Home > Economia > TRC, cosa manca a Rimini e Riccione per partire

TRC, cosa manca a Rimini e Riccione per partire

Il 2019 è l’anno che vedrà l’inaugurazione il TRC (Trasporto Rapido Costiero) o, come è stato ribattezzato, Metromare. I prossimi mesi si presentano impegnativi, per risolvere ancora punti importanti  che riguardano l’organizzazione complessiva del trasporto pubblico locale. Eccone alcuni fra i più importanti.

Collegamento fra stazione di Riccione e le Terme. Il Trc, in corsia protetta si ferma alla stazione di Riccione. Due le soluzioni possibili. La prima è che i mezzi del Trc escano dalla corsia protetta ed arrivino sino alle Terme sulla viabilità ordinaria. La seconda è quella di prevedere il collegamento con delle navette tra la Stazione e le Terme. I tecnici, ma non solo, consigliano la soluzione delle navette. Fare uscire i mezzi del Trc dalla corsia protetta significa non garantire più le frequenze ed i tempi di percorrenza. Inoltre l’autonomia fuori dalla linea elettrica dei nuovi mezzi è limitata essendo un mezzo esclusivamente elettrico. E’ in corso il confronto con l’amministrazione comunale di Riccione.

Collegamento con l’aeroporto Fellini. La stazione del Trc dista circa 500 metri dall’uscita dell’aeroporto. Una distanza che sconsiglia molti viaggiatori a coprire quel tragitto a piedi con valigie al seguito. Si stanno valutando più di una soluzione, compresa quella di navette automatiche (senza personale di guida) che facciano la spola. I problemi per questa soluzione riguardano i costi e il numero di passeggeri dell’Aeroporto.

Lo stesso problema si pone nella parte di territorio riminese dove le stazioni del Trc sono ad una distanza dalla prima linea degli alberghi di oltre 500 metri (Marina Centro sino ad oltre via Tripoli in direzione sud). In questo caso l’ipotesi è sempre stata quella di una linea circolare di bus che serva anche altri poli funzionali di Rimini.

Per questa nuova linea sono studio due soluzioni:

1) una circolare che partendo dalla Stazione di Rimini serva tutta la zona mare sino a Viale Firenze per poi proseguire verso l’Ospedale di Rimini ed il Centro studi della Colonnella per chiudere il cerchio tormando in stazione.

2) una seconda soluzione sarebbe quella di una circolare che chiude su via Pascoli per poi congiungersi alla Stazione. Evidente che la prima soluzione sarebbe più completa ma anche dai costi e tempi di percorrenza più importanti.

C’è poi da completare la sala di controllo dei Metromare presso il capolinea in Stazione a Rimini. I lavori dovrebbero essere ultimati in primavera per collaudare tutto il tracciato dal punto di vista tecnologico e non solo quello ingegneristico. come è già stato fatto,

Consegna di tutti i mezzi ordinati. Il completamento della fornitura avverrà molto probabilmente a fine del 2019. Sino ad allora il Trc potrà funzionare con i mezzi di Start Romagna.

Tutti questi aspetti, compresi quelli delle autorizzazioni, detteranno i tempi di avvio della nuova infrastruttura.

Scroll Up