Archive

C-MOVIE Film Festival: dal 20 al 23 marzo quattro giorni di anteprime internazionali e incontri: il programma

Quattro giorni di anteprime internazionali e incontri dedicati al cinema e al femminile. Una proposta di opere, testimonianze e dibattiti per raccontare la condizione femminile. Una cinematografia “di confine” capace di farsi interprete del dialogo fra generi, culture, storie partendo dai concetti di cinema, corpi e convivenze. È C-MOVIE Film Festival, evento culturale in programma a Rimini dal 20 al 23 marzo, presso la Cineteca e il Cinema Fulgor, organizzato da Kitchenfilm, sotto la direzione artistica della regista Emanuela Piovano, con il patrocinio dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna e del Comune di Rimini. Ospite d’onore Dacia Maraini, che sarà protagonista di una serie di appuntamenti. “Questo festival è una novità assoluta per Rimini e nel panorama nazionale. Mette al centro le donne, protagoniste nel cinema come attrici, registe, produttrici e spettatrici, aprendo una riflessione sulla condizione femminile e sul ruolo della donna nella società. Anche per questo abbiamo accolto la proposta di Kitchenfilm e abbiamo collaborato alla realizzazione di un’iniziativa che va ad arricchire la candidatura di Rimini a Capitale italiana della cultura 2026 assieme alla Romagna” sottolinea Emma Petitti, presidente dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna. [caption id="attachment_455320" align="alignleft" width="960"] Emma Petitti[/caption] A Dacia Maraini C-Movie dedica una serie di appuntamenti. Scrittrice da sempre impegnata

L'ultimo sfregio a uno degli edifici sacri più antichi del territorio di cui si sta tentando il recupero dopo anni di abbandono

"A San Lorenzo in Monte davanti al cancello della chiesa, sulla strada comunale hanno scaricato un camion di rifiuti speciali edili, guaina catramata ecc.. occludendo il passaggio alla chiesa e sul cantiere di restauro. Ho fatto questa mattina la segnalazione alla Polizia Municipale. Interverranno subito". E' la denuncia indignata di Marcello Cartoceti, archeologo di Ad'Arte, la società cui è stato affidato il restauro dell'antichissima chiesa sui colli di Rimini. Secondo alcun residenti della zona, il gesto di inciviltà non sarebbe isolato. Qualcuno avrebbe notato un furgoncino, sempre lo stesso, aggirarsi nelle strade di questa area rurale e liberarsi furtivamente di materiali edili di scarto. Anche presso la stessa chiesa di San Lorenzo non è la prima volta che vengono abbandonati rifiuti di ogni genere, infissi e una volta anche una borsa che era stata rubata. In quest'ultima occasione qualcuno ha imboccato il viottolo cieco che giunge sul retro della chiesa per poi scaricare i rifiuti speciali proprio davanti al cancelo del cantiere, occludendo completamente l'ingresso. La chiesa di San Lorenzo in Monte è chiusa al culto dal 2004. La Diocesi di Rimini è riuscita ad ottenere un finanziamento dai fondi PNRR di 150 mila euro per eseguire almeno i lavori essenziali che la

Il film vincitore del Leone d’oro a Venezia e nominato a ben 11 Oscar dall’Academy

Per questa settimana cinematografica Chiamamicittà.it suggerisce Povere creature! – Poor Things (2023) del regista Yorgos Lanthimos, vincitore del Leone d’oro a Venezia e nominato a ben 11 Oscar dall’Academy. Tornata in vita grazie a un esperimento dell'eccentrico scienziato Dr. Godwin Baxter (interpretato da Willem Dafoe), la giovane Bella (Emma Stone) vive reclusa nella dimora del suo demiurgo e le è impedito ogni rapporto con la realtà esterna. La voglia di scoprire il mondo porta però Bella a intraprendere un lunghissimo viaggio in giro per il mondo accanto all’affascinante ma inaffidabile avvocato Duncan Wedderburn (Mark Ruffalo), scelto come amante e compagno d’avventura. Tratta dall'omonimo romanzo del 1992 dello scozzese Alasdair Gray, la fiaba gotica di Lanthimos mette in scena un racconto di formazione che ha come protagonista una sorta di mostro di Frankenstein al femminile. La donna, oggetto di manipolazione sia fisica (da parte del dottore) sia mentale (da parte dell'avvocato), è costretta a costruire e difendere la propria autonomia di pensiero, in un mondo surreale e distopico dove la smania di possesso maschile assume tratti animaleschi. Ne esce fuori un film tecnicamente impeccabile, con momenti di umorismo nero molto efficaci. Forse, però, il talento visionario di Lanthimos avrebbe potuto osare di più, a maggior ragione

