Archive

Jamil Sadegholvaad e Juri Magrini hanno incontrato il presidente Corrado Della Vista e la segretaria generale Nicoletta De Cristofaro

Nella casa comunale di Rimini, il Sindaco e l'assessore hanno accolto il Presidente di Conflavoro PMI Corrado Della Vista, il Segretario Generale Nicoletta De Cristofaro e gli Imprenditori Domenico Cimino e Mario Garrone; Un incontro di presentazione per Conflavoro PMI che ha voluto portare a conoscenza la nuova realtà associativa delle PMI della Provincia di Rimini. L’associazione datoriale che promuove, rappresenta e forma imprenditori e lavoratori delle piccole e medie imprese del territorio. “In continua crescita dal 2021, ad oggi, consta 150 associati che possono beneficiare tra i vari servizi dei corsi di formazione. Il primo intento - afferma Della Vista - è fornire agli imprenditori linee guida per poter operare nel rispetto delle norme che regolamentano i vari settori, primo tra tutti quello turistico e del suo indotto”. Grande propensione all’ascolto da parte dell’amministrazione e forte dialogo con il Sindaco che ha soddisfatto con risposte esaustive le varie richieste portate alla sua attenzione. In particolare i temi sono stati quattro: le strutture marginali e la qualità del turismo, la tassa di soggiorno e il miglioramento di servizi per i turisti. Sadegholvaad e Magrini, come i rappresentanti dell’associazione, puntano ad un miglioramento della qualità dei servizi da offrire con una città che si sviluppi e

Le modalità in Romagna, possibili disagi

Le sigle sindacali Filt-Cgil, Faisa-Cisal, Fit-Cisl, Uil-Trasporti e Ugl-Autoferro hanno annunciato uno sciopero nazionale di quattro ore per giovedì 18 luglio. In tale giornata, dunque, potrebbero verificarsi disagi nel trasporto pubblico al di fuori delle fasce di garanzia. Allo sciopero nazionale si aggiunge, sul territorio, lo sciopero aziendale del bacino di Ravenna annunciato dalle sigle sindacali Fit-Cisl, Uil-Trasporti e Ugl Autoferro. Il servizio non sarà garantito nelle seguenti fasce orarie: Nel bacino di Forlì-Cesena, dalle 17:00 alle 21:00, Nel bacino di Ravenna (compreso il traghetto): dalle 17:30 alle 21:30; Nel bacino di Rimini, dalle 17:30 alle 21:30. In ottemperanza alla delibera n°18/138 del 23-04-2018 della Commissione di Garanzia per gli Scioperi, le motivazioni dello sciopero sono consultabili nell'apposito avviso pubblicato sul sito web aziendale al link: https://www.startromagna.it/news/giovedi-18-luglio-sciopero-nazionale-di-4-ore-su-tutti-i-bacini/. A precedente iniziativa di sciopero nazionale, indetto dalle stesse sigle sindacali in data 26 aprile 2024, l’adesione era stata del 27,40% per bacino di Forlì-Cesena, del 44,05% nel bacino di Ravenna e del 28,43% nel bacino di Rimini. Ad analoga iniziativa di sciopero aziendale indetta nel bacino di Ravenna da Cisl, Uil-Trasporti, Ugl Fna e Usb Lavoro Privato in data 11 luglio 2020, l’adesione era stata pari all’89,58%.

Le proposte di Emilia-Romagna, Veneto e Friuli Venezia-Giulia saranno inviate al Ministero dell'Agricoltura nei prossimi giorni

Di fronte alla presenza di mucillagini a largo della costa, la Regione Emilia-Romagna, d’accordo con Veneto e Friuli Venezia-Giulia, ha deciso di inviare nei prossimi giorni al Ministero dell’Agricoltura una serie di proposte per il settore della pesca. Una scelta condivisa durante un incontro oggi pomeriggio, con la partecipazione degli assessori delle tre Regioni del Distretto Alto Adriatico e le associazioni che rappresentano le imprese di pesca, durante il quale è stata espressa preoccupazione per la situazione in atto. Il documento prevede azioni in grado di fronteggiare gli effetti di un fenomeno che minaccia la biodiversità dell’Alto Adriatico, colpendo l’economia legata alla pesca e all’acquacoltura. In particolare, verranno richieste misure di tutela sociale per i lavoratori del comparto pesca e l’attivazione tempestiva degli strumenti necessari per garantire gli indennizzi per le imprese colpite dalla mancata pesca. “La comparsa di mucillagine - spiega l’assessore regionale all’Agricoltura e pesca Alessio Mammi- mette in difficoltà il settore della pesca a causa dei danni provocati alle attrezzature, alle reti e agli attrezzi di posta. E’ necessario rendere più flessibile l’impiego dei fondi Feampa dedicati alla pesca e all’acquacoltura per riconoscere risorse alle imprese. Inoltre, gli strumenti ordinari utilizzati per far fronte alle calamità, come Agricat, devono funzionare

