Home > Ultima ora cronaca > Traffico cuccioli, perquisizioni in tre regioni dopo indagini Forestali Morciano

Traffico cuccioli, perquisizioni in tre regioni dopo indagini Forestali Morciano

Nell’ambito di attività d’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Rimini, i militari della Stazione Carabinieri Forestale di Morciano di Romagna, collaborati dai militari dei Reparti Carabinieri Forestali dei N.I.P.A.A.F. di Alessandria e di Reggio di Calabria, hanno dato esecuzione a diverse perquisizioni nelle regioni Emilia Romagna, Piemonte e Calabria, dopo diversi illeciti riscontrati in materia di traffico illecito di animali da compagnia e maltrattamento animale.

Tutto inzia nel 2020, quando per quei reati vennero denunciati due cittadini italiani residenti a Misano Adriatico; gli accertamenti conseguenti permettevano ai Carabinieri Forestali della Stazione di Morciano di Romagna di individuare una serie di persone residenti in varie regioni d’Italia,  che organizzavano viaggi dall’est Europa verso la Romagna, allo scopo di introdurre cani di razza “bouledogue francese”, tutti privi dei necessari sistemi di identificazione individuale ed in condizioni di salute non adatte ad affrontare lunghi viaggi. Gli animali così introdotti venivano dotati di microchip in Italia e registrati presso le Anagrafi Regionali degli animali di affezione italiane per poi, successivamente, essere venduti come “nati in Italia”.

Le perquisizioni di oggi hanno fornito ulteriori elementi utili alla prosecuzione delle indagini. Hanno riguardato cittadini italiani, tra cui anche un veterinario, i quali, a vario titolo, hanno concorso nell’organizzare le attività necessarie ad introdurre illecitamente in Italia animali da compagnia, così eludendo i controlli delle Autorità preposte.

Ultimi Articoli

Scroll Up