Home > Ultima ora cronaca > Traffico anabolizzanti, riccionese beccato a RiminiWellness nei guai con altri cinque

Traffico anabolizzanti, riccionese beccato a RiminiWellness nei guai con altri cinque

C’è anche un riccionese fra i denunciati dai carabinieri dei Nas di Ancona per aver commercializzato medicinali ad azione dopante. Sei in tutto i bodybuilder indagati, cinque dei quali, tutti fra i 30 e i 35 anni, risiedono nei dintorni di Fabriano, dove frequentano la stessa palestra. Il riccionese, loro coetaneo, è stato invece sorpreso con gli anabolizzanti nei giorni scorsi durante RiminiWellness; le intercettazioni telefoniche lo hanno poi messo ulteriormente nei guai.

Secondo gli inquirenti, tutti e sei avrebbero venduto fuori dai canali legali sostanze medicinali ad azione dopante di provenienza illecita e, pertanto, da ritenersi non sicure. Sarebbero state su internet, ma anche in farmacia usando ricette mediche con timbri e firme contraffatti.

La Procura di Ancona ha disposto una serie di perquisizioni cche hanno portato al sequestro di 20 confezioni e 2 blister di sostanze/farmaci ad azione anabolizzante (tamoxifene, mesterolone, drostanolone, trembolone acetato, desametasone, metilprednisolone, gonasi, winstrol, trenbolone e letrozolo) per un valore stimato di circa 1000 euro.

Scroll Up