Home > Almanacco quotidiano > 7 ottobre 1929 – Nasce a Rimini Maddalena Fellini

7 ottobre 1929 – Nasce a Rimini Maddalena Fellini

Maria Maddalena è la sorella minore di Federico e Riccardo Fellini, nata a Rimini il 7 ottobre 1929: i fratelli la soprannominano Bàgolo.

E’ anche l’ultima della famiglia a entrare nel modo dello spettacolo, ma quando lo fa recita in diversi film e lavora con successo anche in teatro e televisione.

La famiglia Fellini: Maddalena è la prima a sinistra (da www.

La famiglia Fellini: Maddalena è la prima a sinistra (da www.federicofellini.info).

Come si legge in “Le attrici: dal 1930 ai giorni nostri” di Enrico Lancia, Maddalena «coltiva sin da piccola la passione della recitazione: è interprete di numerosi spettacoli scolastici ed amatoriali e a diciannove anni vorrebbe raggiungere il fratello a Roma per iscriversi all’Accademia d’Arte Drammatica, ma la madre la dissuade. Alle sue velleità di attrice rinuncia definitivamente nel 1953, dopo il suo matrimoni con il medico Giorgio Fabbri, da cui ha una figlia».

La svolta avviene molto tempo dopo, nel 1987, quando Liliano Faenza la chiama ad interpretare in teatro la commedia dialettale Stal Mami: è un grande successo.

Successo però poco più che riminese. Ma ormai Maddalena non rinuncia più al suo sogno:  «Alta e robusta – prosegue la scheda – dotata di vitalità esuberante e di istintiva simpatia, accetta di “debuttare” nel cinema, ormai ultrasessantenne, in La neve sul fuoco di M.T. Giordana, episodio del film collettivo La domenica specialmente (1991): nel ruolo crudo e “difficile” di Caterina – una vedova che ritrova ricordi ed emozioni spiando i momenti più intimi del figlio e della nuora, in muta intesa con quest’ultima – stupisce per l’intensità e il pudore della recitazione».

Maddalena Fellini con Gianfranco Miro Gori

Maddalena Fellini con Gianfranco Miro Gori

Maddalena appare poi in Bonus Malus (1993) di V. Zagarrio, Viaggi di nozze (1995) di Carlo Verdone. In televisione, fa parte del cast de L’ispettore Sarti (1993) e di A rischio d’amore (1994).

Nel 1992 Maddalena pubblica anche la sua autobiografia: “Storia in briciole di una casalinga straripata” (Guaraldi), con prefazione di Tonino Guerra e introduzione di Sergio Zavoli.

maddalena-fellini-libro

Nel 1993, dopo la morte di Federico, fonda (in collaborazione con il Comune di Rimini e la Regione Emilia-Romagna) la Fondazione Fellini, mettendo a disposizione due piani della villa di famiglia, destinati a diventare il Museo Fellini.

Maddalena Fellini muore nel 2004 all’età di 74 anni e mezzo dopo una lunga malattia.

Scroll Up