Da venerdì 23 fino a lunedì 26 febbraio la pellicola candidata a ben 5 premi Oscar

Continua la programmazione di qualità al Salone Snaporaz di Cattolica sotto la direzione artistica di Andrea Cardarelli del Circolo del Cinema Metropolis. Da Venerdì 23 Febbraio (fino a Lunedì 26 Febbraio) è in proiezione il nuovo film del regista britannico Jonathan Glazer, "The zone of interest", candidato a ben 5 premi Oscar tra cui Miglior film e Miglior film internazionale. Nella serata di Venerdì, come di consueto, è abbinata un aperitivo (presso il Caffè Teatro Angolo 137) e una presentazione critica a cura di Luca Zeppilli de I Soliti Cinefili : aperitivo dalle ore 20 e inizio film alle ore 21.15, su prenotazione whatsapp 3519639853 (aperitivo+film 15€). Ispirato al romanzo di Martin Amis del 2019, il film è un lucido e minimale racconto della spensierata vita del comandante del campo di Auschwitz, il nazista Rudolf Hoss e della sua famiglia, a pochi metri da uno dei luoghi più carichi di tragedia e dolore della storia occidentale. Il quadro bucolico della numerosa famiglia tedesca in vacanza si spezza all'improvviso quando l'inquadratura si allarga e si scopre che alla fine del prato c'è un altro muro, gli iconici tetti del campo di concentramento. La spettacolarizzazione della banalità del male che evidenzia sempre di più che

L’attore insignito oggi dal Segretario di Stato Belluzzi dell’Onorificenza per il suo impegno ne “I Limoni d’Inverno”

Il celebre attore italiano Christian De Sica è stato insignito oggi dal Segretario di Stato per l’Istruzione e la Cultura Andrea Belluzzi, alla presenza del Segretario di Stato per la Sanità Mariella Mularoni dell’Onorificenza di Sant’Agata con il grado di Commendatore. I recenti incontri con Christian De Sica e il suo avvocato, Giorgio Assuma (già Presidente SIAE e consulente di diversi artisti italiani), hanno avviato una collaborazione per lo sviluppo del settore cinematografico e audiovisivo sammarinese, per l’utilizzo della Repubblica quale luogo di ambientazione di film e serie tv, attraverso la formazione di nuove professionalità, anche sammarinesi, in questo campo, disciplinando con appositi atti normativi il settore a San Marino. Nel progetto è coinvolta anche l'Università degli Studi della Repubblica di San Marino che istituirà un Corso di Alta Formazione in “Management delle location audiovisive” dove, insieme a De Sica, terranno lezioni e seminari anche altri qualificati relatori del mondo del cinema. L’iniziativa si è arricchita della collaborazione fra la Repubblica di San Marino e l'artista relativa al film, recentemente interpretato, “I limoni d’Inverno”, che affronta il tema delle patologie neurodegenerative con particolare riferimento alla malattia di Alzheimer. Il reparto di Neurologia dell’Ospedale di San Marino, guidato dalla dott.ssa Susanna Gutmmann, presente

In sala saranno presenti il regista Francesco Tavella e l'autore delle musiche Matteo Vallicelli

Dopo oltre 100 proiezioni in giro per l’Italia, Cocoricò Tapes, il documentario di Francesco Tavella (Bologna) prodotto da La Furia Film (Cesena) e Sunset Produzioni (Forlì) arriva per la prima volta a Cattolica al Salone Snaporaz in piazza Mercato, martedì 20 febbraio ore 21:15. Saranno presenti in sala per incontrare il pubblico il regista Francesco Tavella e Matteo Vallicelli, autore delle musiche del film. La proiezione si inserisce all’interno di DOC IN TOUR, la rassegna di cinema documentario itinerante promossa in Emilia-Romagna con lo scopo di valorizzare il patrimonio culturale e sociale che caratterizza la produzione documentaristica regionale.   Biglietti disponibili anche online qui.   Guarda il trailer su YouTube   IL FILM Presentato in anteprima mondiale alla 59.a Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro, Cocoricò Tapes è il documentario che racconta gli anni ‘90, la generazione X e la storica discoteca di Riccione durante la direzione artistica di Loris Riccardi, quando il locale era un luogo attraversato da trasgressione e avanguardia artistica, Tempio della notte per una generazione che ogni sabato sera viveva lì dentro un vero e proprio rito collettivo. Ed è proprio quel rito collettivo che il film, co-prodotto da La Furia Film e Sunset Produzioni, prova a raccontare. Il

