle spiagge e sui waterfront della Riviera. Dal 27 al 29 agosto a Milano Marittima e Cervia si svolge “Yamm Festival”, una “tre giorni” interamente dedicata alla pratica, alla scoperta e alla diffusione dello Yoga e delle nuove pratiche ludiche emergenti, fondate sulla ricerca dell’equilibrio e armonia con la natura. Tra le attività previste anche una sessione di yoga all’alba in riva al mare a Milano Marittima (http://yammfestival.it/).
Torna sulla Riviera di Rimini, da Igea Marina a Misano Adriatico, l’iniziativa Spiagge del Benessere, dal 21 giugno al 3 settembre, con 1000 incontri di benessere in spiaggia. Coinvolti 16 spiagge, 40 bagni, 50 operatori del benessere (www.lespiaggedelbenessere.it).
Yoga al sorgere del sole anche sul lungomare di Riccione in collaborazione con il Bagno 80/81, con il programma Albe in controluce. nel bellissimo scenario del giardino di Villa Mussolini. Dal 19 giugno al 4 settembre, tutti i sabati dalle ore 6, si potranno accogliere i primi raggi del sole nell’aria tersa del primo mattino, nel respiro del corpo e della mente, come insegna l’antichissima disciplina. ingresso libero fino ad esaurimento posti. (www.riccione.it). La vera tendenza della Riviera è lo yoga sul Sup, una tecnica che richiede equilibrio e concentrazione. Tra gli stabilimenti che propongono i corsi di Sup Yoga da provare il Bagno Fantini di Cervia (https://www.fantiniclub.com) e l’Aloa Beach di Marina Romea (http://www.alohabeach.it).
Piscine in spiaggia, sempre più di moda in Riviera
Si trova a Misano la prima biopiscina “naturale” in spiaggia alle “Spiagge della Luna”. Nata tra i bagni 39 e 46, non ha fondamenta in cemento armato e si basa su sistemi naturali. Riproduce il bagnasciuga, rappresentato dall’andamento curvilineo delle vasche con diverse altezze, dalle spiaggette e dalla cunette di sabbia, ma con l’aggiunta di idromassaggi e giochi, per una superficie complessiva di         226 metri lineari. Per info: http://www.bagninimisano.it/
L’ Altamarea Beach Village di Cattolica propone la zona benessere con la nuova piscina di acqua salata e riscaldata. Accanto c’è la piscina con il gioco d’acqua per i bambini. Ayurveda e massaggi olistici completano la ricca offerta wellness di questo stabilimento e novità dell’estate 2021 sono le lezioni di Pilates sul confortevole green, rinfrescati dai nebulizzatori. Per info: /http://www.altamareabeachvillage.it/.
Al Bagno Holiday di Milano Marittima la piscina in spiaggia è doppia: una all’aperto con idromassaggi e cascate e l’altra che si può coprire e riscaldare per le giornate più fredde magari primaverili o autunnali. Novità del 2021 è poi la piscina del Bagno Marachella a San Mauro Mare. A pochi passi dal mare, la moderna piscina di acqua naturale e sale, si presenta con una caratteristica forma ad onda. Non manca una cascatella, l’idromassaggio e il bar.
A Rimini i nuovi stabilimenti ispirati al Parco del Mare
Una spiaggia da vivere tra tradizione e innovazione, dove predominano materiali ecologici e spazi verdi nel rispetto dell’ambiente e della natura. Diversi stabilimenti balneari di Rimini hanno scelto il restyling votato al green per l’estate 2021 per proporre un nuovo concetto di sostenibilità e benessere in linea con il progetto di riqualificazione urbana e ambientale del Lungomare di Rimini: il Parco del mare. Giardini e arredi in materiali naturali sono alla base dei nuovi stabilimenti balneari: Bagno Kamoke, Bagno Giorgio, Bagno Belvedere di Marina Centro, con un giardino di oltre 500 mq e una grande area benessere, arricchita da una piccola spa e da vasche idromassaggio –, ‘Le Fontane – Family beach‘, i bagni 44 e 45 nord e il Bagno 43 di Viserbella. A Torre Pedrera troviamo il ‘BélaBurdéla‘ seguito dall’adiacente Bagno Rinato mentre i bagni 3 e 4 di Rivabella insieme hanno dato vita a un nuovo grande villaggio sulla spiaggia con il nome aMARacmand (https://www.facebook.com/aMARacmand).
 
