Written by

Top Stories

Il percorso finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri avrà inizio dal 29 maggio e prevederà 6 incontri fino al 14 giugno

Il Comune di San Giovanni in Marignano è risultato vincitore del bando “Giovani in Biblioteca” – BB2022, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale, con il progetto BiblioUP. Il progetto, formalmente avviato il 12/04 scorso, prevede sia interventi di adeguamento della Biblioteca comunale per garantire la disponibilità di nuovi spazi polifunzionali rivolti soprattutto ai giovani, che attività laboratoriali e educative per promuovere creatività e passioni, ma anche valorizzare il loro apporto positivo nella comunità, grazie ad una serie di azioni che continueranno per circa 18 mesi. Gli interventi di adeguamento della Biblioteca sono già in corso ed hanno previsto lo spostamento degli sportelli comunali per ampliare la metratura destinata a Biblioteca e dedicare a questa funzione tutto il primo piano dell'immobile. Oltre a questo sono previsti lavori di manutenzione ordinaria e la tinteggiatura interna degli spazi. Contemporaneamente prendono il via le prime azioni che si intersecano con il progetto "Volontar.Io", attivato dal Comune, che permette ai giovani dai 14 anni in su di svolgere esperienze di volontariato nelle associazioni del territorio. I giovani volontari che aderiranno al progetto (i termini sono aperti fino al 30 maggio) parteciperanno ad un corso di formazione responsabilmente, che permetterà

La lettera a partire dal camping Carloni: "Piazza di spaccio, proposi di comprarla all'asta"

Caro Diario, ricordo quando anni fa proposi all’allora sindaco la possibilità di comprare all’asta il camping Carloni. La risposta che ottenni fu ovviamente esplosiva e scomposta, condita da qualche provocazione e chiusa con un “non si può fare”. Il risultato, a molti anni di distanza, è che Bellaria ha comprato l’ex Fornace proprio all’asta e ha progettato un parco pubblico e area eventi per 5 milioni di euro, mentre il camping Carloni è rimasto come allora una piazza di spaccio e di assoluta illegalità. La mia proposta aveva il difetto di non essere stata partorita dalle stanze di palazzo Garampi, ma nelle sovversive vie di Viserbella. L’origine dell’idee è un difetto politico che oggi si manifesta nella questione del parco Don Tonino Bello, dove molti cittadini iniziano a chiedere a gran voce un ampliamento del parco tramite l’acquisizione dell’area verde a adiacente all’area che ospiterà la piscina. Una soluzione utile per mitigare la riduzione del parco causato dalla costruzione della piscina. Una richiesta che parte dal basso ma che il “Referente di Viserba in comune” (titolo che si è autoassegnato) non condivide assolutamente, senza spiegarne le motivazioni che portano alla bocciatura. Forse è stata fatta qualche promessa da mantenere oppure il

Funzionario della Provincia di Rimini dal 1997, ha già ricoperto un incarico dirigenziale nell’Ente prima della riforma Delrio del 2014.

Con decreto presidenziale n. 25 del 16 maggio 2024, è stato conferito al dott. Pierpaolo Deluigi l’incarico di dirigente a tempo pieno e determinato, ai sensi dell’art. 110 comma 1 del D.lgs. 267/2000. Il conferimento è avvenuto a conclusione della procedura selettiva pubblica indetta nello scorso mese di novembre e rientra nell’ambito del processo di riorganizzazione dell’Ente. In particolare, in attesa che l’Area Amministrativa venga meglio definita con successivo atto, al neodirigente sono state conferite le seguenti attribuzioni: Servizio economico finanziario (Entrate, Contabilità e Bilancio, Controllo di Gestione, Economato, Controllo Analogo); Politiche internazionali/Fondi/PNRR; Politiche per la Legalità e per la sicurezza del territorio; Ufficio Statistica; Funzioni Distaccate dalla Regione Emilia-Romagna Delegate (Servizio Scuola e Istruzione, Servizio Commercio, Organismo Intermedio. Il dott. Deluigi, funzionario della Provincia di Rimini dal 1997, ha già ricoperto un incarico dirigenziale nell’Ente prima della riforma Delrio del 2014.

