Home > Ultima ora politica > Verucchio Domani: “Bilancio con molti soldi e poche idee”

Verucchio Domani: “Bilancio con molti soldi e poche idee”

Giovedì scorso si è svolto il Consiglio comunale: tema saliente l’approvazione del bilancio consuntivo. 

Prima della discussione sul rendiconto – scrive in una nota Verucchio Domani – abbiamo ricevuto e commentato le risposte dell’Amministrazione a due interpellanze presentate nelle sedute precedenti: una sul rinnovo dell’ordinanza di senso unico sulla strada provinciale 15bis che sale a Verucchio, detta “panoramica” e una sul bando per la gestione di rocca e museo. 

Per quanto riguarda la panoramica – prosegue il comunicato – l’Amministrazione ha ammesso che è stata la richiesta del nostro consigliere Lara Gobbi a ricordare all’Amministrazione che c’erano i cartelli, ma che gli atti erano tutti scaduti. Grazie Lara! 

Per quanto riguarda la rocca e il museo, abbiamo ricevuto una lunga e dettagliata risposta scritta che si può sintetizzare con una battuta: il paziente stava bene, ma purtroppo è morto! 

Infatti, a parte le accuse di strumentalizzazione prontamente respinte al mittente, è stata semplicemente illustrata l’estrema correttezza dell’operato del Comune: peccato che a circa 3 mesi dalla scadenza dei termini del bando, rocca e museo siano ancora chiusi, il nuovo gestore non si veda e si attenda ancora un parere della soprintendenza sul nuovo Direttore, che non è neppure ancora stato nominato! 

Quando un mese fa abbiamo illustrato queste difficoltà e incongruenze, sulla pagina facebook del Comune, siamo stati accusati di essere dei bugiardi… oggi invece ci viene data ragione e sta succedendo quello che purtroppo avevamo prefigurato. Infatti il Primo Maggio siamo stati ufficialmente chiusi: una magra soddisfazione per noi e soprattutto una pessima situazione per Verucchio! Attendiamo sviluppi ma siamo veramente arrivati lunghi, lunghissimi.

A seguito di una lettera di 75 commercianti di Verucchio che chiedono sostegno per le proprie attività, abbiamo inoltre presentato un’interrogazione per sapere a che punto fossero le proposte e il dibattito che il sindaco aveva annunciato essere in seno alla Consulta dei commercianti del comune di Verucchio. Dobbiamo dire che ne è nato un interessante dibattito da cui è emerso, per ammissione stessa del Sindaco, che di fatto non esiste una Consulta dei commercianti, anche se dalle comunicazioni del Comune appariva ufficialmente istituita, così come prevista dalle norme. In realtà esiste semplicemente un gruppo di lavoro che si confronta con l’Amministrazione. Se si vuole proseguire questo confronto – scrive ancora Verucchio Domani – assolutamente condivisibile, ma evitare polemiche, forse sarebbe il caso di istituirla veramente questa Consulta. 

Per quanto riguarda le richieste di sostegno, ad oggi il Comune ha celermente attuato le misure previste dai decreti governativi su spazi all’aperto e posticipo della fiscalità, ma sul punto chiave di aiuti a fondo perduto c’è solo una certezza: il Comune dispone di risorse da metter in campo per un’iniziativa di aiuto e l’intero Consiglio è d’accordo nell’attuarla, ma manca l’idea per poter liberare le somme! 

Verucchio Domani propone di usare l’avanzo per finanziare opere già previste nel bilancio di previsione 2021 così da liberare risorse nella disponibilità dell’Ente per misure di sostegno al commercio, dando priorità a quelle attività che sono state chiuse per legge. 

Il Consuntivo evidenzia ancora una volta – continua la nota di Verucchio Domani – un avanzo importante, sulla cui destinazione non abbiamo sentito nessuna idea. Addirittura grazie a una minuziosa ricostruzione fatta dalla nostra Consigliera Lara Gobbi sugli accantonamenti per liti e contenziosi, l’Amministrazione ha ammesso che aveva erroneamente accantonato almeno 200.000 euro non necessari, quindi di fatto l’avanzo libero è pari a circa 1.300.000 euro!

Anche qui ci vorrebbe un’idea perché il commercio e l’economia si aiutano con gli investimenti e, in tempi di crisi, devono essere gli investimenti pubblici i primi a partire! 

Noi come sempre abbiamo alcune proposte:

– facciamo il parco archeologico: aggiorniamo il progetto? Lo rilanciamo?;

– facciamo il nuovo piano urbanistico che dobbiamo fare per legge? Ci mettiamo qualche nuova idea su alcune aree del paese che potrebbero migliorare? Potenziamo la viabilità comunale alternativa alla Marecchiese? Potenziamo la rete ciclabile? Da anni non ne facciamo un metro in più!;

– apriamo finalmente la pinacoteca?;

– potenziamo il sistema della biblioteca come moderno luogo del sapere e di tanto altro, collaborando con le varie iniziative che ci sono nel Comune?

Gli amministratori – conclude la nota di Verucchio Domani – hanno il dovere di restituire ai cittadini in servizi e investimenti quanto chiesto attraverso le tasse… non sia mai che si dica: “abbiamo i soldi e non i progetti!”, sarebbe la misura di un fallimento colossale!

Se andiamo avanti con questi consuntivi che si ripetono anno dopo anno, ci siamo vicini…”.

Ultimi Articoli

Scroll Up