Home > Ultima ora cronaca > Valanga di Pila in Val d’Aosta: condannati istruttori CAI romagnoli

Valanga di Pila in Val d’Aosta: condannati istruttori CAI romagnoli

Il giudice monocratico del tribunale di Aosta Marco Tornatore ha condannato sei istruttori Cai imputati per disastro e omicidio colposi nel processo sulla morte di due scialpinisti travolti e uccisi da una valanga il 7 aprile 2018, sul Colle di Chamolé, vicino alla località valdostana di Pila.

Si tratta di Vittorio Lega, di 50 anni, di Imola (Bologna), istruttore nazionale Cai di scialpinismo di Faenza e direttore del corso avanzato di scialpinismo della scuola Cai ‘Pietramora’ (delle sezioni di Cesena, Faenza, Forlì, Imola, Ravenna e Rimini), a cui sono stati inflitti due anni, mentre la condanna a un anno e sei mesi è stata comminata a Leopoldo Grilli (46), di Imola, Alberto Assirelli (52), di Ravenna, Paola Marabini (59), di Faenza (Ravenna), Giacomo Lippera (48), di Chiaravalle (Ancona) ma residente a Rimini, e Matteo Manuelli (45), di Imola, questi ultimi due travolti e feriti.

Le vittime – Roberto Bucci, di Faenza, all’epoca ventottenne, e Carlo Dall’Osso, istruttore Cai di Imola, morto a 52 anni – partecipavano a un’escursione programmata del corso diretto da Lega.

(ANSA)

Ultimi Articoli

Scroll Up