Home > Politica > Turismo Romagna: arriva Giannini al posto di Ceccarelli

Turismo Romagna: arriva Giannini al posto di Ceccarelli

Cambio alla guida del turismo romagnolo.

Il Presidente della Destinazione Romagna sarà  l’attuale Sindaco di Misano Stefano Giannini.

Giannini, 60 anni, avvocato sindaco di Misano dal 2009 .In qualità di Sindaco fa attualmente parte del coordinamento dei Soci di riferimento di Romagna Acque Società delle Fonti SPA.
E’ attualmente uno dei 9 amministratori locali della Regione che compongono l’assemblea di ATERSIR Emilia Romagna.

Giannini di fatto prende il posto del sindaco di Bellaria Ceccarelli che fino ad oggi ha guidato l’Unione prodotto Costa.

Nella realtà, Giannini sarà il primo presidente della neonata Destinazione Romagna, prevista dalla nuova legge regionale sul turismo approvata nel 2016 dalla Regione Emilia Romagna.

Una legge che vede tante novità, ad iniziare dalla valorizzazione delle destinazioni turistiche di area vasta e dei prodotti di eccellenza attraverso politiche di marketing territoriali.

Infatti la Regione ha previsto di istituire, su proposta della Città metropolitana e delle Province, le aree vaste a finalità turistica. All’interno di ogni area vasta non vi può essere più di una destinazione turistica.

Le Destinazioni turistiche organizzano la promo-commercializzazione del turismo dell’Emilia-Romagna.

La discussione dei mesi scorsi ha portato alla definizione delle tre nuove Destinazioni turistiche:

  1. la Destinazione Romagna che comprende Rimini, Forlì-Cesena, Ravenna e Ferrara.
  2. la Destinazione Città metropolitana di Bologna, che comprende anche Modena
  3. la destinazione Emilia occidentale (con Reggio Emilia, Parma e Piacenza).

Le Destinazioni turistiche sono enti pubblici strumentali degli enti locali dotati di personalità giuridica e di autonomia amministrativa, organizzativa, finanziaria e contabile, costituiti da enti locali, a cui possono aderire le Camere di commercio e qualsiasi altra amministrazione pubblica, operante in ambito turistico, che rientri tra quelle indicate dall’ISTAT come pubbliche.

Sono organi delle Destinazioni turistiche l’Assemblea, il Presidente, il Consiglio di amministrazione, il Revisore unico e il Direttore.

Le Destinazioni turistiche hanno un ruolo unico nella promozione e commercializzazione del turismo della nostra regione. Sostituiscono le Unioni di Prodotto e le attività delle province.

Scroll Up