HomeAmbienteVariante SS16 rimini Nord. Pronta la protesta nei confronti di Corsini

Variante SS16 rimini Nord. Pronta la protesta nei confronti di Corsini


8 Giugno 2023 / Redazione

Si parla molto di difesa del territorio ma si fa pochissimo. E’ con questa premessa che una rappresentanza di agricoltori di Rimini Nord farà presente all’assessore Corsini l’errore della variante alla SS16 che distruggerà parte del territorio agricolo.  Lo scrive in una nota firmata da Ettore Pagliarani, in rappresentanza degli agricoltori colpiti.

“Il clima cambia e insieme a lui anche le nostre vite. Finalmente qualcuno afferma che questo stato di cose è colpa dei nostri comportamenti sbagliati, della pochissima cura che abbiamo per il mondo che ci circonda, la natura, sempre più spesso ci presenta il conto includendo nel computo anche vite umane.

Tutti, anche il mondo politico, doverosamente si fa carico del problema e include nei suoi programmi misure a difesa dell’ambiente. Purtroppo questa posizione non è sempre verificata, si parla molto di difesa del territorio ma si fa pochissimo.

La variante ss16 Rimini Nord è un’opera devastante che consumerà il 26% del terreno agricolo attualmente coltivato, con tutti i danni del caso, eppure le organizzazioni sindacali degli agricoltori non stanno facendo nulla per contrastare l’opera. L’opposizione è lasciata agli interessati, praticamente abbandonati a se stessi ,mentre la politica pensa ad altro.

La viabilità tanto decantata è di fatto trascurata e interventi che costerebbero poco portando risultati importanti, come l’adeguamento e quindi l’allargamento di sedi stradali realizzate circa un secolo fa, vengono ignorati. Purtroppo il territorio è finito e, anche il progetto della variante ss16, non tiene minimamente conto del disastro ambientale che produrrà .

Gli antichi romani organizzavano un territorio tenendo conto dello scorrimento ortogonale delle acque verso mare. La Variante SS16 Rimini Nord attraversa la nostra zona in diagonale intercettando e occludendo gli scarichi a mare provocando un disastro idrogeologico senza paragoni.

È una vergogna che una infrastruttura distrugga tanto terreno agricolo vocato per un’agricoltura di pregio nell’inspiegabile silenzio di chi dovrebbe difenderla, COMUNE DI RIMINI PROVINCIA E REGIONE!!! Questo terreno è ricco di acqua , ha una composizione povera di sabbia che lo rende molto adatto alla coltivazione degli ortaggi che risultano molto saporiti e fragranti, produce oltre il 40% della lattuga consumata in Emilia Romagna.

Venerdì 9 giugno l’assessore regionale Andrea Corsini verrà a Santarcangelo per inaugurare gli scavi detti “casamatta” in piazza Balacchi, con l’occasione una delegazione di agricoltori sarà lì sul posto per chiedergli di fermare questa inutile opera, se disponibile lo accompagneremo sul posto che dista solo 3 KILOMETRI, affinché si renda conto di persona della situazione. Per l’occasione lo omaggiaremo con una cassetta di Insalata Fresca coltivata nei luoghi che vorrebbe asfaltare.

In rappresentanza degli agricoltori colpiti dalla varante:

ETTORE PAGLIARANI