Archive

1.334 avvocati e volontari in campo, un valore del lavoro legale pari a 1,8 milioni di euro. Presentato, oggi a Rimini, il Bilancio sociale 2023 dell’Associazione nel corso dell’Assemblea nazionale

L’Associazione “Avvocato di strada” onlus sempre al fianco degli ultimi.  Sono state infatti 2691 le persone assistite gratuitamente in tutta Italia. 1.334 avvocati e volontari impegnati quotidianamente in 60 città italiane. Un valore del lavoro legale messo gratuitamente a disposizione degli ultimi pari a 1,8 milioni di euro. Questi alcuni dei dati contenuti nel Bilancio sociale 2023 di Avvocato di strada, che è stato presentato pubblicamente nel corso dell’Assemblea nazionale che si è tenuta a Rimini oggi, sabato 18 maggio. "Diritto alla residenza, diritto di famiglia, fogli di via, tutela di persone vittime di violenze e aggressioni, multe paradossali e diritto dell’immigrazione – sottolinea il presidente Antonio Mumolo - .Le attività dei nostri volontari hanno riguardato le pratiche più disparate. Anche quest’anno, purtroppo, il tema maggiormente trattato è stato quello della residenza anagrafica. Da oltre venti anni ribadiamo in ogni tribunale, e in ogni occasione, che il diritto alla residenza anagrafica deve essere garantito a chiunque perché altrimenti le persone non possono curarsi, non possono avere documenti, non possono trovare lavoro o ricevere una pensione. Eppure, ancora oggi, questo diritto non viene garantito, e nel 2023 ben 727 persone per ottenere la residenza hanno avuto bisogno di un avvocato che battagliasse

Simone Mazzi è il candidato Sindaco della lista. Comunità energetica e infermiere di famiglia e di comunità, sono i fiori all’occhiello del programma elettorale

Presso il ristorante De’ Nir di Montefiore Conca e con la partecipazione dell’Avv. Mario Erbetta Presidente di Rinascita Civica, è stata presentata la Lista Civica SIAMO Montefiore. Comunità energetica e infermiere di famiglia e di comunità, questi sono i due fiori all’occhiello del patto elettorale che, il candidato Sindaco della lista civica SIAMO MONTEFIORE CONCA Simone Mazzi, ha sottoscritto per tutti i suoi concittadini montefioresi. Come funziona una Comunità energetica? Una comunità energetica consiste in un'associazione tra cittadini, attività commerciali, pubbliche amministrazioni locali e piccole/medie imprese che decidono di unire le proprie forze con l'obiettivo di produrre, scambiare e consumare energia da fonti rinnovabili su scala locale. Nel caso in cui verrò eletto, l’amministrazione comunale montefiorese diventerà capofila di questo progetto, che vedrà Montefiore Conca come seconda città in Provincia di Rimini e la terza in Regione ad aderire a questo disegno, che senza dubbio porterà un taglio delle tasse comunali, quali IMU e TARI a favore di un potenziamento delle politiche sociali. Quali sono i vantaggi di una Comunità energetica? Scegliere di aderire ad una comunità energetica consente, inoltre, di ottenere una serie di benefici economici: riduzione della bolletta, propria o condominiale, grazie all'autoconsumo di parte dell'energia prodotta dall'impianto se direttamente connesso con la propria

Il nuovo lungomare realizzato con il contributo della Regione Emilia Romagna

Con l’apertura ufficiale, alla presenza di cittadini e turisti, si è concluso il progetto di restyling del Lungomare Sud di Misano e dell’ingresso alla suggestiva darsena di Portoverde. Con la conclusione del secondo stralcio dei lavori, che erano partiti lo scorso ottobre, quattro mesi dopo l’inaugurazione del primo step, si completa uno dei progetti più importanti della legislatura, che ha visto il fondamentale contributo della Regione Emilia – Romagna. L’intervento, infatti, rientra nell’ampia operazione di riqualificazione e rigenerazione del prodotto balneare messa in campo dalla Regione, che ha riguardato i waterfront di 10 Comuni costieri. Nello specifico, a Misano Adriatico sono stati riconosciuti 1.750.000 euro dei 2.900.000 complessivi. Il secondo stralcio dei lavori, ultimati nei giorni scorsi, ha interessato il camminamento che da Via Passeggiata dei Fiori conduce a piazza Colombo, nel cuore di Portoverde. Nell’ambito dei lavori, è stata riqualificata anche l’area di sosta di Via dei Gigli, con la realizzazione di un “parcheggio – giardino” di oltre 100 posti auto. Un anno fa era stato realizzato il tratto, di circa 700 metri, compreso tra Via D’Azeglio e Via Passeggiata dei Fiori. All’apertura sono intervenuti il sindaco Fabrizio Piccioni, il responsabile dell’Ufficio Tecnico Comunale e Progettista dell’Opera Alberto Gerini, che ha illustrato la

