Home > Politica > Le pillole della settimana > W gli Alpini con qualche problema. Condhotel grande opportunità. Spinelli decide il candidato? Indino casa e bottega

W gli Alpini con qualche problema. Condhotel grande opportunità. Spinelli decide il candidato? Indino casa e bottega

W gli Alpini ma…

Impossibile non aprire queste pillole con gli Alpini. E’ stata un’invasione, unica, incredibile. Un popolo, perché di questo si tratta, unito dal prestigio di un corpo militare. Centinaia di migliaia di persone che hanno occupato Rimini per tre giorni. Non solo alberghi, ma tutti i luoghi aperti dove è possibile montare una tenda, sistemare un camioncino, preparare del cibo e soprattutto bere e stare insieme cantando e suonando. Chi ha fatto un giro si è reso conto che è un evento unico, irripetibile. Un’occasione per Rimini e per la sua economia. Mi hanno detto amici che hanno pubblici esercizi che hanno fatto incassi doppi di un Ferragosto strapieno. Sono convinto che lasceranno la città come l’hanno trovata. Peccato per due stonature,  gravi dal mio punto di vista. Gli insulti sessisti di alcuni alpini rivolte alle donne. Condivido ciò che ha scritto la vicesindaca di Rimini, Chiara Bellini, non aggiungo altro. La seconda stonatura riguarda i monumenti. L’”assalto” alla fontana della Pigna in piazza Cavour mentre vi era la cerimonia dell’alza bandiera non si poteva guardare. Lo stesso per i balli sui banchi della vecchia pescheria. Un po’ più di disciplina e rispetto sarebbe stato ben accetto.

Foto tratta da FB

 

Apre il primo hotel per lavoratori del turismo

Nelle pillole di domenica scorsa avevo cercato di motivare perché è una stupidaggine l’indicare il reddito di cittadinanza come causa della mancanza di disponibilità di lavoratori nel turismo. Altri sono i motivi. Bassi salari, orari fuori contratto, difficoltà di trovare alloggi per i lavoratori che vengono da fuori regione. Oggi una bella notizia. Una cooperativa di comunità, Pixel di Rimini Nord, aprirà nel mese di maggio l’hotel Chiara a Viserbella, interamente dedicato a dare ospitalità a chi viene a lavorare a Rimini Nord. Grazie all’accordo con la famiglia proprietaria, che si è subito ritrovata con entusiasmo in questo progetto, si ridarà vita ad un albergo chiuso da un paio di anni e offrire un servizio importantissimo per la comunità produttiva di Viserbella e Rimini Nord. Complimenti alla cooperativa. Una soluzione per i lavoratori del turismo e la dimostrazione che le strutture ricettive fuori mercato o chiuse possono essere rigenerate. Fatti concreti e nessuna polemica come fanno abitualmente alcune associazioni.

Hotel Chiara Viserbella

 

Il primo condhotel in Romagna. A Rimini non si possono fare

E’ dei giorni scorsi l’annuncio della realizzazione di un condhotel nel Comune di Riccione. L’ufficio edilizia privata ha notificato l’accoglimento definitivo della pratica. La struttura si chiama hotel Casadio, in via Martinelli, e rappresenta la filosofia con cui è stata pensata e redatta la legge regionale che ha disciplinato i condhotel. Una sorta di formula ricettiva mista, prevedendo nelle strutture alberghiere la presenza di camere classiche e appartamenti. La legge regionale è stata approvata nel 2019. Il Comune di Riccione l’ha recepita nel proprio regolamento edilizio. Tutto bene. Quello che continuo a non capire è la ragione che a Rimini la legge non sia stata ancora recepita e non si possano realizzare i condhotel. Una grande opportunità di rigenerazione di strutture ricettive chiuse e forse di qualche ex colonia.

Hotel Casadio a Riccione

 

Coriano. La Spinelli ha deciso il candidato per il centrodestra

Il sindaco uscente di Coriano Domenica Spinelli ha deciso il candidato per le prossime elezioni amministrative. Il centrosinistra candida Cristian Paolucci consigliere comunale e segretario del Pd di Coriano. Poi c’è Enrico Santini da terzo incomodo. Manca ancora all’appello il candidato del centrodestra. Allora lo decide Mimma. Pare (il condizionale è d’obbligo) che l’investitura sia ricaduta sull’attuale vicesindaco Claudio Ugolini. Almeno così si interpretano le parole di Spinelli in occasione del compleanno del suo vicesindaco: “Auguri Vice Buon compleanno  con l’auspicio di continuare nella nostra #Mission per il bene di #Coriano”. Comunque, manca poco. Entro il 12 maggio le candidature occorre presentarle.

Domenica Spinelli e Claudio Ugolini

Casa e Bottega

Mi segnalano che i comunicati stampa del CAAR (Centro Agroalimentare di Rimini) vengono redatti e inviati dall’ufficio stampa della Confcommercio di Rimini. Nessun giallo complicato. Il presidente del CAAR (azienda pubblica del Comune di Rimini) è Gianni Indino attuale presidente di Confcommercio. Evidentemente per il doppio presidente è più comodo e non pesa in questo modo sulla struttura del CAAR. In realtà questo aspetto è solo un sintomo di un problema di opportunità che andava affrontato tre anni fa. E’ di attualità anche ora, dopo la riconferma da parte del Comune di Rimini per altri tre anni di Gianni Indino al CAAR. Un presidente di un’associazione economica farebbe bene a dimettersi dopo avere assunto un incarico per dirigere un’azienda pubblica. Vi sono problemi di opportunità e di rimozione di possibili conflitti d’interessi. Vero che anche nel passato un esponente di un’altra associazione economica è stato presidente del CAAR. Ma in quel caso si trattava del direttore e non del presidente responsabile politico-sindacale. Allora fu una scelta tecnica. Criterio che con Gianni Indino è stato accantonato.  E’ come se il presidente di Confindustria Romagna diventasse anche presidente di Start Romagna (azienda pubblica dei trasporti). Impossibile.

Gianni Indino nella veste di Presidente del CAAR

Maurizio Melucci

Per impegni le pillole ritornano domenica 29 maggio

 

 

 

 

Ultimi Articoli

Scroll Up