Per la rassegna Libri da queste parti della Biblioteca Gambalunga. 1.400 pagine per una indagine analitica sulla Rimini di quel secolo

L’appuntamento di sabato 18 maggio alle ore 17 nella Sala della Cineteca con l’edizione speciale per il Maggio dei Libri della rassegna di Libri da queste parti ci conduce nella Rimini del XV secolo, una città ancora pre-industriale di circa 10.000 abitanti. Oreste Delucca, in dialogo con il medievista Carlo Dolcini, presenta la sua nuova opera Mestieri e botteghe riminesi del Quattrocento (Panozzo 2024) in cui riesce a donare anima agli archivi cittadini, riconnettendo i dati raccolti in un gradevolissimo racconto e ricostruendo in maniera analitica il quadro socio-economico cittadino. Il risultato è uno straordinario affresco dell'operosa realtà riminese dell'epoca e, allo stesso tempo, un'opera imprescindibile per qualunque studio successivo sulla Romagna del XV secolo. Camangiarola, barbiere, architetto, banchiere e barattiere sono solo alcuni dei duecentouno mestieri identificati da Oreste Delucca nella sua nuova opera Mestieri e botteghe riminesi del Quattrocento, dove conduce un’indagine analitica sulla Rimini di quel secolo mai realizzata prima, mettendo a frutto la miriade di dati raccolti in oltre cinquanta anni di spoglio sistematico degli archivi riminesi. L’assemblaggio di numerosissime informazioni ha permesso di ricostruire in maniera organica il quadro della vita sociale, economica e produttiva della città. L’opera, che consta di due volumi per un totale di

E la settimana prossima comincerà all'insegna del maltempo

 Dopo l’intensa fase di maltempo, le condizioni meteo tendono a migliorare, seppur con la persistenza di un’atmosfera localmente ancora instabile. Sebbene l’anticiclone tenti una timida risalita verso le latitudini mediterranee portando una temporanea fase più asciutta e soleggiata, la sua azione non sarà abbastanza energica per interrompere il flusso di correnti sudoccidentali al cui suo interno scorrono delle perturbazioni pronte a raggiungere il nostro Stivale. Per cui altri peggioramenti potrebbero dare vita a precipitazioni localmente abbondanti con il coinvolgimento dell’Emilia-Romagna e di parte del Veneto già nel corso di domenica: a causa del transito della perturbazione n. 8 al Centro-Sud. *Venerdì 17* Avremo ampie schiarite anche sui settori centro-orientali con il ritorno del sole soprattutto lungo le coste. Nel pomeriggio locali addensamenti cumuliformi lungo i rilievi appenninici ma con assenza di precipitazioni e qualche disturbo occasionale verso il Ferrarese dove qui non è escluso qualche piovasco. *Sabato 18* Prevalenti schiarite con cielo pressoché sereno o poco nuvoloso con temporanei addensamenti pomeridiani lungo i rilievi del crinale. *Domenica 19* La situazione torna a peggiorare con cieli irregolarmente nuvolosi ma con l’ispessimento di coperture più consistenti attese in Romagna, dove potremmo attenderci delle precipitazioni sparse anche a carattere di rovescio nel pomeriggio che dall’Appennino muoveranno verso le pianure. *Temperature:*

In collaborazione con Federconsumatori Rimini; Camera Penale di Rimini; ITACA; MCOI; Coordinamento per la Democrazia Costituzionale e Libertà e Giustizia Rimini

