Home > Primo piano > La Notte Rosa si svela tra circhi, concerti unplugged e gastronomia dalla costa ai borghi

La Notte Rosa si svela tra circhi, concerti unplugged e gastronomia dalla costa ai borghi

Una Romagna dolce, organizzata, accogliente: “il sorriso degli Italiani”, come recita uno spot in rotazione sulle più importanti emittenti radiofoniche nazionali. Questa mattina si sono tenute la cabina di regia e l’assemblea dei soci di Visit Romagna, l’ente, presieduto dal Sindaco di Rimini Andrea Gnassi, che coordina la promozione turistica delle province di Ferrara, Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini, che vede riuniti 58 soci pubblici, comuni, unioni di comuni e province. Al centro della discussione – oltre agli adempimenti normativi come il rendiconto della gestione 2019 e la variazione al programma annuale delle attività turistiche – anche i grandi eventi di sistema, a partite dall’edizione 2020 della Notte Rosa che, come già annunciato, si svolgerà dal 3 al 9 agosto.

Un impegno che ha trovato il consenso dei presenti, che hanno accolto favorevolmente l’invito di Visit Romagna ad essere protagonisti del programma con la propria proposta, condividendo la scelta di una intera settimana, una pink week, a simboleggiare anche l’intenzione di distendere nel tempo e nello spazio le varie proposte, all’insegna di un programma diffuso, lungo i 110 chilometri di spiaggia, in ampie piazze, nei borghi, presentando proposte che sappiano interpretare i tempi e le regole in cui ci troviamo.

Nell’attesa di presentare il tema e l’immagine coordinata della quindicesima edizione, Visit Romagna ha raccolto le varie proposte dei soci. Dall’assemblea sono scaturite suggestioni e proposte in linea con la strategia condivisa e ogni territorio interpreterà la propria identità nel segno del rosa. Fra i temi attorno ai quali si sta lavorando per definire la prossima edizione della Notte Rosa: il sogno, la magia, la dolce vita, il romanticismo, quel “lontan da te non si può star” che richiama la dichiarazione d’affetto della Romagna per i suoi ospiti che, in queste settimane, ha la voce e il volto di Paolo Cevoli, protagonista dello spot su tutte le televisioni nazionali.

Grandi spazi aperti, atmosfere lounge all’insegna della dolcezza e del romanticismo, lunghe cene in riva al mare, concerti ‘unplugged’, suggestioni oniriche fra atmosfere circensi e spettacoli di street art e giocoleria, suoni, luci e fuochi d’artificio sul mare. Protagonisti i borghi e le vallate: Sarsina porterà la sua eccellenza, il Plautus festival, dentro la cornice della pink week, il granaio dei Malatesta – San Giovanni in Marignano – reinterpreterà la sua festa delle streghe e parteciperà attivamente alla Notte Rosa proponendo visite guidate in rosa, cinema all’aperto, aperture serali, Coriano porterà lungo la pink week la sua festa legata alle produzioni artigianali della birra, Forlimpopoli nell’ambito del calendario del bicentenario Artusiano dedicherà alla Notte Rosa l’atmosfera magica di una cena ai piedi della rocca, rocche e borghi si coloreranno, colline, boschi e riserve naturali si spalancheranno per una intera settimana offrendo nuove suggestioni di visita alla scoperta di luoghi magici.

Dall’entroterra al mare, è già all’opera il protagonismo diffuso dei territori e degli operatori privati, per definire il programma del Capodanno dell’estate all’insegna del romanticismo e della dolcezza.

Scroll Up