Home > Cultura e Spettacoli > VERUCCHIO FESTIVAL APRE OGGI CON BOLLANI

VERUCCHIO FESTIVAL APRE OGGI CON BOLLANI

Anche in questa edizione 2016 il Verucchio Festival propone una libera e egregia alchimia musicale con ben nove date lungo tre settimane tra luglio ed agosto.
Il merito è senza dubbio quello di ricercare progetti apparentemente diversi per generi e stili ma che presentano un denominatore comune: essere inaspettati. Anche la data costante del maestro (e direttore artistico del festival) Ludovico Einaudi che chiuderà il festival giovedì 4 agosto, non esprime mai nulla di scontato. Lo abbiamo visto in un video recente in una esecuzione al piano, sopra a un iceberg galleggiante nell’Artico, a sostegno di azioni Greenpeace.
L’apertura del festival di oggi venerdì 15 luglio è a cura di un altro grande maestro, al suo pianoforte jazz con la passione verso una cultura colorata e colorita come quella napoletana. “Napoli Trip” è il nuovo geniale viaggio di Stefano Bollani assieme al pubblico.

Sabato 16 luglio, la band inglese Kula Shaker, paladini del rock psych con il debole verso atmosfere indiane. Il sitar è uno degli strumenti che caratterizzano la loro musica, armoniosamente introdotto in molti brani. “Tattva” è stato una hit single durante gli anni ’90 e lungo un percorso di produzioni (anche con pause) sono giunti all’ultimo album “K 2.0” di qualche mese fa, che di sicuro sarà proposto durante il live. Dal rock psichedelico al jazz contemporaneo, il passo è lungo ma si riduce, laddove i musicisti sono di altissima statura!

Kula Shaker

Kula Shaker

Giovedì 21 luglio l’attesa data con il batterista di jazz forse migliore al mondo attualmente, Antonio Sanchez. Il messicano Antonio Sanchez fa parte della Pat Metheny Band e anche autore di musiche per film, oltre a una sua personale discografia. In tutto questo, ha vinto ben quattro Grammy. Arriva a Verucchio con la sua band, Migration.

Domenica 24 luglio due vere sorprese, doppio concerto con l’italiano Iosonouncane già noto nell’underground indipendente nazionale e il canadese Socalled.

La via jazz riemerge e incrocia la world music martedì 26 luglio attraverso la presenza di Paolo Fresu e Omar Sosa che pennelleranno con melodie raffinate tra tromba e piano il sagrato della Collegiata. In questa data, saranno eccezionalmente accompagnati anche dal celebre violoncellista brasiliano Jaques Morelenbaum, collaboratore anche di Caetano Veloso.

Giovedì 28 luglio, con vero orgoglio assisteremo alla data del progetto Ooopopoiooo ovvero il progetto iperpolistrumentista nato dall’incontro di due artisti tra cui il nostro sempre straordinario Vincenzo Vasi e Valeria Sturba. L’alto livello creativo qui è quasi scontato, così come l’inaspettato.

Venerdì 29 luglio anima e cuore sarà con Cristiano De André che omaggia il padre in occasione dei 50 anni dall’uscita del primo disco “Tutto Fabrizio De André”.

Martedì 2 agosto la musica per “occhi” di Remo Anzovino, composizioni che all’ascolto evocano immagini visive anche se materialmente assenti.

La chiusura di questo trentaduesimo Verucchio Festival, come già indicato, giovedì 4 agosto, terminando un calendario estremamente fitto di sollecitazioni e stimoli.

Info www.verucchiofestival.it
Marta Ileana Tomasicchio
www.facebook.com/musincanta

Ultimi Articoli

Scroll Up