Home > Ultima ora politica > Unione comuni Valconca, Riziero Santi presidente per “servizio”

Unione comuni Valconca, Riziero Santi presidente per “servizio”

Scrive il sindaco di Gemmano Riziero Santi:

“A seguito delle dimissioni dei colleghi, e stante le gravi difficoltà in cui versa l’Unione dei Comuni della Valconca che gestisce servizi importanti e strategici per la comunità, mi sento in dovere politico ed istituzionale di non sottrarmi all’assunzione della responsabilità di Presidente che mi è stato comunicato dagli Uffici in base a quanto previsto dallo Statuto dell’Ente. Perciò ho risposto alla comunicazione nel modo seguente.

In riscontro alla nota dell’Ufficio n. 9017 del 21 dicembre 2017, prendo atto della nomina a Presidente dell’Unione come da Statuto e, considerato le impellenze e lo stato di necessità dell’Unione, accetto l’incarico con spirito di servizio.

Chiedo agli uffici di convocare il consiglio dell’Unione, per gli adempimenti urgenti, per il prossimo sabato 30 dicembre alle ore 11.30, presso il comune di Morciano di Romagna.
Inoltre chiedo di predisporre gli atti di conferma negli incarichi di tutti i responsabili dei Servizi attualmente in carica fino al prossimo 31/12/2018, che provvederò tempestivamente a sottoscrivere.

Chiedo infine agli uffici di seguire attentamente la tempistica nella predisposizione del testo definitivo dell’accordo Rsa come da indirizzi impartiti e, non appena sarà a disposizione, provvederò a convocare la Giunta per la sua approvazione e applicazione definitiva.
Nei prossimi giorni incontrerò i Responsabili per fare un punto della situazione. Informo che è mia intenzione gestire una fase breve, che non andrà oltre la discussione del prossimo bilancio dell’Unione che andrà approvato entro febbraio 2018. In questo breve periodo intendo mettere a fuoco cercando di ottimizzare, per quanto possibile, la gestione dei servizi strategici in carico all’Unione, tagliando quelli che non si è in grado di gestire in maniera ottimale con le risorse in nostro possesso.

Fare l’essenziale, farlo bene e dare spazio ad un ragionamento serio e libero sul futuro dell’Ente.
Grazie per la collaborazione che sono certo non mi farete mancare, e saluti a tutti e a tutte.”

Ultimi Articoli

Scroll Up