Archive

Martedì 23 aprile per definire i progetti del sociale che comporranno il Programma attuativo annuale 2024 del Distretto 

Martedì 23 aprile, alle 14, al Centro Sociale Viserba 2000, il primo incontro del percorso aperto alla città e al terzo settore volto a definire i progetti del sociale che comporranno il Programma attuativo annuale 2024 del Distretto. Al via il percorso di co-progettazione che porterà alla definizione del Programma Attuativo Annuale 2024, ovvero il piano del Distretto contenente i servizi e i progetti del settore del sociale. L'appuntamento è per domani, martedì 23 aprile, alle ore 14, alla Sala riunioni del Centro Sociale Viserba 2000 (in Via Baroni, 9) per la sessione plenaria, un momento aperto alle associazioni del terzo settore e alla città allo scopo di attivare una riflessione sulla progettazione del sociale attualmente in essere e su come costruire quella futura relativamente ad alcuni macro temi: minori, immigrazione, povertà, pari opportunità, salute mentale e dipendenze patologiche, disabilità, anziani, inclusione sociale. L’incontro si aprirà con un’introduzione in plenaria con un focus su obiettivi, risorse e criteri di valutazione, mentre dalle ore 15 partirà il lavoro dei tavoli di confronto per aree tematiche. Ogni anno attraverso il Programma Attuativo Annuale vengono co-progettati e approvati oltre 180 progetti che costituiscono gran parte degli interventi e dei servizi del Distretto di Rimini.

Il presidente Enrico Pecorari: "Vorremmo trasformare un edificio dismesso in una comunità residenziale autogestita"

Sono già una quarantina, "un gruppo di persone non più giovani, che hanno riflettuto sul loro futuro e sui bisogni del territorio di appartenenza, a San Giuliano mare". E hanno dato vita una associazione "per restare padroni delle nostre vite". Si chiama la "Comunità Gentile" e vuole essere "una struttura polivalente, inserita sul territorio, per rispondere in primis ai bisogni degli anziani auto sufficienti, in modo autogestito, e ad altre tipologie di esigenze dei cittadini che vivono in quell’area", spiega il presidente Enrico Pecorari. 72 anni, già alla guida di Federconsumatori Rimini, Pecorari vive nella Barafonda e vi si trova benissimo. "Ma gli anni passano e purtroppo ci si rende conto che ben pochi pensano agli anziani. Invece la Comunità Gentile nasce per rispondere alle esigenze di libertà, socialità di scambio di idee e opinioni con altre associazioni di volontariato, attività culturali, di servizio alle persone presenti o nuove sul territorio. Questa dimensione di vita pensiamo che renda tutti, anziani compresi, più attivi e consapevoli". [caption id="attachment_463286" align="alignleft" width="1920"] Enrico Pecorari[/caption] Il destino ineluttabile per chi entra nella terza età sembra essere solo quello della casa di riposo. "Ma dalle ricerche fatte sugli effetti che hanno sulle persone ivi assistite, si evince che dopo

Al "Parco orticolo della Biodiversità" anche piazzette col pergolato per sedersi all'ombra e socializzare

Saranno pronti in tre mesi 40 nuovi orti urbani a Rimini per gli over 65. Ma al "Parco orticolo della Biodiversità", per cui sono iniziati i lavori nel terreno compreso tra via Cuneo, via Aldo Moro e via Lidice, non ci saranno solo spazi da coltivare: al centro di ogni blocco di orti è infatti prevista una piccola 'piazzetta, con tanto di pergolato per fare ombra, pensata come luogo di aggregazione e socializzazione. Il Comune di Rimini ha affidato ad Anthea la realizzazione dell'intervento, per un investimento complessivo di 200.000 euro, che mira "ad aumentare i lotti a disposizione delle persone over 65- spiega l'amministrazione- così da offrire loro dei luoghi dove dedicarsi all'agricoltura a chilometro zero, alla vita all'aria aperta, e, allo stesso tempo, dove stare in compagnia". Sono quindi partite in questi giorni le operazioni preliminari di delimitazione dell'area e di scavo, pulizia e livellamento nell'appezzamento di terreno dove sorgeranno 40 'spazi green', ciascuno con una superficie di 35 metri quadrati, collegati tra loro mediante un percorso ciclopedonale centrale. Al centro di ogni blocco di orti sono poi previste piccole 'piazzette', con appunto la pergola, armadietti per riporre gli oggetti degli orticoltori e di un punto di presa per l'acqua . "La piazza centrale

Nuovo incontro dell’Ufficio Pastorale per la Salute.
Tre esperienze e dialogo in Sala Manzoni

