Home > Cronaca > Virus: 3 morti e 179 casi nel riminese, meno terapie intensive in tutta la Regione

Virus: 3 morti e 179 casi nel riminese, meno terapie intensive in tutta la Regione

Sono tre le ultime vittime del covid nel riminese:un uomo di Morciano di Romagna di 81 anni e due donne, di Morciano di 88 anni e di Rimini di 87. I nuovi contagi sono 179, di cui con 72 sintomi; è il terzo numero in Regione dopo Bologna e Modena. Sono 90 uomini e 89 donne: 61 per sintomi; 97 per contact tracing, la maggior parte familiari e già in isolamento al momento della diagnosi; 6 per test volontario; 8 test per categoria; 6 test per ricovero; per 1 la pratica non è ancora conclusa. Un paziente in meno nel reparto di terapia intensiva dell’Ospedale Infermi di Rimini: ora sono 14. AUSL Romagna stima in 173 le guarigioni.  

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 244.170 casi di positività, 1.724 in più rispetto a ierisu un totale di 31.943 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 5,4%.

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa prima fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni, e le persone dagli 85 anni in su (dal 1^ marzo prenotazioni aperte anche per quelle dagli 80 agli 84 anni).

Il conteggio progressivo delle somministrazioni effettuate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento, https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid, che indica anche quante sono le seconde dosi somministrate.

Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 320.555 dosi, cui 3.660 oggi; sul totale, 130.104 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 692 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 450 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 762 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 40,8 anni.

Sui 692 asintomatici, 413 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 61 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 20 con gli screening sierologici, 12 tramite i test pre-ricovero. Per 186 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 517 nuovi casi, seguita da Modena (261); poi Rimini (179), Reggio Emilia (146), Ravenna (118), Parma (112), Imola (109). Seguono Cesena (80), Ferrara e Forlì (entrambe con 69 nuovi casi di positività), e infine Piacenza (64).

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 16.881 tamponi molecolari, per un totale di 3.271.027. A questi si aggiungono anche 636 test sierologici e 15.062 tamponi rapidi.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite sono 1.489 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 198.733.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 35.133 (+212 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 33.058 (+220), il 94,1% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 23 nuovi decessi: 1 nel piacentino (un uomo di 73 anni); 3 nella provincia di Modena (tutti uomini, di 63, 72 e 87 anni); 6 in provincia di Bologna (4 donne: una di 72 anni, poi 3 imolesi di 76, 87 e 94 anni, quest’ultima deceduta a Ravenna; 2 uomini di 78 e 88 anni, anche loro residenti a Imola); 5 a Ferrara (una donna di 90 anni e 4 uomini, rispettivamente di 48, 71, 77 e 89 anni); 4 in provincia di Ravenna (una donna di 45 anni e 3 uomini, rispettivamente di 65 – deceduto però a Imola –, 76 e 82 anni); 1 in provincia di Forlì-Cesena (una donna di 79 anni); 3 nel riminese. Nessun decesso nelle provincie di Parma e Reggio Emilia.

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 10.304.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 176 (-7 rispetto a ieri), 1.899 quelli negli altri reparti Covid (-1).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 11 a Piacenza (numero invariato rispetto a ieri), 9 a Parma (+1), 15 a Reggio Emilia (-2), 39 a Modena (invariato), 54 a Bologna (invariato), 10 a Imola (-1), 14 a Ferrara (-2), 2 a Ravenna (-1), 2 a Forlì (invariato), 6 a Cesena (-1) e 14 a Rimini (-1).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: a Piacenza 19.544 (+64 rispetto a ieri, di cui 40 sintomatici), 16.873 a Parma (+112, di cui 86 sintomatici), 31.499 a Reggio Emilia (+146, di cui 77 sintomatici), 42.652 a Modena (+261, di cui 166 sintomatici), 49.244 a Bologna (+517, di cui 354 sintomatici), 8.409 casi a Imola (+109, di cui 59 sintomatici), 14.207 a Ferrara (+69, di cui 17 sintomatici), 18.331 a Ravenna (+118, di cui 52 sintomatici), 9.289 a Forlì (+69, di cui 60 sintomatici), 10.992 a Cesena (+80, di cui 49 sintomatici) e 23.130 a Rimini (+179, di cui 72 sintomatici).

Rispetto a quanto comunicato nei giorni scorsi, sono stati eliminati 15 casi, positivi a test antigenico ma non confermati dal tampone molecolare. Inoltre, in seguito a verifica sui dati precedentemente comunicati, è stato eliminato un caso in quanto giudicato non Covid-19.

Scroll Up