Home > Ultima ora politica > Viserba. La protesta dei residenti di via De Andrè per le opere mai finite

Viserba. La protesta dei residenti di via De Andrè per le opere mai finite

Gli abitanti di via De Andrè, parallela alla via Sacramora a Viserba, da tempo protestano per il mancato completamento delle opere di urbanizzazione del nuovo insediamento residenziale.

Sabato mattina, 15 febbraio  hanno effettuato un sit-in al fine di sensibilizzare opinione pubblica e Comune, sui gravi problemi di sicurezza e degrado, in cui versa il quartiere, in attesa ormai da quasi 10 anni, delle opere di urbanizzazione.

Tre le richieste che i residenti  fanno al Comune per affrontare l’attuale emergenza:

1) istallazione di segnaletica che indichi la via De André come area di cantiere, con conseguente divieto di accesso per i non residenti.
2) intervento urgente per la messa in sicurezza di quei punti che oggi rappresentano rischio per l’incolumità dei residenti.
3) Il Comune deve comunicare ai residenti un cronoprogramna per la realizzazione delle opere di urbanizzazione da completare.

L’amministrazione comunale di Rimini era già intervenuta nei giorni scorsi con una nota stampa.

“La situazione di via De Andrè è nota all’Amministrazione Comunale e il dialogo con i cittadini e i residenti dell’area è costante: l’ultimo incontro con gli uffici preposti è avvenuto non meno di 15 giorni fa e in quella sede è stato fatto il punto dello stato attuale della situazione.

Come si è verificato in passato in contesti simili, la questione è legata alla mancata realizzazione di opere di urbanizzazione in capo al soggetto privato attuatore dell’intervento. In queste circostanze l’Amministrazione subentra al privato escutendo la polizza fideiussoria rilasciata a suo tempo a favore del soggetto attuatore.

Nel caso specifico, a causa di vincoli la cui risoluzione è demandata a obbligatori percorsi di legge, questa procedura sta richiedendo più tempo rispetto ad analoghi episodi.

Proprio per evitare di far passare ulteriore tempo e per venire incontro alle legittime richieste dei cittadini, l’Amministrazione sta accompagnando un percorso attivato dal privato per favorire il subentro di un nuovo soggetto attuatore che si farà carico dell’esecuzione delle opere di urbanizzazioni non avvenute.

L’Amministrazione sta già attivamente e costantemente seguendo questa procedura e non appena sarà formalizzato l’avvenuto passaggio di proprietà delle aree del comparto al nuovo soggetto attuatore, sarà chiesto al soggetto di eseguire nell’immediato le opere e di sottoscrivere nuova polizza fideiussoria per le stesse”.

Scroll Up