Home > Ultima ora sport > Un riminese alla Maratona di New York

Un riminese alla Maratona di New York

 Il sessantunenne runner riminese, Onorio Pompizii (sì proprio due ii finali) corona il suo sogno, partecipare alla Madre di tutte le Maratone. Insegnante all’ITI di Rimini, coltiva da sempre la passione per gli sport, cosidetti di fatica, triatleta e podista instancabile, da anni raccoglie successi in giro per l’Italia.

Quest’anno dopo mesi di preparazione ed aver lasciato sull’asfalto, sudore, fatica, lamenti e un paio di suole delle scarpette tecniche, ha raggiunto la condizione fisica ideale, condita dalla giusta concentrazione e dalla sua eccezionale forza interiore, per riuscire a vincere la propria personale sfida ed arrivare fino a Central Park.

Contenuto sponsorizzato

Si vince sempre se si arriva in una maratona. Ma Onorio non si accontenta di arrivare e non può smentire il suo nome e onorare al meglio Rimini, l’Italia e se stesso. Con un tempo di tutto rispetto 3 ore 12 minuti e 40 secondi, il “maturo”runner riminese si classifica 6° di categoria tra 2138 concorrenti ma 1° tra gli italiani. Insomma un sogno che si realizza.

Ha commentato: “Dall’inizio alla fine a New York sei sempre in mezzo alla gente che ti sostiene lungo il percorso. Ci sono bande musicali, giocolieri e i bambini che ti danno il cinque. Mi sono sentito come sul palcoscenico di un teatro stracolmo. Solo sui ponti senti quel silenzio “assordante”, rimani come isolato dalla festa ma in compagnia del tuo respiro che accompagna i passi” e aggiunge “ Un grazie particolare agli amici runner che mi hanno sostenuto e aiutato nella lunga preparazione”

Scroll Up