Archive

Completati i lavori del secondo stralcio, un progetto costato 2.900.000 euro di cui 1.750.000 finanziati dalla Regione

È fissata ufficialmente per sabato 18 maggio, alle 11, l’apertura nel secondo tratto del Lungomare Sud di Misano Adriatico. Il secondo stralcio dei lavori di restyling, avviato lo scorso ottobre, è stato ultimato in questi giorni, in tempo per consegnare alla città un lungomare riqualificato in vista della stagione estiva. Il progetto complessivo aveva come obiettivo quello di riqualificare la camminata sul lungomare, ridisegnare l’affaccio su Portoverde.  Si completa un progetto costato 2.900.000 euro (di cui 1.750.000 finanziati dalla Regione Emilia – Romagna), realizzato in due step. Il primo, ultimato un anno fa, ha riguardato il tratto, di circa 700 metri, compreso tra Via D’Azeglio e Via Passeggiata dei Fiori. Il secondo, recentemente terminato, ha interessato il camminamento che da Via Passeggiata dei Fiori conduce a piazza Colombo, nel cuore di Portoverde.   Nell’ambito del secondo stralcio è stata riqualificata anche l’area di sosta di Via dei Gigli, con la realizzazione di un “parcheggio – giardino” con più di 100 posti auto. L’area complessiva interessata si estende su 25mila metri quadri, di cui 4mila in precedenza attraversati da strade che, dopo l’intervento, sono stati riconvertiti alla mobilità lenta e ad una forte presenza di verde, con l’inserimento di 4.200 arbusti, 150 alberi, 7mila

Approvato dalla giunta il progetto di fattibilità per la riqualificazione della piazza

Si sono conclusi da alcuni giorni i lavori propedeutici al progetto del parcheggio di Piazza Marvelli. Un particolare intervento che ha consentito, nelle settimane passate, di sezionare l’interferenza del filobus in corrispondenza della piazza Marvelli e spostare tutte le linee elettriche, che erano posizionate nell’area del cantiere del parcheggio Marvelli. Un intervento che adesso consente di proseguire con la prima fase di cantierizzazione, che riguarderà l’esecuzione delle perizie sullo stato di fatto degli edifici in adiacenza al nuovo parcheggio, la demolizione dell’esistente rotatoria, la pulizia e posa delle recinzioni di cantiere su tutta l’area, le demolizioni delle pavimentazioni, le indagini su eventuali ordigni bellici e la realizzazione dei diaframmi. Successivamente verranno eseguite le opere strutturali e la parte relativa agli impianti, che completerà quel tassello centrale della più generale pianificazione dell’accessibilità al Parco del Mare sud. Come noto, l’opera nascerà sul sedime di piazzale Marvelli e sarà sviluppata su due livelli interrati per una capienza complessiva di 326 posti auto (prima fase: realizzazione dei livelli -1 e -2). A questo importante progetto, già approvato in precedenza, fa seguito l’approvazione avvenuta ieri da parte della Giunta comunale, del progetto di fattibilità (tecnica ed economica) relativo alla “realizzazione della Piazza Marvelli a servizio del

Entro la fine del 2024 saranno operative altre 94 telecamere

Prosegue il piano di installazione delle telecamere per la videosorveglianza nel Comune di Rimini, una rete che allo stato attuale conta 320 telecamere installate e 12 occhi OCR (Optical Character Recognition, telecamera di lettura targhe) sui varchi. Per la fine del 2024, previsti altri 94 occhi elettronici. Tra questi occhi elettronici, già funzionanti sul territorio riminese, 27 sono quelli che vigilano sui quartieri a monte della statale 16 (di cui 2 OCR). Una copertura diversificata del territorio, che consente un controllo diretto a distanza, grazie al collegamento, 24 ore su 24, con la nuova centrale radio della Polizia Locale. 27 telecamere che coprono complessivamente 20 aree esterne al centro della città. Quartieri come quello di: Via San Vito/Frazer; Via Toniolo; Via Orsoleto/Delle Malte; Via S. Martino Riparotta/Togliatti; Via S. Martino Riparotta/Grandi; S. Giustina. via Meldola; S. Giustina. via Villalta; S. Giustina. parco che Guevara (3 telecamere); Via Tristano e Isotta / Villagrande; Via Marecchiese / Montese; Via Marecchiese / Borgo dei ciliegi; P.tta Tituccio, (2 telecamere); P.zza dei Bizzocchi; Via S. Cristina, S. Martino in Venti; Via S. Aquilina, S. Martino in Venti; Via Covignano, Ple Ruffi, (2 telecamere); Via Montescudo / Bidente; Via Coriano / Via dell'Iris (2 OCR); Via Coriano / Via

Riqualificazione del parco Briolini e giardino dell’Hotel delle Nazioni tornato disponibile grazie al ci.vi.vo

A Rimini un quadrilatero verde che continua a riqualificarsi nel segno dell’accoglienza, della multifunzionalità e dell’apertura alla comunità. Da metà giugno la zona del quartiere verde di San Giuliano mare sarà interessata da una serie di interventi che mirano a trasformare l’area in un luogo sempre più accogliente e sicuro, nel segno della riqualificazione, dell’aggregazione, dell’attività fisica all’aria aperta e del contrasto al cambiamento climatico. Partiranno infatti contestualmente due diversi progetti – uno, pubblico, che interesserà il Parco Briolini e l’altro a cura del comitato turistico di San Giuliano in collaborazione con i ci.vi.vo che riguarda il giardino dell’Hotel delle Nazioni - che hanno però l’obiettivo comune migliorare i servizi, la fruibilità, l’offerta e la sicurezza di un’area sempre più apprezzata da cittadini e turisti, posta come è in un luogo di pregio della città, fra il lungofiume degli artisti, la darsena Marina di Rimini e la spiaggia con i suoi magnifici tramonti sul mare. Dal 15 giugno partono i lavori di riqualificazione del Parco Briolini, nell’ambito del progetto ‘Si - Curiamo Rimini!’. Mediante un accordo di programma approvato che prevede un investimento complessivo di 120 mila euro - di cui 96 mila stanziati dalla Regione Emilia-Romagna e 24 mila a carico del Comune di Rimini - l'intervento mira a riqualificare l’ara attraverso l’installazione di un

Il prossimo step sarà la realizzazione di un progetto definitivo e l'ottenimento specifico delle autorizzazioni propedeutiche alla pubblicazione del bando di gara

Nuovo centro di raccolta dei rifiuti, ecco il progetto di Hera. Sarà realizzato in via Bizet, zona industriale di Cattolica. Il 7 maggio scorso, in sala Giunta a Palazzo Mancini, i tecnici del gruppo Hera hanno condiviso con le amministrazioni la nuova linea progettuale del centro di conferimento. Dopo la stipula dell'accordo con il comune di San Giovanni in Marignano, con cui Cattolica condivide il centro di raccolta, il prossimo step sarà la realizzazione di un progetto definitivo e l'ottenimento specifico delle autorizzazioni propedeutiche alla pubblicazione del bando di gara per l’individuazione dell’impresa che realizzerà l’opera. “Realizzazione che dovrà avvenire il più velocemente possibile – spiega l’Assessore ai lavori pubblici Alessandro Uguccioni – È un’opera fondamentale per i cittadini e la stanno aspettando da tempo. Il nuovo centro di raccolta è stato ridimensionato nei costi e configurato secondo gli standard delle stazioni ecologiche a noi limitrofe”. “La stazione ecologica è una delle tante sfide che stiamo mettendo in campo grazie alla sinergia con Hera – interviene la Sindaca Franca Foronchi – Finalmente Cattolica avrà il suo centro di conferimento più efficiente e all’avanguardia, nell’ottica del rispetto e tutela dell’ambiente”.

Il bacino di Viserbella presto diventerà il settimo scarico a mare ad essere trasformato in sfioratore di sole acque meteoriche

Il Piano di salvaguardia di Balneazione si avvia verso il raggiungimento di un nuovo traguardo. Sono infatti iniziati in questi giorni i campionamenti alle acque afferenti al bacino Viserbella (La Turchia), interessato nei mesi scorsi dai lavori di separazione delle reti e che entro l’inizio dell’estate diventerà il settimo scarico a mare della costa riminese ad essere trasformato in sfioratore di sole acque meteoriche. Una volta completate le ultime lavorazioni e terminate le indagini sulle acque, si potrà quindi procedere alla declassificazione dello scarico, superando così anche in quello specchio di mare i divieti di balneazione. Con il ‘Viserbella’ saliranno quindi a 7 i bacini trasformati sugli 8 scarichi che prevedono la separazione delle reti fognarie. All’appello manca solo il bacino Brancona, tra Viserbella e Torre Pedrera, che si completerà il prossimo anno. A questo si aggiunge la piena funzionalità dell'impianto di piazzale Kennedy che ha annullato i divieti di balneazione nel tratto di mare corrispondente. Avanza dunque il programma di azioni messo in campo da Comune di Rimini, Gruppo Hera, Amir e Romagna Acque che interviene sul sistema fognario depurativo, per il superamento delle criticità legate alla balneabilità della costa e per il potenziamento della sicurezza idraulica del territorio. Per completare il

Non è cibo borghese, aristocratico e tantomeno dei marinai

I dottori della mente dicono che è necessario programmare la giornata, calandosi in contesti e situazioni diverse, lasciando libero spazio alla fantasia. Insomma tornare bambini e giocare, interpretando personaggi e ruoli che non ci sono abituali, e poi leggere, parlare con amici che da troppo tempo non sentivamo, dilettarsi in cucina confrontandosi con piatti e ricette della nostra tradizione. Ho voglia di Piada, a modo mio, senza orpelli e pregiudizi, voglio mettere le mani in pasta, meglio ancora nell’impasto, e sporcarmi con la farina. Ho sempre sostenuto che la Piada sia nata a Coriano. La forzatura è evidente, ma serve a ricordare che Lei nasce dove la povertà era più forte e sicuramente in ambito rurale. Non è cibo borghese, aristocratico e tantomeno dei marinai. Alimento povero, da morti di fame. Nel rapporto sulla condizione dell’agricoltura dopo l’unità d’Italia (1861), il mandamento del mio paese è uno dei più malandati in assoluto. La mia tesi, sostenuta da dati incontrovertibili, è che la Piada ha nella Valconca e nel Montefeltro, la sua primogenitura. Parlo di Piada, non di piadina. Piadina è un vezzeggiativo, piadina è da fighetti di sinistra. Piadina è da Nutella, da dopoguerra, da giovani pecoroni cresciuti nella bambagia.

Sette sportelli dove ricevere assistenza e formazione gratuita sull’utilizzo dei servizi e delle tecnologie digitali

È stato inaugurato ieri in piazza Decio Raggi 2, all’interno della sede decentrata di Miramare del Comune, il punto Digitale Facile facente parte dell’iniziativa più ampia ‘Rimini: il digitale a portata di mano’ promossa dall’amministrazione locale e sostenuta dalla Regione Emilia-Romagna. Con il taglio del nastro dello sportello di Miramare ha così preso ufficialmente il via il percorso di facilitazione digitale con sette punti dislocati sul territorio in cui i cittadini possono rivolgersi per essere affiancati e accompagnati nell’utilizzo di internet, allo scopo di conoscere le opportunità e le modalità di utilizzo dei servizi digitali erogati dalla pubblica amministrazione e non solo. In ciascuno di questi punti ‘Digitale Facile’ gli utenti riceveranno assistenza e formazione gratuita da appositi operatori (i ‘facilitatori’) sull’utilizzo di base dei dispositivi (smartphone, tablet, PC), nella registrazione e nell’utilizzo dell’Identità Digitale (SPID o CIE), del Fascicolo Sanitario Elettronico, nel rilascio telematico dei certificati anagrafici, nella fruizione delle risorse digitali della Biblioteca (e - book e audiolibri), nell’acquisto online dei biglietti di treni e autobus, nell’iscrizione di bambini e ragazzi a scuola, nei pagamenti digitali e in tutti i servizi che richiedono l’accesso a piattaforme digitali. Il progetto, in attuazione della misura 1.7.2. del PNRR, è stato candidato dal Comune di Rimini nell’ambito dell’avviso non competitivo della Regione Emilia-Romagna ‘Digitale facile in Emilia Romagna’. L’accesso avviene su appuntamento. Le prenotazioni sono raccolte: - al numero +39 3534680794, attivo dal Lunedì al venerdì dalle 09.00 alle

Si tratta di un Punto di Controllo Avanzato: supporto nei controlli stradali e punto di riferimento per la sicurezza dei grossi eventi turistici

È stato consegnato questa mattina il nuovo ufficio mobile in dotazione alla Polizia Locale di Rimini, un veicolo innovativo, al servizio della comunità, dotato di tecnologie di ultima generazione. Si tratta di una vera e propria innovazione nel panorama dei servizi offerti dalla Polizia Locale, un mezzo dotato di telecamere esterne, computer e stampante, che rappresenta un punto di riferimento mobile per gli agenti sul campo, consentendo una gestione efficiente delle operazioni e un contatto diretto e immediato con la comunità. Dotato di 7 telecamere (4 esterne e 3 interne), il nuovo ufficio mobile, definito PCO (Punto di Controllo Avanzato), può essere utilizzato come supporto nei controlli sulla circolazione stradale, ma anche come punto di riferimento per la sicurezza dei grossi eventi turistici in quanto può collocarsi nel centro di una manifestazione e svolgere le tante funzioni di assistenza e controllo della sicurezza. Funzioni facilitate dalla sua innovativa dotazione in quanto il veicolo è in grado di collegarsi alla nuova centrale operativa e a tutto il sistema di video sorveglianza cittadino, per monitorare le telecamere del territorio, compreso il sistema di controllo targhe. Oltre a questo, può svolgere in qualsiasi posizione del territorio tutte le funzioni espletate dalla centrale operativa, come la risposta

