Home > Ultima ora cronaca > Suicida in casa moglie di un ergastolano

Suicida in casa moglie di un ergastolano

Una donna di 47 anni di nazionalità albanese è stata trovata morta dal figlio 22enne nella sua abitazione di via Padre Igino Lega, a Viserba Monte.

Il figlio ha trovato la madre a terra piena di sangue per ferite profonde alla gola e in altre parti del corpo. Gli inquirenti stanno ricostruendo la scena per capire lo svolgimento dei fatti. Una delle ipotesi più accreditate è quella del suicidio. Molti indizi spingono in questa direzione.

La donna soffriva da tempo di depressione molto probabilmente anche a causa della situazione famigliare. Il marito è Sadik Dine condannato all’ergastolo, per avere aiutato il nipote, Dritan Demiraj, nel duplice omicidio di Lidia Nusdorfi e di Silvio Mannini assassinati tra il 28 febbraio e il 1 marzo 2014. Oltre alla depressione della donna altri indizi vanno nella direzione del suicidio. La porta di casa era chiusa dall’interno, l’appartamento era in ordine e non presentava nessun segno di una eventuale colluttazione. Le ferite sono compatibili con colpi auto inferti da parte della donna. In ogni caso l’autopsia già predisposta dalla Procura di Rimini ha stabilire con più precisione le cause della morte.

Ultimi Articoli

Scroll Up