Home > Almanacco quotidiano > 29 gennaio – I dè d’la merla

29 gennaio – I dè d’la merla

Il 29 gennaio la Chiesa festeggia fra gli altri San Valerio, vescovo di Ravenna (morto il 15 marzo dell’810). Di lui si sa pochissimo e quel poco si confonde con una altro San Valerio, commemorato sempre il 29 gennaio, ma vescovo di Treviri in Germania e vissuto (forse) fra III e IV secolo.

La cattedra d’avorio di Massimiano, primo Arcivescovo di Ravenna (VI secolo) su cui sederanno tutti i suoi successori (Museo Arcivescovile di Ravenna)

Ma questa data era importante per il popolo contrassegnando il primo dei Dè d’la merla, i giorni della merla.

Si chiamano così ultimi tre giorni di Gennaio in mezza Italia, soprattutto quella settentrionale e centrale. Le spiegazioni di questo nome sono diverse. Quella che veniva data in Romagna e in molte altre regioni, con mille piccole varianti, era la seguente.

La leggenda narra un tempo i merli erano bianchi. Finché una merla, per ingannare Gennaio che ogni anno la faceva soffrire con il freddo e il cattivo tempo, decise di trovare un rifugio per se e la sua prole. Lo trovò in un camino, dal quale uscì solo l’ultimo giorno del mese, che allora durava 28 giorni. Pur annerita di fuliggine, avrebbe deriso Gennaio per essere riuscita a sottrarsi alla sua gelida morsa. Ma Gennaio, infuriato, chiese a Febbraio tre giorni in prestito che riempì di neve e gelo, mentre la merla e tutti i suoi discendenti sarebbero rimasti neri.

La storia forse cerca di spiegare una riforma del calendario e la disparità, apparentemente incomprensibile, fra il lungo gennaio e il brevissimo febbraio. Allo stesso tempo, allude alla volontà di risveglio della natura al culmine del gelido inverno.

Quand e’ canta e’ meral, a sem fura dl’inveran”, dicono infatti a Forlì.

E ancora: “Quând e’ canta l’usel pznen, l’inveran u s’è aviè ben”, quando canta l’uccello piccino l’inverno è ben avviato (ad andarsene). A Rimini: “Quand e’ raz znin e’ cminza a cantè, l’inverne u s’è bel che aviè”, quando l’uccello piccolo comincia a cantare, l’inverno è bell’e che avviato.

29 gennaio 1330 – I Malatesta si ammazzano fra loro

Scroll Up