Le leggi regionali che hanno provato a riconoscere indennizzi al concessionario uscente sono state tutte bocciate dalla Corte Costituzionale

“Arrivare alle gare con criteri certi e indennizzi ai concessionari uscenti”: e questa sarebbe l’alchimia partorita dal PD per risolvere la questione delle concessioni demaniali a scopo turistico ricreativo? Come Coordinamento Nazionale Mare Libero avevamo già intuito in sede di conferenza stampa alla Camera dei Deputati della scorsa settimana che la posizione del PD espressa dall’ onorevole Marco Simiani (più accondiscendente alle ragioni delle imprese dei balneari) divergeva da quelle rappresentate, ad esempio, da Riccardo Magi di Più Europa e da Franco Mari AVS (più spostate alla difesa dei beni comuni e maggiormente in linea con i principi eurounitari). Ma arrivare, leggendo il comunicato stampa dell’onorevole Andrea Gnassi, a non trovare differenze di sorta tra quanto sostenuto da Fratelli d'Italia e da Forza Italia e la posizione del PD nazionale francamente lo trovo sorprendente. Le leggi regionali che hanno provato a riconoscere al concessionario uscente indennizzi di sorta sono state tutte bocciate dalla Corte Costituzionale con la semplice, banale motivazione che “il subentro nel rapporto concessorio condizionato al pagamento di un indennizzo in favore del concessionario uscente influisce sulle possibilità di accesso al mercato di riferimento e sulla uniforme regolamentazione dello stesso, potendo costituire, per le imprese diverse dal concessionario uscente, un disincentivo alla

Durante la seduta pubblica di giovedì 16 maggio è stata avanzata la proposta di aggiudicazione dell'appalto relativo ai servizi tecnici di architettura e ingegneria finalizzati alla formulazione degli elaborati necessari alla definizione del Regolamento Edilizio e della disciplina del nuovo Piano Urbanistico Generale (PUG), in supporto all’ufficio di piano del Comune.  Il regolamento edilizio e il nuovo Piano Urbanistico Generale rappresentano strumenti di primaria importanza per disciplinare e guidare la crescita e la riqualificazione del territorio, assicurando che ogni intervento sia in linea con gli obiettivi di sostenibilità ambientale, di rigenerazione urbana e di valorizzazione e tutela del territorio.  La proposta di aggiudicazione è stata avanzata al Raggruppamento Temporaneo di Imprese (RTI) composto da l’architetto Fabio Ceci, Mate Società Cooperativa, l’architetto Luca Pagliettini, il dottor Alex Massari, il Consorzio Stabile Caire e il dottor Samuele Sangiorgi. Al momento sono in corso le verifiche dei requisiti generali e speciali dei componenti allo scopo di garantire che tutti i partecipanti soddisfino i criteri richiesti per l'assegnazione dell'appalto. Una volta completate queste verifiche, e in assenza di elementi ostativi, la proposta sarà formalmente approvata attraverso una determina di aggiudicazione. I tecnici a cui verrà affidato l’incarico di elaborare il PUG e relativo regolamento edilizio avranno 48 mesi

Parte domani, domenica 19 maggio, dal circo Pd Celle – Rivabella, il tour elettorale del candidato alle europee per la circoscrizione Nord-Est

“In Europa per gli ultimi”. E’ questo lo slogan di Antonio Mumolo, candidato per il Partito Democratico all’Elezioni europee 2024 per la circoscrizione del Nord-Est, che sarà sul territorio della provincia di Rimini da domani, domenica 19 maggio. Mumolo, che ricopre anche la carica di consigliere regionale, è avvocato di diritto del lavoro. Inoltre, ha fondato e presiede l’associazione Avvocato di Strada che si occupa, in tutta Italia, di tutelare i diritti delle persone senza fissa dimora e dei più fragili. Per il suo impegno nel volontariato come Avvocato di Strada, ha ricevuto il premio cittadino europeo dal Parlamento europeo. Si batte per un’Europa che metta al centro delle sue politiche la giustizia sociale e che si occupi dei diritti delle persone in particolare dei diritti degli ultimi e delle ultime. Il candidato sarà presente domani, a Rimini, alle 16.30, per un appuntamento al Circolo Pd Celle- Rivabella in Via delle Piante 20, dove la segretaria del Circolo Damiana Bertozzi porterà i saluti e introdurrà Emma Petitti, presidente dell’ Assemblea Legislativa regionale. Successivamente, alle 18,45, Mumolo sarà ospite alla Pasticceria Garden di Morciano per un aperitivo con simpatizzanti e iscritti. In questa occasione è prevista sempre l’introduzione della presidente Petitti e i saluti