I Chiringuito sulla spiaggia di Rimini e le novità del Boabay
Assaporare un tramonto gustando un drink con i piedi nell’acqua: si può fare nei circa trenta Chiringuito, i chioschi mobili in riva al mare presenti ormai lungo tutta la costa di Rimini. E da metà giugno riapre anche il Boabay, fra i più grandi parchi acquatici galleggianti. Situato davanti agli stabilimenti balneari dal 47 al 62, è composto da decine di gonfiabili modulari costituiti da scivoli, tunnel, rampe inclinate, piattaforme, tappeti elastici, e persino un gigantesco iceberg da “scalare”.
Da questa estate, a partire dall’ora del tramonto, Boabay, propone dj set fra le onde e, incluso nell’ingresso, aperitivo ai Chiringuito sulla spiaggia del bagno 47 e del bagno 60. Per info: www.boabay.it
Sulle spiagge di Riccione dal Chiringuito ai concerti all’alba
Sono tredici i Chiringuito nati sulla spiaggia di Riccione, l’ultimo inaugurato per il 2021 al Bagni Nino & Nando nella zona centrale di Riccione. Aperti dalla mattina alle 8,00 fino a tarda serata, coffrono colazioni, brunch, frutta, aperitivi, degustazioni e musica. Ma è quello dell’aperitivo l’orario più gettonato. Per gli amanti della musica soft invece dal l 18 luglio al 29 agosto torna, ogni domenica, Albe in controluce, i concerti al sorgere del sole sulla spiaggia di Riccione. Sette gli appuntamenti del 2021. La rassegna, attesa e amata da turisti e residenti, è divenuta cifra identitaria dell’estate adriatica e quest’anno propone protagonisti del calibro di Frida Magoni Bollani e Fabio Concato.
L’arte del mosaico si impara in spiaggia con Mosaico in tour
Si chiama “Mosaico in tour” ed è una vera e propria officina del mosaico che si muove su quattro ruote con a bordo attrezzi, insegnanti e, soprattutto, le piccole tessere di vetro con cui creare i mosaici. Organizzato dall’Associazione “Il Cerbero” consiste in 70 laboratori che si svolgono in spiaggia dai Lidi di Comacchio a Cesenatico, passando per Ravenna, Cervia e Milano Marittima. Dalle basi teoriche si passa alla realizzazione di un mosaico con materiali d’uso e attrezzi che sono gli stessi impiegati dagli artisti mosaicisti e le stesse paste vitree che usavano gli antichi. I corsi durano tre ore e sono a carico degli stabilimenti balneari, quindi gratuiti per i turisti. Per info: 335/8151821
 
Ai Lidi ferraresi tra biciclette, tartarughe e delfini
È un’emozione unica ed è il sogno di grandi e piccoli quello di trovarsi faccia a faccia con un delfino o una tartaruga di mare. Questi esemplari delle acque marine quest’anno si possono vedere nei Lidi ferraresi a bordo di una barca, accompagnati da un esperto naturalista, con il quale si può raggiungere l’area di mare in cui vivono le tartarughe e i delfini del Delta del Po. Sono specie che da sempre popolano le acque di questo mare ma, da alcuni anni, il numero degli esemplari è decisamente cresciuto tanto da costituire una vera novità naturalistica. Info: 0533 81302 / 346 5926555.
Al Bagno Pomposa Bicigrill invece protagonista è la bicicletta. Lo stabilimento mette a disposizione un sistema di gonfiaggio pneumatici, gli attrezzi base per l’assistenza, un sistema di ricarica delle batterie per le e-bike e un’area per il deposito di bici e monopattini, nonché gli attrezzi per riparare in autonomia la propria bici.
 
Sui Lidi di Ravenna si celebra Dante Alighieri
A Ravenna si celebra Dante sulle spiagge, nell’anniversario dei 700 anni dalla morte, con una mostra della Cooperativa Spiagge Ravenna che espone, in tutti gli stabilimenti balneari del litorale ravennate, oltre 200 tele romagnole stampate a mano raffiguranti il Sommo Poeta con il caratteristico color ruggine su tela naturale. Sono realizzate dalla storica Stamperia Pascucci di Gambettola, che tramanda dal 1826 saperi e tecniche di questa arte e che per questa mostra ha utilizzato un particolare stampo con l’effige di Dante Alighieri, utilizzato nel 1921 per celebrare il 600° anniversario della morte.
Le Spiagge “oasi” di Cesenatico
Le spiagge libere di Cesenatico tra opere artistiche, “Tende al Mare” e tamerici, offrono non solo uno scenario diverso e colorato, ma anche un po’ di ombra ai visitatori. Una è la spiaggia libera di Zona Cesarini che può essere definita la spiaggia libera “più attrezzata d’Italia”: docce calde e fredde, biblioteca, servizi igienici, free wi-fi e ricarica cellulari. Inoltre sfoggia due campi da beach volley, un’ampia area dedicata ai bambini, una carrozzina per consentire alle persone diversamente abili di fare il bagno, un’ampia area “pet friendly”. Tutti servizi gratuiti. Info: http://www.zonacesarini.org/. A Valverde di Cesenatico invece si trova il primo esempio di arenile rinaturalizzato. È la Spiaggia libera delle Tamerici che quest’anno è stata rinfoltita con nuove piantumazioni. Un arenile libero dove ci si può stendere all’ombra di queste profumate piante. I servizi essenziali come le cabine spogliatoio e le docce sono state realizzati con pali di castagno e l’acqua tiepida è garantita dal surriscaldamento del suolo. Anche la passerella non è certo comune, per realizzarla è stata impiegata una pietra composta da materiale di recupero, pur integrandosi perfettamente con questo ambiente così naturale.
 

Ultimi Articoli

Scroll Up