L’Assemblea dei Soci di AIRiminum 2014 S.p.A., Società che gestisce l’Aeroporto Fellini, si è riunita oggi per l’approvazione del bilancio dell’esercizio al 31 dicembre 2023 che si è chiuso con un utile di esercizio di 41.093 euro destinato integralmente al patrimonio netto della società (che si attesta a 9.392.484 euro). La stessa Assemblea ha provveduto alla nomina del nuovo Consiglio di Amministrazione della Società per il prossimo triennio. Escono, con il ringraziamento degli altri soci, Roberto Montesi e Lucio Laureti. I nuovi membri sono il presidente della Fiera di Cesena Renzo Piraccini e Roberto Vergari, già dirigente Enac. Il nuovo Consiglio di Amministrazione sarà composto dai seguenti 5 membri: – Laura Fincato (Presidente) – Leonardo Corbucci (Amministratore Delegato) – Simone Badioli (Consigliere) – Roberto Vergari (Consigliere) – Renzo Piraccini (Consigliere) Roberto Vergari (a destra nell'immagine in apertura) – sottolinea AiRiminum – ha svolto importanti incarichi dirigenziali all’interno di Enac e la sua professionalità sarà di grande importanza per lo sviluppo dei prossimi progetti infrastrutturali che si realizzeranno in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna, il Comune di Rimini, l’Enac e si auspica con la Repubblica di San Marino. Renzo Piraccini (a sinistra), Presidente della Fiera di Cesena e Presidente di Macfrut, rappresenta una figura chiave per quel processo di radicamento dell’Aeroporto nell’economia

Ruspe al lavoro in via Ugo Bassi, entro il 20 ottobre l’intero compendio sarà scomparso

E' già iniziata la demolizione dell'ex questura di via Ugo Bassi. Ruspe al lavoro per radere al suolo l'ecomostro dopo l'accordo raggiunto fra  Comune di Rimini e la proprietà di ASI. Alla demolizione degli edifici farà seguito la frantumazione dei materiali che saranno riutilizzati per la realizzazione delle opere pubbliche previste nel progetto. Entro il 20 ottobre l’intero compendio sarà demolito. [video width="636" height="360" mp4="https://www.chiamamicitta.it/wp-content/uploads/2024/07/demolizione_questura0989497960868_899988336431563792_n.mp4"][/video]

Francesco Marinelli CISL Romagna: “È necessario valorizzare il lavoro di colf, badanti e sostenere le famiglie"

L'invecchiamento della popolazione e la carenza di badanti e colf rappresentano una sfida seria ed urgente per la Romagna. Un'analisi approfondita dei dati ISTAT e INPS, elaborati da CISL Romagna, dipinge un quadro preoccupante. Le province di Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini stanno assistendo ad un'impennata della popolazione over 80. Negli ultimi dieci anni, il numero di anziani in queste province è aumentato rispettivamente del 14,78%, del 10,78% e del 21,32%. Un aumento importante che ha fatto esplodere la domanda di assistenza domiciliare. Ma mentre la richiesta di assistenza cresce, l'offerta di badanti e colf si assottiglia drammaticamente. I dati INPS mostrano un crollo dei contratti di colf che supera il 30% in tutte e tre le province, con un picco negativo del -34,87% a Forlì-Cesena. Anche la situazione dei badanti non è molto rosea. Se è vero che il numero di contratti è leggermente aumentato in alcune province, questo incremento non è sufficiente a soddisfare la domanda in crescita. Il rapporto badanti/over 80, infatti, è peggiorato in tutte e tre le province, evidenziando un divario preoccupante tra il numero di anziani e quello di badanti disponibili. Le cause di questa crisi sono diverse e complesse. Una delle ragioni principali è la scarsa attrattività del

L’iniziativa nasce dalla necessità di affrontare in modo sistematico e integrato le numerose criticità che affliggono il settore