Daniela Angelini: “Questo incontro è fondamentale per condividere con la città un’idea di innovazione dello spazio urbano che sia motore di attrattività e sviluppo economico, ma anche di aggregazione, socialità e incontro”

Lunedì 20 maggio al Palazzo del Turismo si tiene il secondo incontro tematico di Riccione cambia, il processo di partecipazione per la costruzione del Piano urbanistico generale e il coinvolgimento della città sui progetti di rigenerazione urbana, che ne anticipano e sperimentano le strategie.   Christian Andruccioli, assessore all’Urbanistica e alla Rigenerazione Urbana di Riccione, rilancia la sfida. “Il 9 maggio abbiamo presentato la Strategia del verde del Piano, un anello di nuovi parchi pubblici che abbraccia la città innervato sui corridoi fluviali che con percorsi turistici e i paesaggi della biodiversità aprono la collina sul mare. Lunedì  presenteremo la Strategia di rigenerazione dei luoghi centrali, focalizzata sulla messa a sistema dei luoghi identitari, la valorizzazione degli assi commerciali con progetti innovativi degli spazi pubblici, perché vogliamo che Riccione occupi il suo posto in Europa. Vedremo come altre città hanno lavorato sullo spazio pubblico e l’attrattività urbana e come può il PUG affrontare questa sfida. Nella prima parte della serata saranno con noi Chiara Lucchini, architetta impegnata nel processo del Pug di Torino ed esperta di politiche urbane e progetti europei dell’Urban center della città piemontese, e Tecla Mambelli, dirigente del settore Urbanistica, per un focus sulle strategie del Piano”. “Nella seconda parte

Per i residenti e i domiciliati del centro storico, 30 accessi al mese per consentire la visita di parenti, amici e ospiti 

Procede spedito l'iter che riguarda l’attivazione del nuovo sistema di controllo automatizzato degli accessi alla nuova zona a traffico limitato e area pedonale urbana del centro storico di Rimini e di Borgo San Giuliano. Nell’ultima seduta la Giunta comunale, infatti, ha dato il via libera ad alcune modifiche che riguardano la regolamentazione dell’area interessata dal provvedimento, sulla base delle valutazioni effettuate in questi mesi per garantire l’accessibilità ai punti di interesse e venire incontro alle esigenze di residenti e operatori. Le modifiche introdotte riguardano il varco ZTL di via Bastioni Meridionali, all'intersezione con Largo Unità d’Italia, che sarà attivo solo durante le ore notturne, dalle 22 alle 6, così da semplificare l’accesso diurno alle scuole presenti e al Santuario della Madonna della Misericordia, che hanno accessi carrabili situati in via Bastioni Meridionali. L'area interessata dalla modifica comprende le vie Bastioni Meridionali, Molini, Venerucci, Bonsi e Bastioni Occidentali. Sempre per cercare di migliorare l'accessibilità all'area, il varco ZTL di via Massimo D’Azeglio sarà attivo esclusivamente dalle 22 alle 6, pensando in particolare a chi deve raggiungere l'Istituto Maccolini. La modifica riguarda l'intera via Massimo D’Azeglio fino all'inizio dell'area pedonale esistente. Il varco elettronico presente sul Corso d’Augusto dopo l'intersezione con via Ducale, a copertura

Restano invece in gestione diretta al Comune la palestra di boxe, la pista di atletica leggera e la zona lanci

L’amministrazione comunale di Riccione ha approvato le linee di indirizzo per l’affidamento, tramite una procedura a evidenza pubblica, della gestione dello stadio comunale “Italo Nicoletti” di viale Forlimpopoli. L’affidamento della struttura sportiva comprende lo stadio centrale in erba sintetica con le tribune, tutte le infrastrutture logistiche e di servizio connesse (spogliatoi, locali e uffici del sottotribuna), il bar, l’antistadio in erba sintetica con spogliatoi ubicati nell’edificio palestra, l’antistadio in erba naturale, il campo da calcio a 5 non omologato, la viabilità d’accesso e i parcheggi interni. Restano invece in gestione diretta al Comune di Riccione la palestra di boxe posta in una parte dei locali della sottotribuna, la pista di atletica leggera lungo il perimetro del campo da gioco e la zona lanci. Tra gli interventi di manutenzione obbligatoria e straordinaria a carico del gestore concessionario, volti a migliorare la fruibilità e la capacità del centro sportivo, ci saranno la riqualificazione del campo antistadio in erba sintetica con il rifacimento del manto artificiale e l’installazione di un nuovo impianto d’illuminazione al led e l’omologazione Figc e Lega nazionale dilettanti. Possono invece essere proposti da parte del concessionario alcuni interventi straordinari che riguardano l’efficientamento energetico, lavori edilizi e impiantistici e il potenziamento dell’illuminazione dello stadio. Tenuto