Organizzato dall’Ufficio diocesano per la Pastorale della Salute, martedi 16 aprile 2024, alle ore 19, in Sala Manzoni, a Rimini in via IV novembre, nuovo incontro con il Vescovo di Rimini mons. Nicolò Anselmi, con gli Operatori della Sanità e del Sociale e tutti coloro che sono interessati alla relazione di cura. Lo scopo di questo incontro (aperto a tutti), come di quello precedente del 21 novembre 2023, è quello di condividere le esperienze di bene che - pur nella difficoltà - ci si trova a vivere nella propria professione, al fine di sostenersi in queste attività quotidiane così delicate. Dopo un canto iniziale, seguirà la lettura della parabola evangelica del Buon Samaritano e il commento del Vescovo Nicolò. Sono poi previste tre testimonianze di lavoro in diversi luoghi di cura e successivamente si aprirà il dialogo: tutti i presenti potranno raccontare la propria esperienza e porre eventuali domande. Al termine dell’incontro è previsto un momento conviviale- musicale.  

Tra il 2020 e il 2023 la regione ha stanziato 30 milioni di euro che hanno permesso di riqualificare e riassegnare quasi 1.400 alloggi pubblici

Il disagio abitativo nel Paese è in forte crescita, come confermano i dati del Ministero dell’Interno, uno su tutti i 42mila sfratti emessi nel 2022, l’80% per morosità, a cui si aggiungono 100mila richieste di esecuzione di sfratti presentate a ufficiali giudiziali, e 30mila sfratti eseguiti con l’intervento dell’ufficiale giudiziale. Dati destinati ad aggravarsi visto che nella legge di Bilancio 2023 il Governo Meloni non ha rifinanziato né il Fondo per l’affitto né il Fondo per la morosità incolpevole. In Emilia-Romagna si sta facendo tanto a livello di politiche abitative, basti pensare alle misure previste dal programma “Patto per la Casa Emilia-Romagna”, che rappresenta un'azione innovativa e integrativa da parte della Regione a sostegno della locazione finalizzata ad ampliare l’offerta degli alloggi in locazione a canoni calmierati. Il target di riferimento è costituito dalla cosiddetta fascia intermedia, composta da quei nuclei familiari che non sono nelle condizioni di soddisfare autonomamente il proprio fabbisogno abitativo sul libero mercato, ma che allo stesso tempo non possono accedere all’edilizia residenziale pubblica, non possedendone i necessari requisiti. 4,7 milioni di euro le risorse al momento a disposizione per finanziare il piano. Qualche giorno fa si è chiuso il bando Social Housing 2023, rivolto a cooperative di abitazione e imprese

Nicola Romeo: "Si tratta di agevolazioni, condivise con le Organizzazioni sindacali, coerenti con le nostre politiche di welfare”

Esonero dalla tariffa per i rifiuti “porta a porta”, l’Amministrazione comunale amplia la categoria dei beneficiari e alza il tetto dell’Isee fino a 13mila euro. “Con questo nuovo bando, la nostra Amministrazione ha voluto andare incontro alle esigenze delle famiglie più vulnerabili della nostra Comunità, ampliando la fascia di esenzione con l'innalzamento dell'Isee richiesto, da 9.360 euro a 13.000 euro, e l'inserimento "ex-novo" delle famiglie con minori di età inferire a 3 anni – spiega l’Assessore ai Servizi socio-sanitari Nicola Romeo –. Queste agevolazioni, condivise con le Organizzazioni sindacali, sono coerenti con le politiche di welfare che questa Amministrazione sta mettendo in campo a sostegno delle famiglie che affrontano con crescenti difficoltà le spese necessarie a soddisfare i bisogni primari quali sono quelle di una corretta raccolta dei rifiuti”. La categoria dei beneficiari che, fino alla modifica contemplava: 1) abitazioni occupate unicamente da persone ultrasessantacinquenni e 2) abitazioni occupate da famiglie di cui faccia parte un soggetto permanentemente inabile al lavoro con invalidità non inferiore al 74 per cento, è stata ampliata includendo anche: 3) abitazioni occupate da nuclei in cui sono presenti minori di età inferiore a 3 anni alla data di presentazione della domanda, 4) abitazioni occupate da nuclei

Quasi 6 milioni per la sostituzione di 1253 mezzi, fino a 5mila euro per le auto e a 700 euro per ciclomotori e motocicli