Sale a 34 il numero dei detenuti che si sono tolti la vita in cella dall’inizio dell’anno. In media un suicidio ogni tre giorni. Il tasso di affollamento nelle carceri non è da meno: secondo i dati del Dipartimento di Amministrazione Penitenziaria il numero dei detenuti ha raggiunto le 61.000 unità, raggiungendo quote prossime a quelle che nel 2013 hanno condotto la Corte Europea dei diritti dell’uomo a condannare l’Italia per le persistenti violazioni del divieto di infliggere pene o trattamenti inumani o degradanti. In un luogo sovraffollato, indegno e con grandi carenze di personale risulta difficile attuare programmi rieducativi. Ma in questo luogo di sofferenza esistono persone che chiedono di ricominciare a vivere anche se hanno commesso degli errori. Per riflettere ed accendere ancor di più l’attenzione sul tema il 18 maggio dalle ore 18 presentiamo il libro “Everyday shoes" (NFC Edizioni), in cui si colgono le speranze, le sensazioni, le riflessioni di chi il carcere lo vive. Sarà un’occasione di confronto sul tema dell’esecuzione della pena carcerari nell’ottica dei principi costituzionali che richiedono sia sempre garantita e preservata la dignità personale del condannato che sconta la pena nei modi previsti dalla legge. L’evento è organizzato da Agenzia NFC,

Il sindacato scende in campo per informare sui quattro quesiti referendari e per stimolare la partecipazione al voto dell’8 e 9 giugno

E' entrata nel vivo la raccolta firme sui quesiti referendari “Il lavoro è un bene comune”, a sostegno dei referendum CGIL. Si può venire a firmare presso i mercati settimanali di Bellaria-Igea Marina, Coriano, Riccione, Rimini, Santarcangelo di Romagna e Novafeltria. I referendum CGIL riguardano quattro temi, rispetto ai quali l’obiettivo è quello di portare i cittadini al voto nella primavera 2025: Abrogazione del Jobs Act, ma anche del tetto all'indennizzo per i licenziamenti illegittimi, l’abrogazione dell'abuso del contratto a termine e della de responsabilizzazione delle aziende negli appalti. Questa iniziativa referendaria vuole capovolgere il paradigma secondo il quale la libertà d’impresa oggi supera ogni altro diritto (si veda a titolo di esempio l’irrisolto stillicidio di morti sul lavoro); s’intende rimettere al centro lavoratrici e lavoratori, riequilibrando diritti e doveri nel mondo del lavoro. Il lavoro e i temi sociali devono far parte della discussione elettorale. Una certa narrazione che pone al centro dei programmi politici il mero sviluppo economico, slegato da ogni sostenibilità e frutto di visioni miopi che focalizzano solo interessi particolari, ha contribuito a determinare la disaffezione verso il voto. CGIL Rimini, in vista delle prossime elezioni amministrative, ha l'obiettivo di aiutare a fermare questa tendenza che mina alla

L’artista ricevuto in Municipio insieme agli autori della scultura di sabbia dedicata al Giro d’Italia

Ieri pomeriggio, giovedì 16 maggio, Alessandro Baronciani ha donato alla città di Riccione duecento copie firmate e numerate dell’opera grafica “La Perla rosa dell’Adriatico”, tributo al Giro d’Italia e a Marco Pantani in occasione della tredicesima tappa del Giro d’Italia che parte oggi da Riccione alle 13 per raggiungere Cento. Le copie sono state consegnate alla sindaca Daniela Angelini e all’assessore al Turismo Mattia Guidi. Alla consegna erano presenti anche Gilberto e Gianluca Montebelli che hanno diretto l’esecuzione della scultura di sabbia con il logo del Giro sulla spiaggia di piazzale Roma. La versione originale, da cui è tratta la riproduzione in grande formato sotto il gazebo di viale Ceccarini, è stata acquisita dalla Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea Villa Franceschi. [caption id="attachment_467419" align="alignnone" width="1024"] Da sinistra, Alessandro Baronciani Daniela Angelini Gilberto Montebelli Gianluca Montebelli Mattia Guidi[/caption]

/