In vista delle elezioni amministrative dell’8 e 9 giugno, le associazioni dei consumatori e degli utenti dell’Emilia Romagna, hanno redatto un documento rivolto ai candidati sindaco, ai candidati consiglieri e alle forze politiche. Il documento contiene riflessioni e proposte centrali per garantire i diritti di cittadinanza e dei consumatori, con l’obiettivo di influenzare le future scelte amministrative. Partecipazione: un invito al dialogo Le associazioni sottolineano l'importanza di una maggiore partecipazione dei cittadini nelle decisioni politiche. In un contesto di crescente disaffezione verso la politica, viene richiesto un dialogo inclusivo e continuo con i rappresentanti dei consumatori e degli utenti per superare la crisi di partecipazione attiva che affligge la regione. “È fondamentale che le scelte rilevanti per la comunità non siano semplicemente comunicate tramite la stampa o tramite assemblee informative,” affermano le associazioni. “Vogliamo un confronto vero e aperto.” Redditi e inflazione: politiche di solidarietà ed equità Il documento mette in luce l'impatto devastante dell’inflazione sui redditi da lavoro dipendente e da pensione, che ha aumentato la precarietà e l’indebitamento delle famiglie. Le associazioni chiedono alle amministrazioni locali di attuare politiche di solidarietà ed equità per aiutare le famiglie a superare queste difficoltà economiche. “Non possiamo ignorare il crescente numero di famiglie che scivolano

L’8 e 9 giugno andranno a votare Casteldelci, Maiolo, Montecopiolo, San Leo e Talamello: ecco i candidati

Dei nove comuni che dalla Regione Marche sono entrati a far parte della Provincia di Rimini e dell'Emilia-Romagna (sette comuni lo fecero il 14 agosto 2009: Casteldelci, Maiolo, Novafeltria, Pennabilli, San Leo, Sant'Agata Feltria e Talamello; altri due lo fecero nel mese di novembre 2021: Montecopiolo e Sassofeltrio) l’8-9 giugno andranno a votare in cinque per il rinnovo dei Consigli Comunali e la elezione del Sindaco: Casteldelci, Maiolo, Montecopiolo, San Leo e Talamello. Sono comuni con territori enormi, ma con una scarsa popolazione. In tutta la realtà dell’alta Valmarecchia ci sono problemi aperti che stanno coinvolgendo tutte le istituzioni del territorio: le pale eoliche, gli allevamenti dei polli, la viabilità riguardante la Marecchiese, i dissesti idro-geologici, lo spopolamento, la chiusura di servizi, la sanità territoriale. Nei cinque comuni al voto si presentano tutte liste civiche, di cui è difficile dire anche se di centro-destra o di centro-sinistra. Nessun simbolo di partito sulle schede per le elezioni comunali. Quello che è certo è che per questi comuni, nonostante che per alcuni siano ormai passati quindici anni dal loro ingresso nella Regione Emilia-Romagna, l’inserimento nella realtà amministrativa emiliano-romagnola è difficile. In tutti gli altri comuni della provincia riminese al voto i candidati parlano del PUG

Il deputato riminese: "Degli 8,5 miliardi promessi ne sono stati stanziati meno della metà, ai privati arrivato quasi niente"

E' passato un anno dall'alluvione che ha colpito la Romagna e dopo "annunci con squilli di tromba la realtà è che migliaia di famiglie e imprese sono ancora in sofferenza perché senza risarcimenti". Il giorno dopo le celebrazioni dell'anniversario della tragedia, il deputato riminese del Pd Andrea Gnassi attacca il Governo, sottolineando che "degli 8,5 miliardi promessi ne sono stati stanziati meno della metà" e che "di questi 1,2 miliardi di euro verrebbero dal Pnrr come da annuncio in pompa magna delle presidenti Giorgia Meloni e Ursula Von der Leyen a gennaio". Si tratta, ricorda, di risorse per opere pubbliche "da spendere in un anno e per le quali però nessuno ha mai visto ancora nessun atto o conferma concreta". Senza contare che "anche per i privati il 100% di indennizzi promesso dalla presidente del Consiglio con gli stivali nell'acqua, si riduce nell'ennesimo annuncio. Per la ricostruzione privata e i beni mobili mancano ancora 2,5 miliardi di euro e il credito d'imposta per la ricostruzione è fermo e impantanato in decreti che non arrivano". Il Pd, conclude poi, "continuerà a incalzare il Governo con le sue proposte stando al fianco di sindaci, comuni, imprese e società civile. Chiediamo al Governo di fare subito