Quasi sei milioni di euro in arrivo per la sostituzione di 1253 veicoli danneggiati o distrutti dall’alluvione di maggio 2023. Per la precisione si tratta di 5.930.662 euro, che si tradurranno in contributi fino a 5mila euro per le auto rottamate o vendute e 700 euro per i ciclomotori o motocicli e che saranno erogati nelle prossime settimane. È la nuova tranche di liquidazioni - la quinta - che la Regione Emilia-Romagna è pronta ad assegnare, nell’ambito dello stanziamento complessivo di 27 milioni frutto della raccolta fondi “Un aiuto per l’Emilia-Romagna”, avviata subito dopo gli eccezionali eventi del 16-17 maggio scorsi. Risorse raccolte, quindi, prima della nomina del generale Figliuolo a Commissario straordinario per la ricostruzione. “La solidarietà di tanti donatori e donatrici, privati e imprese, si sta rivelando fondamentale per assicurare un aiuto concreto a tante famiglie che hanno dovuto scontare le conseguenze degli eventi meteo eccezionali: complessivamente, con le nuove erogazioni al via, supera gli 11 milioni e mezzo il totale dei contributi messi nelle disponibilità di 3.283 cittadini danneggiati”, spiegano la vicepresidente della Regione con delega alla Protezione Civile, Irene Priolo, e l’assessore al Bilancio, Paolo Calvano. “I fondi in arrivo si uniscono infatti alle quattro liquidazioni già effettuate, dal

Dopo le opere di escavazione, oggi si aggiunge un ulteriore tassello al cantiere per la creazione del nido d’infanzia Girotondo. Questa mattina, infatti, sono partiti i lavori per la realizzazione delle fondazioni dell'edificio, segnando un nuovo passo del programma di costruzione e rinnovamento dell’edilizia scolastica del territorio attraverso le risorse intercettate dall’amministrazione comunale tramite i fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). La struttura Girotondo, ubicata in via Codazzi, fa parte di questo itinerario finalizzato ad aumentare la disponibilità di posti nei nidi d'infanzia che permetterà di superare la copertura del 34% e, di conseguenza, di oltrepassare gli standard europei. Un risultato che sarà raggiunto grazie alla creazione di oltre 250 posti, frutto sia della ristrutturazione che della nuova edificazione, conferendo alla città tre nuove strutture educative di eccellenza: il nido in oggetto, nonché i nidi Peter Pan a Viserba e Il Pollicino a Marebello. Il tutto, possobile grazie a un investimento di 7 milioni di euro, finanziato attraverso le risorse del PNRR intercettate dal Comune di Rimini, a dimostrazione dell'importanza attribuita al rafforzamento e all'ampliamento del patrimonio edilizio scolastico, quale leva per elevare simultaneamente la qualità e la quantità dell'offerta formativa. Dotati delle più innovative soluzioni in termini di scelte strutturali

Pubblicato il bando per la presentazione delle domande fino al 15 maggio

Il comune aumenta le risorse per la frequenza ai centri estivi dei bambini diversamente abili. “Di anno in anno cresce la cifra investita per un servizio che ritengo fondamentale a tutela delle famiglie con impegni di lavoro e difficoltà nel periodo estivo- afferma l‘assessore ai Servizi educativi, Paolo Ottogalli -. Per questo motivo stanziamo per il 2024 la somma di 60.000 euro, 10.000 euro in più rispetto al 2023. Un impegno che stiamo portando avanti con determinazione ben consapevoli delle necessità di tante famiglie alle quali non vogliamo far mancare il sostegno dell’amministrazione”. Lo scorso anno sono stati erogati, grazie all’uscita di due avvisi pubblici, 28 voucher ad altrettante famiglie in possesso dei requisiti. Quest’anno è intenzione della giunta rivedere al rialzo le soglie Isee per ampliare il potenziale bacino di utenti. Anche per il 2024 viene inoltre confermato il rialzo dai precedenti 1200 euro a 2000 euro di contributo massimo per famiglia. Sull’albo pretorio del sito istituzionale del comune è stato pubblicato al seguente link  https://comune.coriano.rn.it/ l’avviso di manifestazione di interesse per la presentazione di richiesta di contributo a supporto educativo nei centri estivi dei bambini e dei ragazzi diversamente abili nel periodo 10 giugno-30 agosto 2024. Il contributo erogabile sarà definito