Dopo un lungo lavoro di preproduzione e più di trenta giornate di riprese fra le città e le province di Bologna e Firenze, è arrivato l’ultimo “ciak” de “La strada che incanta. Storia della scoperta della Via degli Dei”. Il documentario, prodotto da Gruppo Icaro di Rimini, è dedicato a uno dei cammini più noti, apprezzati e frequentati del Bel Paese e d’Europa. La via che unisce Bologna e Firenze attraverso 6 giorni di cammino e 130 chilometri lungo l’Appennino tra Emilia-Romagna e Toscana. È già iniziato il montaggio e la fase di postproduzione si concluderà a marzo. Poi il documentario sarà pronto per il suo debutto nelle sale cinematografiche ACEC Emilia-Romagna e ACEC Toscana e per partecipare ad alcuni festival nazionali e internazionali. Calendario che si concretizzerà nelle prossime settimane.   Il documentario, firmato da Diego Zicchetti e Serena Saporito, rispettivamente anche regista e aiuto regista, ripercorre le vicende di un gruppo di amici capitanati dal bolognese Domenico Manaresi, prematuramente scomparso, che negli anni ’90 andava in giro per osterie e ripuliva sentieri con il gruppo “Dû pâs e 'na gran magnè”, e di Cesare Agostini e Franco Santi, archeologi per passione di Castel dell’Alpi, oggi scomparsi, che hanno dedicato la vita

Salvò dai nazisti i più importanti capolavori dell'arte della nazione nascondendoli nella rocca di Sasscorvaro e nel palazzo Carpegna

Al via le riprese di “Pasquale Rotondi. Un eroe italiano” di Roberto Dordit, opera seconda del regista e sceneggiatore, già autore di “Apnea” con Claudio Santamaria. Simone Liberati (Cuori Puri, La profezia dell’armadillo, Chiamami ancora amore) è Pasquale Rotondi (Arpino, 1909 - Roma, 1991) soprintendente delle Marche, durante l’Operazione Salvataggio organizzata dal Ministro dell’Educazione Bottai allo scopo di nascondere nel Montefeltro tutte le opere d’arte più importanti durante la Seconda guerra mondiale. Il ruolo della moglie Zea Bernardini è affidato a Lia Grieco (Luna nera, Luna Park) e Antonio Di Matteo (Buongiorno Notte, Malerba, Stranizza d’amuri) veste i panni dell’autista di Rotondi. Tra gli altri interpreti: Rebecca Liberati nel ruolo della tata delle figlie di Pasquale Rotondi interpretate da Greta Montanari e Giorgia Montanari. Scritto dallo stesso regista insieme a Claudio Pallottini, e prodotto da Mariella Li Sacchi e Amedeo Letizia per Qualityfilm, le scenografie del film sono di Maurizio Carraro, i costumi di Metella Raboni. Il direttore della fotografia è Claudio Zamarion. Le riprese avranno una durata di 5 settimane e si svolgeranno nelle Marche a Urbino, Carpegna, Sassocorvaro, Sant’Angelo in Vado e nella Repubblica di San Marino. Sinossi Chi sono i “Monuments men” italiani, quelli che hanno salvato le opere d’arte

Primo appuntamento con “Coupe de chance” di Woody Allen

Il Multiplex Giometti de Le Befane Shopping Centre di Rimini promuove una doppia rassegna dedicata alle pellicole italiane ed europee d'autore: una programmazione di qualità, che si aggiunge a quella abituale, per avvicinare il grande pubblico alla settima arte ed al grande schermo ad un prezzo speciale di 5 euro. I primi appuntamenti Coupe de chance, di Woody Allen 15-22 febbraio ore 18 Giovedì 15 febbraio 2024 la rassegna debutta con l'ultima pellicola di Woody Allen, 'Coupe de chance' (Colpo di fortuna) con proiezione unica alle 18.00 (fino a mercoledì 21 febbraio). Coupe da chance racconta la storia tra Jean e Fanny che, in una Parigi autunnale, sono una coppia basata su una relazione all'apparenza solida che però, con lo scorrere dei minuti, diventa più fragile quando incontri inattesi e antichi segreti innescano nuove dinamiche tra i due. Adagio, di Stefano Sollima 19, 20, 21 febbraio ore 21.30 Lunedì 19, martedì 20 e mercoledì 21 febbraio 2024 invece sarà la volta di 'Adagio' di Stefano Sollima con proiezione unica alle 21.30. La città di Roma è lo scenario sul quale si innestano le storie di Manuel e di suo padre Daytona, un ex criminale, del suo ex compare Polniuman e di forze dell'ordine corrotte. Un grande cast con Pierfrancesco

