Home > Ultima ora politica > Valconca, i sindaci a Santi sul trasporto pubblico: “Servizio poco appetibile, collegarsi con Metromare”

Valconca, i sindaci a Santi sul trasporto pubblico: “Servizio poco appetibile, collegarsi con Metromare”

Si è svolto ieri in Provincia un incontro dei sindaci dei Comuni della Valconca con il presidente della Provincia Riziero Santi, che è anche Sindaco di Gemmano, uno dei Comuni dell’area, per un confronto sul servizio di Trasporto Pubblico Locale.

Si è parlato dell’efficienza e dei punti di debolezza di un servizio fondamentale per il territorio che è in un momento di profonda trasformazione, anche per effetto dell’entrata in funzione del Metromare.

I sindaci hanno condiviso il valore strategico del TPL e la necessità di un adeguamento alle esigenze della popolazione e dell’economia della Valle.

Poche corse, tariffe alte, inefficienze del servizio a chiamata: “Occorre invece – affermano in coro i sindaci della Valconca –  rendere appetibile il trasporto pubblico migliorando e intensificando i collegamenti con i servizi sul territorio.”

L’occasione per portare avanti le loro richieste i sindaci l’avranno nell’ambito delle decisioni che dovranno essere assunte al tavolo della conferenza dei sindaci della Provincia che sarà convocata dal presidente Santi nei prossimi giorni.

I miei colleghi sindaci – afferma il presidente Santi – hanno anche chiesto di essere coinvolti nella programmazione di sviluppo del sistema Metromare, per convergere in un’ottica di medio termine in un grande hub su Morciano di Romagna. Ritengo quindi che nell’ambito della programmazione generale i progetti di sviluppo e di prolungamento delle tratte a nord verso Santarcangelo di Romagna e la Valmarecchia, e a sud verso Cattolica, debbano tenere conto della necessità di proseguire verso Morciano di Romagna da dove poi dovrà snodarsi il servizio verso l’alta Valconca, in maniera più adeguata di quanto non sia oggi.”

I sindaci si sono impegnati a seguire assiduamente tutte le fasi della discussione politico/istituzionale, formulando anche proposte e richieste precise e puntuali, guardando all’innovazione e alla sperimentazione come opportunità per migliorare il servizio ai cittadini.

 

 

Scroll Up