Home > Ultima ora Attualità > Tratta dei baby calciatori. Prosciolto il procuratore riminese

Tratta dei baby calciatori. Prosciolto il procuratore riminese

A luglio 2017 la polizia di Prato aveva eseguito quattro misure cautelari – tra cui quelle a carico del presidente delPrato calcio Paolo Toccafondi (inibizioni per 4 mesi dal calcio) e della Sestese (arresti domiciliari) – e numerose perquisizioni per immigrazione clandestina, falso documentale e favoreggiamento a carico di persone legate al mondo del calcio. Dalle intercettazioni telefoniche era emerso che si volevano organizzare partite di calcio nei centri di accoglienza per migranti per reclutare i ragazzini più promettenti. Oppure fare arrivare i baby calciatori con i barconi dei migranti per poi reclutarli in Italia.

Per questa parte delle indagini sono stati indagati anche alcuni esponenti del mondo del calcio riminese. Si trattava del procuratore sportivo di Santarcangelo Mauro Cevoli, di Walter Macrelli e Veniero Semprini . Secondo le indagini della polizia toscana, i tre avrebbero favorito l’ingresso di due minorenni in Italia per poi farli giocare in varie squadre.

La difesa ha potuto dimostrare la correttezza della documentazione dei due minorenni. Il Gip ha deciso per l’archiviazione di questa parte dell’indagine.

 

Scroll Up