Home > Economia > Turismo. Per l’Osservatorio la riviera perde turisti. Si spera in agosto

Turismo. Per l’Osservatorio la riviera perde turisti. Si spera in agosto

Il movimento turistico rilevato per la Riviera dell’Emilia-Romagna nel periodo gennaio-luglio 2019 presenta un incremento del +0,5% degli arrivi ed una leggera flessione del -0,1% delle presenze. In diminuzione la clientela nazionale (-0,4% di arrivi e -0,6% di presenze), in crescita quella internazionale (+4,0% di arrivi e +1,4% di presenze).

Sono le analisi dell’Osservatorio sul turismo dell’Emilia-Romagna in collaborazione con Trademark.

Il movimento turistico nella Riviera dell’Emilia-Romagna nel trimestre maggio-luglio registra una diminuzione degli arrivi del -2,5% e delle presenze del -2,1% (dati provvisori). In calo sia il movimento della clientela italiana (arrivi -3,4%, presenze -2,7%) che di quella stranieri (arrivi +0,7%, presenze -0,4%).

I singoli mesi dell’estate 2019 presentano il seguente andamento rispetto allo stesso periodo del 2018, confermando le anticipazioni del sondaggio sugli operatori della Riviera (367 risposte valide) effettuato da Trademark Italia nella prima decade di luglio:

Il bilancio complessivo della stagione estiva risentirà sensibilmente dell’andamento del mese di agosto (che storicamente pesa per oltre il 40% del movimento complessivo del periodo maggio-settembre), che al momento presenta proiezioni positive in particolare nella seconda parte del mese.

Il movimento autostradale rilevato nel trimestre maggio-luglio conferma questo trend

Nei primi mesi dell’estate 2019 la meteorologia ha influito sensibilmente sul bilancio turistico della Riviera, con temperature (reali e percepite) superiori alla media del periodo, ma anche con un’elevata instabilità che comporta in taluni casi fenomeni estremi.

Le previsioni di maltempo troppo anticipate, che hanno riguardato in particolare i week-end di luglio, spesso sono state corrette sotto data, compromettendo il movimento (e il giro d’affari) in numerosi fine settimana.

Nel complesso del trimestre maggio-luglio, si riducono le giornate di sole (-5 rispetto al 2018, a causa dell’elevata instabilità di maggio), aumentano quelle variabili (+2) e quelle con tempo “turisticamente brutto” (nuvoloso/pioggia +3).

Scroll Up