Home > Ultima ora Attualità > Valmarecchia. In 12 al corso per operatore agricolo, anche profughi: “Esempio di integrazione”

Valmarecchia. In 12 al corso per operatore agricolo, anche profughi: “Esempio di integrazione”

Si è appena concluso con ben 12 partecipanti qualificati il corso di Operatore Agricolo realizzato dalla Fondazione Valmarecchia, operazione 2018-10397/RER approvata con DGR 1431 del 10/09/2018 e cofinanziata con risorse del Fondo sociale europeo PO 2014-2020 Regione Emilia-Romagna

Il corso, ideato dalla Fondazione Valmarecchia in collaborazione con aziende agricole, cooperative sociali e fondazioni  della Valmarecchia, con lo scopo di inserire nelle nostre  realtà  persone non occupate, tra cui alcuni profughi ospitati nelle varie strutture del territorio, è stato realizzato nel  periodo novembre 2018-giugno 2019.

Il percorso formativo di ore 600, di cui 360 di aula (compreso laboratorio orto didattico) e 240 di stage, con obiettivo la qualifica SRQ di III livello di OPERATORE AGRICOLO, ha previsto la docenza di esperti del territorio.

Vista la grande partecipazione di ragazzi stranieri la formazione specifica  è stata preceduta da un corso di alfabetizzazione di lingua italiana, con una particolare attenzione ai termini utilizzati nel settore agricolo.

La coordinatrice del corso Cristina Ferri specifica: “Il percorso, non facile, è stato affrontato con serietà e impegno da tutti  i partecipanti e con professionalità e dedizione d parte dei preziosi tutor d’aula e di stage.  Il risultato finale è stato veramente straordinario. L’entusiasmo e la voglia di fare dei corsisti ha coinvolto tutto il nostro staff e i partner, infatti più della metà dei partecipanti sarà da subito inserita nelle aziende partner.”

La coordinatrice Lucia Draghi aggiunge: “Il lavoro di squadra e l’impegno che ci contraddistinguono ci consentono ogni anno di ottenere enormi soddisfazioni anche con i giovani del percorso di Istruzione e Formazione Professionale di Operatore Agro-Alimentare rivolto a giovani dai 15 ai 18 anni, che conseguono una qualifica di III livello equiparata alla terza professionale acquisita in Istituti Professionali.”

La direttrice della fondazione Valmarecchia Tea Giannini conclude: “Un ringraziamento in primis alla Regione Emila Romagna che ha reso possibile l’attuazione di questo corso, ed anche alle realtà del territorio che collaborano con la nostra fondazione. Il nostro successo è condiviso con la rete che sistematicamente collabora con il nostro ente.”

Un altro obiettivo raggiunto della Fondazione Valmarecchia, che ha tra gli scopi principali lo sviluppo della nostra valle e l’integrazione di persone fragili, anche attraverso la formazione di figure specializzate nel settore agricolo, agro-alimentare, turistico e culturale.

Chi è la Fondazione Valmarecchia

“Nasce nel 2010 per volontà di quattro soci fondatori, Valpharma International, Partec S.r.l., Partecipazioni S.p.a. e il Dipartimento di Scienze sociali dell’Università “Sapienza” Roma con l’obiettivo di creare un centro qualificato e di eccellenza per lo sviluppo della cultura tecnica e professionale e la promozione dell’innovazione, della cultura e della ricerca nel territorio della Valmarecchia.
La Fondazione si rivolge a giovani in obbligo formativo, a imprese, lavoratori, giovani e adulti in cerca di lavoro, pubbliche amministrazioni con una vasta offerta di proposte e servizi formativi costantemente aggiornati e interviene in tutti i livelli della filiera formativa, dall’orientamento a percorsi integrati con la scuola (obbligo formativo), alla formazione post diploma/continua/permanente, a tirocini aziendali.”

http://www.fondazionevalmarecchia.it/homepage.php

Scroll Up