Dopo il dialogo e il ‘reclutamento’ dei tutor (circa una ventina) effettuato con il primo, ora il percorso di Tante Famiglie, Una città - Vicinanza Solidale si appresta a concludere lo step successivo relativo agli incontri formativi e informativi finalizzati a intercettare i volontari che generosamente vogliono offrire il loro tempo per sostenere le famiglie in difficoltà. Il prossimo appuntamento a cui partecipare è in programma sabato 6 aprile alle ore 10 presso il Centro per le Famiglie di Rimini (in Piazzetta dei Servi, 1), un passo fondamentale per l'orientamento e la preparazione dei partecipanti, allo scopo di delineare l'approccio e i valori che stanno alla base dell'iniziativa. Il cuore di "Tante Famiglie una Città" batte intorno alla promozione della solidarietà e del supporto reciproco all'interno della comunità, con particolare attenzione alle famiglie che attraversano momenti di fragilità. La visione portante del progetto si fonda sull'idea che unendo le forze, condividendo esperienze e risorse, sia possibile costruire una rete di supporto efficace per contrastare l'isolamento sociale e le varie difficoltà che le famiglie possono incontrare nella gestione quotidiana e nella crescita dei figli. In questo contesto, il progetto comunale vede la collaborazione tra "famiglie affiancate", che si trovano in situazioni di bisogno, e "famiglie affiancanti", volontari che si impegnano a fornire sostegno pratico e morale. Questa partnership si basa su obiettivi concordati e mira al raggiungimento di soluzioni concrete alle problematiche affrontate dalle famiglie assistite. Il

L'assessore Gianfreda elenca i tanti progetti in atto: "Ogni diversità può diventare un peso insopportabile oppure diventare una risorsa"

“La giornata mondiale per la consapevolezza sull’autismo ci invita a riflettere sulle condizioni di vita delle persone con neurodivergenze e delle loro famiglie, la cui quotidianità, inevitabilmente, viene condizionata da questa situazione": così l'assessore alla protezione sociale del comune di Rimini, Kristian Gianfreda, in occasione della Giornata mondiale per la consapevolezza sull’autismo che ricorre oggi. Prosegue l'assessore: "Negli ultimi undici anni, abbiamo assistito a un incremento nelle prese in carico di persone con disturbi dello spettro autistico, che ora superano le 700 unità. Un dato che da una parte riflette una diffusione della diagnosi precoce e, allo stesso tempo, la responsabilità del pubblico di intensificare gli sforzi per garantire servizi adeguati e supporti efficaci affinché le famiglie coinvolte non siano lasciate sole ma possano fare affidamento a una rete di sostegno, in un dialogo sinergico con il sistema sanitario territoriale, il terzo settore e le diverse componenti della città. A Rimini, possiamo contare su uno straordinario nucleo di associazioni del terzo settore dinamiche, propositive e davvero in gamba, grazie a una squadra di operatori e di volontari che ci mettono il cuore e tutta la loro professionalità momenti di incontro collettivo in grado di far sentire le famiglie ascoltate e per

Una preziosa occasione per promuovere inclusione e conoscenza

Oggi è la Giornata Mondiale per la Consapevolezza sull'Autismo. Si tratta di una preziosa occasione per promuovere inclusione e conoscenza. Per questo ci fa piacere invitare tutti gli interessati al prossimo incontro della Consulta per l'Inclusione, i Diritti e le Pari Opportunità, convocato per giovedì 4 aprile ore 20.45 alla Casa della Cultura al quale parteciperà anche Rimini Autismo che porterà la sua testimonianza ed il suo impegno. Nella stessa serata sarà presente l'associazione Il Tempo delle Ciliegie, importante realtà del Distretto di Riccione che si impegna ed è un importante punto di riferimento sui disturbi del comportamento alimentare. Seguiranno poi gli altri punti all'ordine del giorno e in particolare: • aggiornamento gruppo barriere architettoniche • aggiornamento proposte e attività gruppo Lgbtq+ • report attività sul tema della Donna e Pari Opportunità • DAT (disposizioni anticipate di trattamento, testamento biologico): proposte in merito • informativa su Psicologo di Quartiere La Consulta è uno strumento di cui il Comune si è dotato per promuovere la riflessione sui temi dell'inclusione e dei diritti insieme alla cittadinanza, ai volontari, alle attività economiche ed associative così da promuovere incontri, occcasioni di riflessione ed approfondimento e opportunità rivolte a tutta la comunità. L'adesione alla consulta è sempre possibile. Maggiori informazioni al link: https://comune.san-giovanni-in-marignano.rn.it/news-43/consulta-comunale-per-linclusione-i-diritti-e-le-pari-opportunita/   Info: https://whatsapp.com/channel/0029VaGCHUdF6sn7rmNZwP0B https://t.me/comunesgmarignano https://comune.san-giovanni-in-marignano.rn.it/   FB E IG: