Archive

Anche a Giugno il costo della vita corre a ritmo quasi doppio della media nazionale, crescita record per le spese sanitarie

"Se l’inflazione a livello nazionale viaggia allo 0.8% a Rimini secondo i nostri dati si attesta anche per il mese di Giugno al’1,4%, collocando Rimini come una delle città più care del paese. In particolare il dato più preoccupante riguarda sanitarie con un crescita annua sul 4,0%, mentre i prodotti alimentari si attestano al’1,5%". E' quanto denuncia Federconsumatori, che sottolinea: "I dati sul commercio diffusi i giorni scorsi dall’Istat, infatti, confermano che a maggio le vendite aumentano dello 0,4% in valore su base annua, ma diminuiscono dello 0,8% in volume: è la dimostrazione, ad un tempo, della diffusa condizione di difficoltà economica per le famiglie dei consumatori e dell’insufficienza delle misure attuate finora. La diminuzione dei prezzi è un obiettivo prioritario per rispondere alle reali esigenze dei consumatori e per sostenere le famiglie, soprattutto quelle economicamente e socialmente più deboli, che in questi anni hanno subito in maniera più pesante il fortissimo aumento dell’inflazione". Federconsumatori Rimini saluta con favore  "un primo passo avanti in direzione della realizzazione degli Osservatori territoriali per il monitoraggio dei prezzi, da noi da diverso proposto sollecitato alla Prefettura locale e fortemente voluto che va nella direzione delle nostre richieste". La firma dell’intesa tra i Ministeri delle

In campo 140 operatori per ripulire Bellaria, Rimini, Riccione, Misano Adriatico e Cattolica: consegnati 170 contenitori in più per gli eventi

  Grandi pulizie dopo il lungo weekend della Notte Rosa. Sono state effettuate nelle primissime ore del mattino di ieri e di oggi le pulizie straordinarie degli addetti di Hera messe in campo ogni giorno da sabato dopo la Notte Rosa, in tutta la costa del Riminese, da Bellaria a Cattolica.   Per garantire la corretta gestione dei servizi di svuotamento dei contenitori stradali e delle aree porta a porta, in tutto il territorio costiero del Riminese si è riusciti a garantire, grazie alle attività di spazzamento e pulizia dell’arenile e alla vagliatura delle spiagge libere con speciali attrezzature, il decoro delle città in seguito ai festeggiamenti della Notte Rosa. Complessivamente sono state coinvolte circa 140 persone al giorno, per la gestione dell’ordinario e dello straordinario derivante dall’evento. Nello specifico, sono stati impiegati 20 coordinatori, 18 spazzatrici affiancate da 56 operatori manuali a supporto (muniti di 20 mezzi tra porter e daily), 2 compattatori, 33 operatori dedicati allo svuotamento dei cestelli e mantenimento della pulizia e 30 operatori dedicati alla pulizia manuale delle spiagge libere. Sono sati inoltre consegnati 170 contenitori aggiuntivi per le varie iniziative in programma. L’impatto maggiore si ha sulla gestione dello spazzamento per il ripristino dei luoghi a seguito delle numerose

Secondo l’indagine del Sole 24 ore, il 40% dei residenti nella provincia impiega meno di un quarto d’ora per raggiungere un alimentari dalla propria abitazione

Rimini è una città a misura di negozio di vicinato. In provincia, infatti, il 40% dei residenti impiega meno di 15 minuti per raggiungere un punto vendita alimentare dalla propria abitazione, collocando il territorio nella metà alta della classifica delle città maggiormente servite. A stilare la graduatoria che misura per la prima volta l’accessibilità dei servizi in termini di vicinanza fisica, e che 'premia' soprattutto i territori del Sud Italia rispetto a quelli del Nord dalle dinamiche più metropolitane, è il Sole 24 Ore che nell’edizione odierna pubblica l’indice realizzato nell’ambito del progetto Urban Pulse 15 del Centro studi delle Camere di Commercio Guglielmo Tagliacarne. La provincia di Rimini è la seconda emiliano-romagnola solo dopo Bologna (32esima), confermandosi nella media nazionale che si attesta appunto sul 40%. Una percentuale che ovviamente sale se ci si concentra sul solo capoluogo e dunque sull’indice urbano: per quanto riguarda Rimini, il 47,9% dei residenti può raggiungere un punto vendita del piccolo commercio al dettaglio (panifici, macellerie, pescherie, fruttivendoli, e così via) in meno di 15 minuti, con 16,2 punti vendita ogni 10 kmq. Per la grande distribuzione organizzata (che comprende oltre a iper, supermercati e discount anche i minimarket) la percentuale è del 48,6%. “La classifica testimonia

100 euro la spesa media a persona in questo primo weekend di saldi: calzature, t shirt, pantaloni e gonne i prodotti più ricercati

Con i saldi fare qualche affare è più facile. Sono circa 9 milioni gli italiani che nel weekend appena concluso hanno approfittato delle vendite di fine stagione per acquistare abbigliamento, calzature e accessori a prezzi di occasione, per una spesa media di circa 100 euro a persona. Le vendite più o meno sono in linea con lo scorso anno, con un giro d’affari complessivo dell’intero periodo dei saldi di circa 3,5 miliardi di euro, di cui quasi un miliardo nel primo weekend. L’evento saldi è ancora tra i più apprezzati dai clienti: il 55% dei consumatori ha infatti intenzione di compiere un acquisto entro la fine delle vendite di fine stagione estive, ad agosto (dati sondaggio Ipsos per Fismo, l’associazione dei negozi di moda Confesercenti). “La speranza – commenta Fabrizio Vagnini, presidente di Confesercenti Rimini - è che si possa recuperare quanto è stato perso durante l’anno, sia per i commercianti che per i clienti, i negozi sono infatti pieni di merce e con i saldi si possono trovare buone occasioni”. I negozi ancora preferiti. Per i saldi, il retail fisico resta in cima alle preferenze: il 69% dei consumatori acquisterà per i saldi anche in un classico negozio multimarca, mentre

Filcams Cgil Rimini ha chiesto un incontro all’azienda: “Ancora troppe incognite sul futuro dei dipendenti”

Lo storico stabilimento di Riccione Terme occupa una ventina di dipendenti fissi e decine di stagionali, in prevalenza donne con professionalità legate al settore termale. Ormai da molti anni la struttura termale riccionese è costretta a mantenere l’apertura delle proprie attività esclusivamente in corrispondenza della stagione estiva. Nel 2023 lo stabilimento ha aperto i battenti solo l’8 maggio, dopo i ponti festivi che avrebbero potuto attrarre numerosi turisti; inoltre dall’anno scorso è chiuso il parco “Perle d’Acqua”, struttura parallela alle Terme di Riccione, che catturava anche l’attenzione di tanti operatori economici della zona. Anche quest’anno, per l’assenza di investimenti e nuove prospettive, la situazione è rimasta la medesima, se non che il trascorrere degli anni peggiora il contesto aziendale. I lavoratori, per il tramite del sindacato, segnalano peraltro un aumento delle lamentele da parte di clienti ed operatori economici. Il 28 agosto 2024 è in scadenza l’ammortizzatore sociale CIGS. Il 14 giugno scorso FILCAMS CGIL Rimini ha chiesto formalmente un incontro per ottenere il mantenimento dei livelli occupazionali. Si chiedeva di valutare, assieme all’azienda, le possibilità che la normativa prevede con riferimento ad ulteriori proroghe dell’ammortizzatore sociale; infatti in presenza di concreti e specifici piani di riorganizzazione e investimenti è possibile utilizzare

Il fenomeno sta crescendo rapidamente, attirando un numero sempre maggiore di appassionati

Il mondo è in continua evoluzione, negli ultimi anni abbiamo assistito a enormi cambiamenti che hanno abbracciato svariati settori, compreso quello dell’intrattenimento. Tra gli altri anche il gioco d’azzardo online sta vivendo questa trasformazione grazie anche all’emergere dei crypto casino. Queste innovative piattaforme online utilizzano criptovalute come Bitcoin, Ethereum e altre monete digitali per le transazioni, offrendo ai giocatori numerosi vantaggi rispetto ai tradizionali metodi di pagamento. Questo fenomeno sta crescendo rapidamente, attirando un numero sempre maggiore di appassionati alla ricerca di un'esperienza di gioco più sicura, anonima e veloce. I vantaggi dei Crypto Casino Uno dei principali vantaggi dei casinò crypto è la maggiore sicurezza offerta dalle transazioni in criptovaluta. Grazie alla tecnologia blockchain, tutti i movimenti sono registrati in modo immutabile e trasparente, riducendo significativamente il rischio di frodi. Inoltre, l'uso di criptovalute permette ai giocatori di mantenere un alto livello di anonimato, poiché non è necessario fornire informazioni personali sensibili come i dati della carta di credito o del conto bancario. Questo aspetto è particolarmente attraente per chi desidera proteggere la propria privacy mentre si diverte online. Un altro importante beneficio dei Crypto casinò è la velocità delle transazioni a cui abbiamo appena accennato. I pagamenti effettuati con criptovalute sono generalmente

Il sindacato autonomo denuncia sfruttamento irregolarità e molestie di genere nel turismo

Ha scelto Rimini e la Notte rosa, Slang Usb, per lanciare la sua campagna nazionale contro il lavoro precario nel turismo. Una campagna che, senza giri di parole, il sindacato ha intitolato "Cercasi schiavo" proprio per "denunciare le condizioni di lavoro precarie e sottopagate, presenti in tutto il Paese, all'interno della ristorazione e del turismo". Perché, denuncia Usb, la quotidianità per chi opera in questo settore è "lavoro nero e grigio, salari da fame, contratti che non rispecchiano orario e mansioni, carichi di lavoro usuranti e molestie di genere". Insomma "un comparto che si regge strutturalmente su precarietà, sfruttamento e condizioni di lavoro che rasentano la schiavitù". Così oggi di fronte a Confcommercio e le altre associazioni di categoria di Rimini, Usb fa una conferenza stampa mentre domani ci sarà la mobilitazione, in Piazzale Kennedy alle 18. "Nel corso della Notte rosa, saremo ancora una volta presenti in piazza per ribadire che un'alternativa allo sfruttamento esiste e per dare un segnale di riscatto collettivo che, come giovani lavoratori e lavoratrici, sappiamo essere possibile solo nella lotta", insiste Usb che infine ricorda come l'Ispettorato del Lavoro abbia "rilevato una percentuale di irregolarità del 76%" nel settore. (Agenzia/ Dire)

Obiettivo accompagnare nel passaggio al mercato libero attraverso tutela legale e consulenze per la scelta del contratto luce e gas più adatto alle proprie esigenze

Le associazioni Federconsumatori Rimini e Centro per le Comunità Solari avviano a Rimini uno sportello Energia per alfabetizzare i cittadini sui benefici e le opportunità della transizione energetica. Lo sportello ha l'obiettivo di sensibilizzare rispetto all’efficientamento energetico, informare e orientare i cittadini sui benefici delle Comunità Energetiche e Solari, oltre che accompagnare nel passaggio al mercato libero attraverso tutela legale e consulenze per la scelta del contratto luce e gas più adatto alle proprie esigenze. Gli orari dello sportello nel mese di luglio, presso la sede Federconsumatori Rimini in via Caduti di Marzabotto 30 saranno i seguenti:   Mercoledì 10 Luglio 2024 ore 8.30 - 12.30 Mercoledì 17 Luglio 2024 ore 8.30 - 12.30 Mercoledì 24 Luglio 2024 ore 8.30 - 12.30 Mercoledì 31 Luglio 2024 ore 8.30 - 12.30   “Di fronte ai cambiamenti climatici in corso, la transizione energetica è sempre più improcrastinabile e necessaria. Una svolta verde che tuteli i consumatori può essere una vera opportunità per risparmiare sulle bollette. Per questo abbiamo scelto di aprire a Rimini uno sportello che accompagna i cittadini nel passaggio al mercato libero, per un consumo energetico più consapevole di quelli che sono i benefici offerti dalle Comunità Energetiche e Comunità Solari”, dichiarano Graziano Urbinati, Presidente di Federconsumatori Rimini e Leonardo Setti,

Le cooperative della regione hanno realizzato un fatturato di 37 miliardi con 237 mila occupati

“Le cooperative costruiscono un futuro migliore per tutti”. È questo il tema della Giornata Internazionale delle Cooperative indetta dall'International Cooperative Alliance, che quest’anno si celebra il 6 luglio. Una ricorrenza che si tiene da 102 anni il primo sabato del mese di luglio e che dal 1995 è stata riconosciuta anche dall’ONU. Il Coop Day di quest’anno assume un significato ancora più rilevante perché dalla seconda metà del 2024, il mondo cooperativo sarà impegnato verso l’Anno Internazionale delle Cooperative 2025, che metterà al centro il tema dell’impatto globale duraturo che le cooperative hanno ovunque. La Giornata Internazionale delle Cooperative sarà celebrata, con iniziative nei territori e a livello nazionale, anche dall’Alleanza delle Cooperative Italiane dell’Emilia-Romagna, che riunisce le associazioni regionali di Agci, Confcooperative e Legacoop. La regione è la culla della cooperazione e dell’economia sociale, un territorio unico al mondo per queste caratteristiche: nel 2022 le cooperative dell’Emilia-Romagna hanno realizzato un fatturato di circa 37 miliardi di euro, equivalente al 29 per cento del valore di tutte le cooperative italiane. Le 4.442 cooperative presenti in Emilia-Romagna (al 30 giugno 2023) contavano oltre 237 mila occupati, il 13,3% del totale degli occupati in regione. In Emilia-Romagna la cooperazione esprime il 7% del

AIRiminum 2014, la società di gestione dell’Aeroporto Internazionale di Rimini e San Marino, comunica che al 30 giugno, l’incremento dei passeggeri commerciali registrato nei primi 6 mesi del 2024 è di circa +23% rispetto allo stesso periodo del 2023. I passeggeri totali sono quasi 130 mila con un tasso di riempimento complessivo da inizio anno pari al 84% (LF: load factor). Tirana e Cagliari (operativi anche nella stagione invernale) sono le “top destination” rispettivamente con quasi 28.759 passeggeri e 22.132 mila passeggeri, seguite da Palermo (17.570 passeggeri) e Budapest (14.363 passeggeri). Ryanair rappresenta circa il 73% del traffico commerciale mentre Wizzair circa il 23%. Il traffico estero è pari a circa il 68,5% (primi 4 mercati esteri: Albania con il 23%, Ungheria con circa il 12%, Lituania con il 10% e Repubblica Ceca con il 7%), mentre il traffico dall’Italia rappresenta circa il 31,5%. I passeggeri di giugno sono stati più di 44 mila con un incremento di +6% rispetto a giugno 2023 e i 130 voli del mese hanno volato con un tasso di riempimento pari al 90%. Palermo è stata la top destination domestica con 6.047 passeggeri e Londra la top destination estera con 5.001 passeggeri; Kaunas con 4.483 passeggeri è la rotta di

Il Consiglio di Stato accoglie il ricorso del Marina

Una lunga battaglia legale quella che ha visto protagonisti Governo, Agenzia delle entrate e i gestori delle darsene italiane. Ora una prima svolta. Il Consiglio di Stato ha annullata la sentenza del Tar del Lazio che dava ragione al Governo. Il contenzioso nasce da una legge, fatta dal Governo Prodi nel 2007  che aumentava i canoni dei beni “pertinenziali”. Si tratta di manufatti di proprietà dello Stato dati in concessione per attività di carattere commerciale. In questo meccanismo che ha portato i canoni in alcuni casi da 1600 euro all’anno a 80mila euro per un ristorante, vi sono caduti anche i porti turistici tra cui il Marina di Rimini. Ma in questo caso la differenza rispetto ai “pertinenzaili" era ed è molto diversa. Per due buone ragioni. Esiste un contratto tra Stato e concessionario che ha realizzato la darsena che prevedeva un quadro economico preciso compreso il canone da versare annualmente. Un contratto con validità di 50anni che non poteva essere cambiato in modo unilaterale come hanno fatto governo ed Agenzia delle entrate. Al massimo vi poteva essere un adeguamento al tasso d'inflazione per i canoni La darsena non è di proprietà dello Stato ma dell’attuale concessionario. La proprietà passerà allo stato

Il Gruppo Hera disegna il modello di impresa del futuro e insieme alle Organizzazioni Sindacali vara il Patto del Buon Lavoro

Il Gruppo Hera disegna il modello di impresa del futuro e insieme alle Organizzazioni Sindacali vara il Patto del Buon Lavoro, un documento ampio, innovativo e programmatico, inedito nel panorama del settore in Italia. L’impegno comune è di tracciare un percorso che coniughi crescita aziendale, sviluppo sostenibile e benessere collettivo, con l’obiettivo di creare valore nel lungo termine e generare un impatto positivo tangibile per tutti gli stakeholder, a partire dalle persone e dal territorio, temi da sempre centrali per la multiutility che già oggi conta oltre 10.000 dipendenti, un numero in costante aumento dal 2002, con oltre il 95% di contratti a tempo indeterminato. La strategia di rendere le persone protagoniste del cambiamento e del futuro dell’azienda è confermata anche dalle 2.600 assunzioni nel quadriennio 2024-2027, comprensive delle internalizzazioni previste, con investimenti complessivi per 60 milioni di euro sulla formazione e lo sviluppo di nuove competenze per affrontare le prossime sfide.   La piena convergenza tra impresa e lavoratrici e lavoratori, che hanno ratificato il documento nelle assemblee territoriali convocate dalle organizzazioni sindacali, si è realizzata per la prima volta attorno al corporate purpose, ragion d’essere del Gruppo Hera, tanto che nel 2021 è stato tra le prime aziende in Italia