Home > Almanacco quotidiano > 30 dicembre 1997 – Nasce a Rimini Enea Bastianini

30 dicembre 1997 – Nasce a Rimini Enea Bastianini

Il 30 dicembre 1997 nasce a Rimini Enea Bastianini. La famiglia abita a Marebello e il padre Emilio è un commerciante ambulante: il suo banco di abbigliamento è piuttosto conosciuto nelle piazze dei mercati della provincia. Appassionato motociclista, non ha mai però praticato attuività agonistica.

Enea sale per la prima volta su una minimoto all’età di 3 anni e 3 mesi: da qui deriva quello che diventerà il suo numero di gara: 33. Nel 2011 vince il titolo europeo della MiniGP70 con il team Rmu Moto. Passa poi  a gareggiare nel trofeo dedicato alle Honda NSF250R, ottenendo il titolo nazionale nel 2012.

Enea Bastianini intervistato da Icaro Tv nel 2009

Dopo aver corso nella stagione 2013 nella Red Bull MotoGP Rookies Cup, conquistando due vittorie e il 4º posto nella classifica finale, raggiunge l’accordo con lo Junior Team GO&FUN di Fausto Gresini per correre la stagione 2014 in Moto3, con compagno di squadra il cattolichino Niccolò Antonelli. In Catalogna, giunto solamente alla settima presenza iridata, ottiene il secondo posto, realizzando così il primo posizionamento a podio della sua carriera nel motomondiale. Bissa il secondo posto in Repubblica Ceca e conquista la terza posizione in Gran Bretagna. Conclude la stagione al 9º posto con 127 punti.

Nel 2015 rimane nello stesso team, con compagno di squadra Andrea Locatelli. Nel primo appuntamento stagionale in Qatar conclude la gara in seconda posizione. Torna sul podio in Francia, gara che vede giungere a podio altri due italiani, Romano Fenati e Francesco Bagnaia: un risultato che non capitava dal Gran Premio del Giappone 2004 nell’allora classe 125. Coglie la prima pole position in stagione in Catalogna, dove in gara ottiene una seconda posizione.

Bastianini secondo al traguardo di Barcellona nel GP di Catalogna del 2015

In Olanda ottiene la seconda pole position consecutiva. In Germania conquista la terza posizione. In Repubblica Ceca giunge secondo. A San Marino ottiene la pole position e la sua prima vittoria nel contesto del motomondiale. Ad Aragona parte ancora dalla prima casella ma cade mentre era in lotta per la vittoria. Termina la stagione al 3º posto finale con 207 punti. Nello stesso anno entra a far parte del Gruppo Sportivo Fiamme Oro della Polizia di Stato, da cui viene escluso nell’ottobre del 2016 a seguito di un ricorso presentato al TAR da tre suoi colleghi (Federico Caricasulo, Marco Faccani e Alessandro Tonucci) a causa di un tatuaggio. Nel febbraio 2017 il Consiglio di Stato ribalta la sentenza del Tar e resituisce a Enea Bastianini il primo posto nel concorso e la divisa delle Fiamme Oro. 

Nel 2016 rimane nello stesso team, con compagno di squadra Fabio Di Giannantonio. In questa stagione è costretto a saltare il Gran Premio di Francia a causa di un infortunio a una mano rimediato in allenamento. Ottiene il primo podio della stagione in Catalogna, dove termina la gara in terza posizione. Ottiene poi tre pole position (Olanda, Germania e Aragona), un secondo posto (San Marino) e tre terzi posti (Germania, Austria e Aragona). Conquista la prima vittoria stagionale in Giappone.  In questa stagione è costretto a saltare il Gran Premio della Malesia a causa di una frattura alla vertebra T9 nel precedente Gran Premio d’Australia. Chiude la stagione al secondo posto in classifica piloti con 177 punti all’attivo.

Enea Bastianini premiato dal sindaco di Rimini Andrea Gnassi nel gennaio 2017

Nel 2017 si trasferisce nel team Estrella Galicia 0,0 dove trova, come compagno di squadra lo spagnolo Arón Canet. Ottiene un secondo posto in Gran Bretagna, un terzo posto in Aragona e una pole position nel Gran Premio di San Marino. Chiude la stagione al sesto posto in classifica piloti con 141 punti ottenuti.

Nel 2018 passa al team Leopard Racing, che gli affida una Honda; il compagno di squadra è Lorenzo Dalla Porta. Ottiene una vittoria in Catalogna, due secondi posti (Americhe e Austria), tre terzi posti (Olanda, Aragona e Malesia) e una pole position in Catalogna e conclude la stagione al 4º posto con 177 punti.

Nel 2019 passa in Moto2, alla guida della Kalex del team Italtrans Racing; il compagno di squadra è Andrea Locatelli. Ottiene un terzo posto in Repubblica Ceca e chiude la stagione al 10º posto con 97 punti. In questa stagione è costretto a saltare il Gran Premio di Gran Bretagna a causa di due microfratture al piede destro rimediate nel precedente GP d’Austria.

Auguri campione!

Scroll Up