Home > Almanacco quotidiano > 7 agosto 1763 – La burrasca spazza via tutte le barche nel porto di Rimini

7 agosto 1763 – La burrasca spazza via tutte le barche nel porto di Rimini

Una brutta annata, il 1763. Come annota Carlo Tonini, «Siccità e arsure, pioggie e turbini si andarono alternando in guise desolanti».

Lancia romagnola

Finché, «A’ 7 agosto  un furioso vento di levante, oltre allo sgominare la bella festa che annualmente facevasi in onore di S. Antonio di Padova sul porto, sospingendo le acque del mare nel porto stesso, pose in gran disordine quante barche vi si trovavano, delle quali molte furono lanciate fuori dell’alveo del canale e alcune furon cacciate con grande impeto sino al ponte d’ Augusto».

Trabaccolo

Trabaccolo romagnolo

Finita la burrasca, i Riminesi contano costernati i danni: «Onde, sedato il turbine e tornate le acque marine al loro letto naturale, e quindi fu necessaria l’opera di più di duecento tra contadini e marinari per risospingerle nel canale».

Barchetto riminese

Ma i guai non sono stati solo nel Marecchia: «È anche memoria che le acque dell’Aprusa si alzarono allora sino al ciglio degli archi del ponte che congiunge la città col Borgo di S. Giovanni».

Bragozzo chioggiotto

Bragozzo chioggiotto

Tartanone di Pesaro

Tartanone di Pesaro

(Le immagini sono di Aldo Cherini dell’Associazione Marinara “Aldebaran” di Trieste)

Scroll Up