FILCAMS CGIL Rimini annuncia il lancio della sua nuova campagna di comunicazione, mirata a promuovere una riforma complessiva del mercato del lavoro nel settore turistico. L’iniziativa nasce dalla necessità di affrontare in modo sistematico e integrato le numerose criticità che affliggono il settore.   Una campagna multicanale: social media, affissioni e tavoli La campagna sarà caratterizzata da una serie di lanci sui social media FILCAMS CGIL Rimini, dove saranno diffuse grafiche ispirate ad alcune delle principali criticità del mondo del lavoro nel turismo. Particolare enfasi sarà posta sul tema della qualità del servizio di salvataggio e sull’esigenza di una sua riqualificazione. Le grafiche mirano a sensibilizzare il pubblico su temi come la legalità lavorativa e la qualità dell’offerta turistica. Saranno affissi manifesti in tutti i comuni costieri della provincia, per raggiungere capillarmente tanto i lavoratori quanto i turisti e le istituzioni locali. Dai manifesti, attraverso un QR Code, sarà inoltre possibile partecipare ad un’indagine sul turismo balneare, i cui risultati saranno utili a FILCAMS CGIL per predisporre una piattaforma rivendicativa per contrattazione di anticipo con le amministrazioni comunali costiere. FILCAMS CGIL sarà presente durante la stagione estiva con punti informativi nelle città turistiche e con attività di volantinaggio. Questi punti informativi saranno un'occasione

Gli ultimi dati della Camera di Commercio: meno del 6% diventano poi posti fissi

Con riferimento ai dati “destagionalizzati”, nel territorio Romagna i primi tre mesi del 2024 rilevano un saldo occupazionale pari a +2.945; il saldo risulta positivo in tutti i settori analizzati, ad eccezione dell’Industria in senso stretto (‑34 posizioni), con il maggiore che si verifica nel Commercio e turismo (+1.319 posizioni). Le attivazioni di rapporti di lavoro sono state 49.445; nel confronto con lo stesso periodo dell’anno precedente (gennaio-marzo 2023) si registra un aumento (+1,6%). Il 40,4% ha interessato il Commercio e turismo, il 31,9% gli Altri servizi, il 14,0% l’Agricoltura, il 9,3% l’Industria e il 4,4% le Costruzioni; in merito alla tipologia contrattuale, le attivazioni di lavoro dipendente hanno prevalentemente riguardato i contratti a tempo determinato, di apprendistato e di lavoro somministrato (92,6% del totale), e meno quelli a tempo indeterminato (7,4%). In tale contesto, il 6,6% dei rapporti di lavoro attivati a tempo determinato, di apprendistato e in somministrazione (3.004 unità) si sono trasformati in rapporti di lavoro a tempo indeterminato. Le cessazioni complessive di posizioni lavorative, invece, ammontano a 46.500; nel confronto tendenziale (sul primo trimestre 2023) si rileva una sostanziale stabilità (+0,1%).   I rapporti di lavoro dipendente in provincia di Rimini I dati “destagionalizzati” riferiti ai rapporti di lavoro dipendente relativi

Con il termine Esport, o più semplicemente sport elettronici, ci si riferisce a competizioni videoludiche organizzate a livello professionale o amatoriale

Negli ultimi anni, gli Esports, così come era già avvenuto in precedenza con le piattaforme di casino online come Betfair, hanno sperimentato un’ascesa inarrestabile in tutto il mondo, compresa l'Italia, dove oltre a rivoluzionare il mondo dell'intrattenimento, hanno anche contribuito a creare nuove opportunità economiche. Scopriamo insieme di cosa si tratta.   Uno sguardo più da vicino agli Esports Con il termine Esport, o più semplicemente sport elettronici, ci si riferisce a competizioni videoludiche organizzate a livello professionale o amatoriale, dove squadre o singoli giocatori competono tra loro per ottenere premi. Le competizioni possono svolgersi online o dal vivo, per poi essere trasmesse in diretta streaming su piattaforme come Twitch e YouTube, attirando milioni di spettatori provenienti da tutto il mondo. Tra i generi più popolari spiccano i cosiddetti MOBA (Multiplayer Online Battle Arena), i giochi di sparatutto (FPS) e le simulazioni sportive come FIFA, eFootball PES e simili.   La popolarità degli Esports in Italia e nel mondo Si stima che a livello mondiale il fenomeno Esport vanta un pubblico di 532 milioni di persone, di cui circa 108 milioni sono spettatori assidui. In Italia, si contano all’incirca 6 milioni di appassionati di età compresa tra i 14 e i 40 anni. Tra questi, il numero

Il colosso americano ci riprova a San Lorenzo, ci sarà anche nuovo parcheggio pubblico da 24 posti che verrà ceduto al Comune

