Home > Cronaca > Tragedia a Villa Verucchio, muore a 9 anni durante l’allenamento di calcio

Tragedia a Villa Verucchio, muore a 9 anni durante l’allenamento di calcio

Tragedia nel tardo pomeriggio di ieri a Villa Verucchio. Un ragazzino di 9 anni è morto mentre stava facendo allenamento con la sua società di calcio.

La seduta di allenamento – com’è noto, unica attività sportiva consentita dalle norme anti-covid – si stava tendendo al parco Marecchia.

Mentre si stava allenando compiendo lo slalom intorno ai coni, all’improvviso il ragazzino si è sentito male ed è caduto al suolo. Gli allenamenti di calcetto a cinque si stavano svolgendo nel pieno rispetto delle norme anti-covid, senza contatto e in maniera individuale, alla presena di più allenatori della ASD Villa Verucchio.

Inutili tutti i tentativi di rianimarlo, effettuati subito dagli allenatori con il primo soccorso e immediatamente dopo da parte del medico del 118 giunto tempestivamente sul posto, che ha praticato il massaggio cardiaco: il decesso è stato pressoché immediato.

Il dramma ha sconvolto la comunità; il ragazzino era figlio di un noto commerciante del luogo. Sul posto anche i Carabinieri per gli accertamenti del caso, che hanno poi interrogato tutti i presenti. Le esequie si svolgeranno dopo l’autopsia.

“L’amministrazione partecipa commossa al dolore della comunità e si stringe intorno alla famiglia del bimbo di 9 anni deceduto improvvisamente ieri sera sul campo da gioco – scrive la sindaca di Verucchio, Stefania Sabba, dalla sua pagina Facebook – . Non ci sono parole per consolare i genitori e i parenti per questa grave perdita. Il nostro abbraccio va anche alla società sportiva alla quale il piccolo era iscritto ed ai suoi compagni di squadra. Ieri sera tutti noi abbiamo perso un amico, un figlio, un pezzo di cuore. Il cielo ha guadagnato un nuovo angelo. Riposa in pace piccolo! In occasione del funerale sarà indetta una giornata di lutto cittadino”.

 

Scroll Up