Home > Eventi Cultura e Spettacoli > Verucchio: conclusa la stagione del “Pazzini”. 1800 presenze

Verucchio: conclusa la stagione del “Pazzini”. 1800 presenze

Con questo numero di presenze si chiude la stagione 2021-22 del Teatro Pazzini Verucchio: 1800 spettatori, 12 appuntamenti in cartellone, 7 spettacoli in matinée per le scuole e 2 domenicali per le famiglie. 

Un cartellone vario e colorato, per attirare tipologie di pubblico diverse, ha caratterizzato la stagione della ripartenza. Prosa, Teatro contemporaneo, Circo Teatro, Teatro narrazione, Dialetto d’autore, Concerti, Teatro comico, Teatro e memoria, Teatro Ragazzi e un Premio Nazionale per la lirica.

Questi numeri molto importanti sono un premio all’ottimo lavor0 che da cinque anni a questa parte la Compagnia Fratelli di Taglia sta portando avanti sul nostro territorio. In un mondo in cui tutto scorre alla velocità della luce, c’è un grandissimo bisogno di luoghi della cultura, di spazi in cui regalarsi del tempo senza tempo per nutrirsi di emozioni e saperi. In una comunità come la nostra, il teatro è e deve essere un punto di riferimento, un luogo di incontro e condivisione, ancor più dopo i due anni terribili di pandemia che hanno “allontanato” le persone le une dalle altre. Per tale ragione, numeri già rilevanti sono ancor più straordinari, oltre che figli di scelte di assoluta qualità per i vari cartelloni che si succedono al Pazzini. Un grazie quindi di cuore alla Compagnia Fratelli di Taglia e a tutti coloro che quest’anno e in questi anni hanno vissuto la nostra realtà: a Verucchio la cultura non si è mai fermata neanche in tempi di Covid e mai si fermerà”, commentano la sindaca Stefania Sabba e l’assessora alla cultura Linda Piva.

Un’anteprima di stagione ha preceduto la stagione vera e propria, per dare un segnale forte di riapertura, uno sforzo doppio quindi, per la volontà, da parte della direzione, di riaprire il prima possibile la sala teatrale. La stagione infatti si è sviluppate in due parti: 

l’anteprima, (novembre-dicembre 2021) e la stagione completa (gennaio-maggio 2022).

Innanzi tutto la prosa, con nomi di grande prestigio come Lucrezia Lante della Rovere, Donatella Finocchiaro Claudia Potenza e Luana Rondinelli, il teatro contemporaneo, con Lodo Guenzi e Nicola Borghesi e la compagnia Linguaggi Creativi, il circo teatro della compagnia Nando e Maila, il Teatro narrazione, con Marco Moretti e BLOCCO3 di Fabrizio Brandi, dialetto d’autore con Denis Campitelli, i concerti con il Gospel USA di Danton Whitley & Mosaic Sound e l’omaggio a Enzo Jannacci della banda dell’Ortica, il teatro comico con i Tejolie, il teatro e memoria con lo spettacolo Amore senza vocabolario della Compagnia Fratelli di Taglia.

Inoltre il Teatro ha ospitato la prima edizione del Premio Nazionale Lirica Luciana Palombi, per aspiranti cantanti liriche, che ha portato al Teatro Pazzini, cantanti provenienti da tutta Europa. Come un fuori programma, il Concerto lirico di Capodanno.

La direzione ha fatto inoltre lo sforzo di far ripartire il Teatro Ragazzi con 2 appuntamenti pomeridiani in domenicale di Teatro per le famiglie e 7 appuntamenti di matinée per le scuole, (nonostante le scolaresche ancora soggette a restrizioni, potevano riempire il teatro solo ad un terzo della capienza).

Sforzo doveroso perché i bambini e i ragazzi sono stati tra i più penalizzati in questi difficili anni di pandemia. 

Cinque stagioni teatrali, fin qui realizzate sotto la direzione artistica e organizzativa della Compagnia Fratelli di Taglia, dal primo anno di gestione (2017), ad oggi.

Un totale di 9600 spettatori ha frequentato il Teatro Pazzini, per un Teatro che ha la capienza di 200 posti, e che ha dovuto far fronte, in questi ultimi due anni, da febbraio 2020, alla gravissima crisi dovuta alla pandemia, che ha messo a dura prova il Teatro e tutto il settore culturale.

Grazie all’amministrazione Comunale di Verucchio, che ha sempre supportato lo sforzo degli organizzatori, e sostiene la cultura e il Teatro, inserendolo – dichiara la Compagnia Fratelli di Taglia  come volano per incrementare l’offerta, anche a livello turistico, del Borgo tra i più belli d’Italia”.

Ultimi Articoli

Scroll Up