Home > Ultima ora Attualità > Tutta la Romagna in un logo, ecco il nuovo brand territoriale

Tutta la Romagna in un logo, ecco il nuovo brand territoriale

Dall’Arco D’Augusto fino ai mosaici di Brisighella, dalle Terme di Castrocaro a quelle di Riccione. La Romagna vuole dire addio alle politiche del campanile in virtù della nuova destinazione turistica, ribattezzata Visit Romagna e presentata nella mattinata di sabato 24 novembre ai Magazzini del Sale di Cervia. Per l’occasione è stato presentato il nuovo logo che campeggerà su tutto il materiale turistico promozionale del territorio, sia a livello nazionale che a livello internazionale. 

Questa nuova immagine di Visit Romagna è il simbolo di un territorio che sa affrontare le sfide globali e proporsi a livello internazionale, oltre che la sintesi dell’offerta turistica di un’area vasta che mette insieme intrattenimento, benessere, cultura, arte, natura e tradizioni. In questo nuovo logo c’è tutta la Romagna: le forme dolci delle onde del mare e delle colline dell’entroterra insieme alla linea continua di un territorio accogliente e inclusivo e ai colori solari di una terra dove chiunque riconosce che si vive bene– commenta l’Assessore al Turismo della Regione Emilia-Romagna Andrea Corsini-. Con la Legge regionale che ha introdotto le Destinazioni Turistiche abbiamo voluto cambiare paradigma di promozione, ai turisti non offriamo più prodotti ma esperienze nei territori, e ora lo facciamo con una immagine coordinata che utilizza un linguaggio grafico riconoscibile universalmente“.

In occasione della presentazione della nuova immagine coordinata Corsini ha ribadito che saranno stanziati in tre anni 20 milioni di euro per riqualificare le città di costa e altri venti per ristrutturare le strutture alberghiere. Alla conferenza ha partecipato anche il sindaco di Rimini Andrea Gnassi che è anche presidente della nuova destinazione turistica.

Per unire la forza del balneare alla storia, la natura, il paesaggio, la cultura e l’arte che la Romagna ha e oggi deve esprimere, era fondamentale avere una immagine con cui presentarci in Italia e nel mondo che ci raccontasse al meglio– spiega il Presidente di Visit Romagna Andrea Gnassi-. Abbiamo allora prima avviato uno studio approfondito di come turisti e operatori del settore ci percepiscono, perché l’analisi è imprescindibile per migliorare e affinare la nostra competitività nel futuro, e poi ci siamo confrontati con i brand dei principali competitor nazionali e internazionali. Il risultato è il nuovo marchio Romagna, abbracciato da questa grande ‘erre’ che richiama il nostro mare e caratterizzato da una linea continua che ci ricorda come i nostri territori siano sì distinti ma non certo distanti. Visit Romagna è un modello nuovo di gestione turistica territoriale”.

Scroll Up