La delegazione è presente a Rimini in occasione dell’esposizione internazionale dell’ortofrutta “Macfrut”

Nella giornata di ieri il Prefetto di Rimini, Rosa Maria Padovano, ha incontrato l’Ambasciatore della Repubblica Socialista del Vietnam, S. E. Duong Hai Hung, presente a Rimini in occasione dell’esposizione internazionale della filiera dell’ortofrutta “Macfrut 2024”, in corso dall’8 al 10 maggio presso il “Rimini Expo Centre”. Questa mattina, nella Sala “Spazio Gualtieri” del Palazzo del Governo, il Prefetto ha ricevuto una delegazione della Provincia vietnamita di Lang Son, guidata dal Vice-presidente del Comitato Provinciale del Popolo, Mr. Doan Thanh Son.  Si è trattato di una visita di cortesia, cui hanno preso parte anche il Presidente ed il Direttore di Confagricoltura di Forlì-Cesena e Rimini. Il colloquio, svoltosi in un clima di intesa e cordialità, si è incentrato sui significativi rapporti di amicizia e cooperazione intercorrenti tra l’Italia ed il Vietnam, le cui consolidate relazioni costituiscono la base di una importante sinergia di culture e popoli in una prospettiva di costante, reciproco arricchimento.

L'opera di restaurazione è sostenuta dall'azienda Bluenext dell'imprenditore Bonfiglio Mariotti

Con l’allestimento del cantiere, è ufficialmente partito l’intervento di restauro del tempietto di Sant’Antonio da Padova in piazza Tre Martiri, uno dei simboli identificativi della città. Risalente alla prima metà del ‘500 e oggetto nel corso degli anni di vari interventi di manutenzione, ristrutturazione e restauro, il tempietto sarà oggetti di lavori che interesseranno sia la parte esterna, sia la parte interna, oltre alle parti impiantistiche. L’esterno sarà restaurato grazie ad un consolidamento e una pulitura complessiva della Pietra d’Istria e della pietra di San Marino; anche la copertura sarà revisionata e restaurata così infissi, fregi e parti metalliche. Internamente si interverrà nelle parti in pietra e nella volta intonacate, gli affreschi interni, la scultura lignea e l’adeguamento degli impianti. Il progetto di restauro è stato elaborato a seguito di accurate indagini stratigrafiche e diagnostiche con termocamera, oltre a rilievi attraverso 3D con laser scanner. I lavori, affidati alla ditta ETRA specializzata in restauro di beni storici e tutelati, dureranno sei mesi e saranno svolti seguendo un dettagliato cronoprogramma sotto la direzione dei tecnici del Comune e con la supervisione della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio, che ha approvato l’intervento. L’opera sarà realizzata grazie al sostegno dell’imprenditore riminese Bonfiglio Mariotti, che finanzierà l’intervento attraverso il

La manifestazione prevede una pedalata lungo le vie cittadine pensata per i bambini

Tutti in sella domenica 12 maggio con ‘Bimbimbici’: Una manifestazione per sensibilizzare la cittadinanza, a partire dai giovani e giovanissimi, sull’uso della bicicletta e sulla mobilità sostenibile. Domenica 12 maggio, l’appuntamento in sella è per tutti in Piazza Tre Martiri, alle ore 9, con ‘Bimbimbici - il futuro arriva in bicicletta’, la manifestazione dedicata alle due ruote e alle abitudini sostenibili promossa dalla FIAB Rimini, in collaborazione con il Comune di Rimini e un’ampia rete di associazioni, per sensibilizzare la cittadinanza sulla mobilità attiva, a partire dai giovani e giovanissimi. La manifestazione prevede una pedalata lungo le vie cittadine pensata per i bambini e, allo stesso tempo, aperta a tutti coloro che amano la bicicletta e desiderano vivere in un mondo meno inquinato. In caso di maltempo la manifestazione si svolgerà domenica 19 maggio, con ritrovo in piazza Cavour.