Home > Ultima ora Attualità > Termina il servizio di salvataggio in spiagga, la Cgil: “Fino al 16 settembre, si salvi chi può”

Termina il servizio di salvataggio in spiagga, la Cgil: “Fino al 16 settembre, si salvi chi può”

E’ terminato ieri il servizio di salvataggio sulle spiagge riminesi. A insistere sulla possibilità di allungare il periodo di servizio dei bagnini è stata in più occasioni la Cgil.  Che in un comunicato diffuso alla stampa ha annunciato di aver preso atto dell’impossibilità di procedere a un confronto anche istituzionale sul tema.

“Sul tema dell’allungamento della stagione balneare abbiamo chiesto che i Comuni convocassero i tavoli preposti a valutare l’allungamento del servizio di salvamento obbligatorio sulle spiagge. Questo tema però è un tabù a quanto pare: o il tavolo lo richiedono le associazioni dei bagnini o non se ne parla proprio. Del resto, la politica, sul merito della questione, ha evidenziato un silenzio assordante e trasversale. Come se esistesse già un partito dei bagnini, che parte da destra ed arriva a sinistra.

Ne prendiamo amaramente atto: su queste concessioni demaniali gli interessi particolari appaiono prevalere su quelli generali.

Il cielo promette una settimana di bel tempo e le scuole sono ancora chiuse, ma non c’è meteo o calendario scolastico che tenga: una settimana in più di lavoro per i Marinai di Salvataggio costa troppo.

Noi diciamo che un servizio pubblico essenziale preposto a mettere in campo le migliori professionalità per salvare vite umane non costa mai troppo.

Da oggi al 16 settembre si salvi chi può”.

Ultimi Articoli

Scroll Up