Procede l’iter burocratico per il rilascio del permesso di costruire convenzionato relativo alla realizzazione del nuovo ristorante McDonald’s sulla via Flaminia ai civici 51-53, approvato qualche giorno fa con delibera della giunta comunale. L’istanza di permesso di costruire era stata presentata il 12 ottobre 2023, previa demolizione dei fabbricati esistenti. L’intervento sarà realizzato su due lotti privati, di cui uno precedentemente adibito a residenza e magazzino e sul quale, una volta demolito, sarà realizzato il nuovo ristorante McDonald’s. Il secondo lotto, che presenta dei manufatti, sarà smantellato per ospitare infrastrutture, attrezzature e spazi collettivi: in seguito alla convenzione sarà poi ceduto al Comune di Riccione e servirà per realizzare un parcheggio pubblico le cui spese saranno totalmente a carico della proprietà del ristorante. Lo scorso dicembre era stata indetta la conferenza decisoria in forma semplificata e modalità asincrona per acquisire pareri, intese, concerti, nulla osta o altri atti di assenso necessari per avviare l’iter burocratico volto a ottenere il permesso di costruzione. Il 1’ marzo 2024 era stata convocata la riunione della conferenza di servizi decisoria, in modalità sincrona, per acquisire l’ulteriore parere da parte del Consorzio di Bonifica. La determinazione conclusiva della conferenza dei servizi equivale al rilascio del titolo edilizio a costruire che

Barbara Lori: “Sosteniamo nuove forme di abitare con un intervento innovativo”. Destinati 7 milioni di euro

Si rafforza l’impegno della Regione per l’housing sociale con l’obiettivo di sperimentare nuove forme di abitare capaci di rispondere in maniera concreta e innovativa a nuovi bisogni e a un’emergenza abitativa in crescita, specie per quanto riguarda l’offerta di abitazioni in affitto. Sono 140 gli alloggi di Edilizia residenziale sociale, di nuova costruzione o recuperati su abitazioni esistenti, che saranno destinati alla locazione a canone calmierato. Questo il risultato del bando, rivolto a cooperative di abitazione, imprese costruttrici e loro consorzi, attraverso il quale la Regione nel dicembre scorso aveva messo a disposizione 7 milioni di euro. Nel dettaglio dei 140 alloggi, dieci sono previsti a Bologna, 41 a Rimini, due a Montefiore Conca (Rn), sei a Ravenna, 44 a Sassuolo (Mo), cinque nel comune di Forlì e 32 in quello di Cesena. “Con questo intervento – osserva l’assessora alla Programmazione territoriale, Edilizia e Politiche abitative, Barbara Lori – abbiamo voluto intervenire sulla cosiddetta fascia grigia, quella che interessa famiglie che non hanno i requisiti per accedere all’Edilizia residenziale pubblica, ma che sono comunque in difficoltà nel trovare casa sul libero mercato. Lo abbiamo fatto seguendo un approccio fortemente innovativo in quanto, oltre agli alloggi, si attivano servizi di tipo culturale, socio-assistenziale ed educativo con l’obiettivo di rafforzare le relazioni

La Sindaca Foronchi e del Vice Belluzzi: "Un risultato eccezionale frutto del gioco di squadra tra la nostra Amministrazione e gli operatori privati”

Più arrivi e più pernottamenti, soprattutto nel mese di maggio. Tutti di segno positivo i dati turistici (fonte Istat) della Regina relativi ai primi 5 mesi dell’anno che, all’indomani del week end della Notte Rosa, incassa un altro grande successo di pubblico. A spiegare il mix di ingredienti che hanno portato a questi risultati, sono la Sindaca Franca Foronchi e il Vice sindaco e Assessore al turismo Alessandro Belluzzi. “Da gennaio a maggio 2024, gli arrivi hanno segnato un balzo in avanti del 23 per cento rispetto allo stesso periodo del 2023. Un vero e proprio boom. E per quanto riguarda maggio l’incremento registrato rispetto al 2023, sugli arrivi è del 54,6 per cento mentre rispetto al 2019, ultimo dato pre covid, è di più 20,5 per cento. Sui pernottamenti, siamo a più 37,9 rispetto al 2023 e a più 15,5 per cento rispetto al 2019. Numeri davvero importanti dietro i quali c’è un grande lavoro di squadra. La ragione di questo successo è la sinergia tra pubblico-privato che abbiamo messo in campo e che caratterizza la nostra attività amministrativa – spiegano Sindaca e Vice – Maggio è il mese che meglio esemplifica questa nostra modalità. È il mese che abbiamo