Home > Ultima ora Attualità > Uil Rimini: “Agente positivo e colleghi in quarantena, ora tamponi per tutti i poliziotti”

Uil Rimini: “Agente positivo e colleghi in quarantena, ora tamponi per tutti i poliziotti”

La Segreteria Provinciale dell’U.S.I.P. di Rimini e la Confederazione U.I.L. di Rimini, “esprimono la propria vicinanza ed augurano una pronta guarigione al poliziotto che è stato trovato positivo al Coronavirus qualche giorno fa, solidarietà e vicinanza che si esprime anche nei confronti degli altri suoi colleghi d’ufficio che loro malgrado sono stati coinvolti e che, in applicazione alle disposizioni ministeriali tutt’ora in vigore si trovano in quarantena”.

“Siamo convinti – scrive il sindacato – che i massimi vertici della Pubblica Sicurezza di Rimini abbiano adottato tutte le
procedure previste in questa situazione di emergenza, comprese le più recenti che impongono l’obbligo al datore di lavoro, o al dirigente dell’Ufficio, di provvedere a dare informazioni ai colleghi di lavoro su quanto accaduto e sui provvedimenti adottati”.

“Ciononostante siamo però dell’avviso che tutto questo ancora non basta a mettere in sicurezza gli operatori delle Forze dell’Ordine, è arrivato il momento di mettere in campo una strategia che tenda a prevenire ulteriori contagi, poiché è ormai assodato che gli asintomatici possono essere degli inconsapevoli vettori dell’agente patogeno, ecco perché a questo punto riteniamo che sia necessario fare una serio screening tra tutti quegli operatori delle Forze dell’Ordine impegnati sui controlli alla cittadinanza, e bisognerà farlo al più presto sia per salvaguardare la loro salute ma anche per evitare che gli stessi, qualora inconsapevoli portatori del virus in quanto asintomatici, possano contribuire ad allargare ancor di più il contagio tra gli stessi operatori e finanche tra i cittadini sottoposti al loro controllo”.

“In questo momento così critico, onde evitare un ulteriore aggravamento del contagio da covid-19, è più che mai opportuno garantire agli operatori di Polizia, come del resto agli operatori sanitari, ogni specifica attività di profilassi attraverso l’esecuzione del tampone rinofaringeo per covid-19, nonché attraverso la completa dotazione dei previsti D.I.P. come le mascherine, i guanti e gli occhiali protettivi”, concludono il Segretario Generale CST UIL Rimini Giuseppina Morolli e il Segretario Provinciale Generale USIP Laura Casonato.

Scroll Up