Home > Cronaca > Profughi dall’Ucraina, Riviera Sicura: “Sui finanziamenti valutiamo ricorso al Tar”

Profughi dall’Ucraina, Riviera Sicura: “Sui finanziamenti valutiamo ricorso al Tar”

Sono 750  i profughi ucraini ospiti negli hotel della provincia di Rimini – quindici in tutto al momento – che hanno aperto gratuitamente le proprie porte.  “La situazione non è facile”, spiega, come riportato dall’Ansa, il presidente della locale associazione People for Ukraine Dmytro Shchukin che si è trasferito in Italia nel 2008 per studio dal sud-est dell’Ucraina e ora vive nell’entroterra riminese. “Un paio di giorni fa ho dormito insieme ai profughi nell’albergo per essere a disposizione, per fornirgli tutto l’aiuto possibile – racconta -. Tutta la nostra squadra sta lavorando giorno e notte nel dare il massimo aiuto“.

La prefettura ha convocato la settimana scorsa un tavolo operativo con i sindaci per mettere in moto la macchina dell’accoglienza, specificando che la priorità viene data ai Cas, i centri di accoglienza straordinari che si stanno cercando di ampliare. Ma l’emergenza è continua e i posti non sono mai abbastanza. Le strutture private, come gli hotel, possono convenzionarsi tramite l’agenzia regionale di Protezione civile per accedere ai finanziamenti. “Non abbiamo sottoscritto alcuna convenzione ancora – afferma il presidente dell’associazione Riviera Sicura Giosuè Salomone – in questo momento tra l’altro l’unica associazione di categoria, peraltro speculare a noi, che viene invitata a essere consultata è l’associazione Albergatori. Ma di fatto non si sa nulla“, dice Salomone che annuncia: “valutiamo ricorso al Tar perchè non è possibile che non sia data possibilità di chiedere finanziamenti se non iscritti ad associazioni di categoria“.

Gli hotel della sua associazione stanno dunque continuando ad accogliere i profughi a proprie spese. “Avremo affrontato spese soprattutto di consumi energetici per quasi 100mila euro” complessivi. “Nessuno degli albergatori ha mai pensato di guadagnare un euro da questa gente”, assicura.

Ultimi Articoli

Scroll Up