Giovedì 15 febbraio al Cinepalace il direttore organizzativo Sergio Canneto dialogherà con la regista

Evento speciale questa sera, giovedì 15 febbraio (ore 21) al Cinepalace di Riccione dove in occasione della proiezione del film Te l’avevo detto di Ginevra Elkann, sarà presente il direttore organizzativo del BFF Sergio Canneto che dialogherà con la regista, alla sua prima volta in Riviera. La serata è organizzata nell’ambito della rassegna Cinema d’autore con il patrocinio del Comune di Riccione. In Te l’avevo detto, uscito in sala dallo scorso 1 febbraio, la regista immagina uno scenario apocalittico, in una Roma investita da un’ondata anomala di caldo.  A farne le spese è la borghesia romana, costretta a ricostruire la propria realtà. Nel cast, le attrici Valeria Golino, Alba Rohrwacher, Valeria Bruni Tedeschi, Greta Scacchi, Sofia Panizzi, nei ruoli maschili Riccardo Scamarcio e Danny Huston. Approdi S.r.l. Comune di Bellaria Igea Marina info@bellariafilmfestival.org    

Giovedì 15 febbraio (ore 21:00) la rassegna Cinema d’autore che ha il patrocinio del Comune di Riccione presenta il film “Te l’avevo detto”. Ospite in sala la regista Ginevra Elkann. L’appuntamento sarà allietato dall’aperitivo offerto dal nuovo partner della rassegna, Indaco. In un insolito fine settimana di gennaio a Roma, un'inaspettata ondata di caldo costringe i protagonisti a confrontarsi con ciò che hanno sempre evitato. Solitamente abituati a sfuggire attraverso sesso, cibo, droghe e amore, ora devono affrontare il calore implacabile della città. Nel torrido abbraccio della capitale, le maschere cadono, emergono verità sepolte e passioni represse. Tra le strade infuocate, vivono un'incandescente trasformazione, danzando con il destino sotto il sole romano. In questo fine settimana di rivelazioni, emergono più forti, pronti ad affrontare la vita con una nuova consapevolezza. Biglietti: tesserati Cinema d’autore e ridotti Euro 5, intero Euro 7. Informazioni: Giometti Cinema via Virgilio 19, tel. 0541 605176 dir@cinepalacericcione.it

Sul Titano le riprese di “Tornando ad Est” di Antonio Pisu e del film storico “Operazione salvataggio”

La Segreteria di Stato per il Turismo da seguito ai progetti legati al cine-turismo inclusi nel piano strategico presentato poche settimane fa e annuncia in conferenza stampa l’imminente avvio delle riprese di due film girati in parte sul Titano. Nel tardo pomeriggio di ieri il Segretario di Stato per il Turismo a presentato la collaborazione con "Strade dell’Est", casa di produzione romagnola di Maurizio Paganelli che ambienterà a San Marino alcune immagini del film “Tornando ad est” sequel di “Est – Dittatura last minute” che grande successo ha ottenuto nel 2020. Anche il secondo capitolo del lungometraggio diretto dal regista Antonio Pisu avrà come protagonisti Lodo Guenzi (già cantante de Lo Stato Sociale), Matteo Gatta e Jacopo Costantini premiati per “Est” con il “Nastro d’argento” per gli attori emergenti. La storia ambientata nel 1991 in Romagna, sul Titano e al confine fra Romania e Bulgaria è una spy-comedy che sarà distribuita nelle sale cinematografiche e sulle principali piattaforme internazionali di streaming. Le riprese di “Tornando ad est” saranno effettuate nei mesi di maggio e giugno. Saranno invece a San Marino lunedì 19 le cineprese del film dedicato all'Operazione Salvataggio, organizzata dal Ministro dell'Educazione Bottai verso la fine della Seconda Guerra Mondiale e